1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. aktarys76

    aktarys76 Nuovo Iscritto

    buongiorno,
    ho cercato nel forum ma non ho trovato un argomento calzante con il mio caso.
    spiego in breve:
    1. proposta irrevocabile d'acquisto firmata in data 08/05/12 (a tale data versati € 5000 x caparra e pagati onorari agenzia). la proposta prevedeva:
    a. sottoscrizione contratto preliminare entro il 30/05/2012 e impegno al versamento di ulteriori € 5000
    b. esplicitata la data del rogito entro il 30/07/2012.

    2. in data 30/05/12 ci si incotra dal notaio per contratto preliminare ma mancano documenti lato venditore. il notaio rimanda l'atto a quando il venditore fosse stato pronto senza però fissare un termine. versati comunque, come da accordi ulteriori € 5000

    da qui (causa forse anche le ferie) totale silenzio. il termine del rogito al 30/07 è passato ed io NON SONO PIU' INTERESSATO ALL'ACQUISTO.

    come mi devo muovere per avere restituito TUTTO?

    grazie.
     
  2. erwan

    erwan Membro Attivo

    se la somma versata era un caparra confirmatoria hai diritto non solo alla restituzione di tutto, ma al pagamento della stessa somma:
    comunica con raccomandata il tuo recesso.
     
    A aktarys76 piace questo elemento.
  3. aktarys76

    aktarys76 Nuovo Iscritto

    Grazie Erwan,
    vuoi dire che ho diritto alla restituzione della somma di 10.000 + 10.000 + i soldi versati all'agenzia per il pagamento delle loro commissioni?
    inoltre, nella RR devo fare riferimento a qualche articolo specifico del Codice Civile? nel sito posso trovare un modello per fare questa lettera?
    grazie Ancora
     
  4. erwan

    erwan Membro Attivo

    questo è l'effetto della caparra confirmatoria

    se vuoi chiedere i danni devi chiedere invece la risoluzione del contratto;
    sono due strade alternative: valuta quel che ti conviene...
    (quanto hai dato all'agenzia?)

    probabilmente in rete trovi qualcosa, ma non è necessaria alcuna particolare formula sacramentale, purché sia chiara e precisa la tua manifestazione di volontà
     
    A aktarys76 piace questo elemento.
  5. aktarys76

    aktarys76 Nuovo Iscritto

    Buongiorno Erwan,
    all'agenzia ho dato 1200 + IVA (il 4% del totale), già versati.
    quello che mi chiedevo è che nella proposta irrevocabile d'acquisto c'è scritto che la commissione va versata (quidni l'agenzia ha diritto di riceverla) in caso di esito positivo della compravendita immobiliare.
    penso quindi che la strada non sia relativa ad una richiesta di risarcimento poichè non c'è stato un vero e proprio danno risarcibile, bensì di un pagamento per una prestazione non eseguita. è corretto?
    inoltre:
    1. la RR per i 10000 + 10000 della caparra la devo indirizzare al venditore o all'agenzia? io preferirei all'agenzia che ha mediato tutto ma chiedendo ovviamente la restituzione del doppio della caparra da parte del venditore;
    2. io poi farei un'altra RR per l'agenzia con la richiesta di restituzione della cifra versata a titolo di parcella citando il contratto che non è stato onorato, che ne pensi?
    grazie ancora.:daccordo:
     
  6. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Io mi sono trovato nella medesima situazione (però non avevo ancora pagato l'agenzia) e ho dovuto presentare denuncia ai CC per tentata truffa a carico dei proprietari dell'appartamento, del titolare dell'agenzia immobiliare e del suo agente che ha fatto da tramite. La denuncia l'ho presentata "con riserva di costituirmi parte civile" per il recupero del doppio della caparra confirmatoria e dei danni subiti a seguito del mancato rispetto degli accordi.
     
  7. erwan

    erwan Membro Attivo

    non conosco i dettagli della vicenda di Magomerlino, ma nel nostro caso non ci vedo nessuna truffa: semplicemente se la sono presa troppo comoda...
     
  8. erwan

    erwan Membro Attivo

    allora prenditi di corsa la caparra....

    se c'è scritto esattamente così allora dovresti poter chiedere anche la restituzione di quanto anticipato all'agente.

    più che altro l'agente la sua prestazione l'avrebbe anche eseguita, ma la sua provvigione è stata condizionata alla conclusione della compravendita...

    al venditore

    :ok:
     
    A aktarys76 piace questo elemento.
  9. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusate ma state complicando la cosa.
    Se è stata versata la "caparra confirmatoria", e la stessa è stata già incassata, quindi, la mancata concretizzazione nel preliminare di vendita (privato o legale che sia), induce a pensare che qualcuno si appropriato di una cifra che è stata versata quale impegno per una compravendita che non ha avuto luogo.
    Non vedo la meraviglia di qualcuno...! Se non è una truffa è, almeno, una appropriazione indebita e, quindi, tutto passa sotto l'egida del "codice penale".
     
  10. erwan

    erwan Membro Attivo

    che sia truffa ne dubito fortemente: che sia appropriazione indebita si può escludere.

    questa è una banalissima causa civile, come ce ne sono a bizzeffe: termine non rispettato, recesso, restituzione caparra, fine.
    per passare al penale ci vuole ben altro...
     
  11. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Sinceramente credo che prima a procedere a qualsiasi iniziativa bisogna verificare se il proponente acquirente(ppa) ha costituto in mora il proponente venditore(ppv).
    In pratica ppa avrebbe dovuto inviare almeno con 15gg di anticipo una RR al ppv invitandolo il giorno dd/mm/aaaa alle ore xx,xx presso il notaio caio per la stipula del contratto definitivo di vendita. Se ppv non si presenta o se non è in grado di stipulare l'atto definitivo di vendita per mancanza di documentazione essenziale, in questo caso diventa inadempiente e la ppa può far valere i suoi diritti.

    Per un piccola precisazione sulla differenza tra caparra confirmatoria e penitenziale allego gli artt. del codice civile:

    Articolo 1385. Caparra confirmatoria.
    Se al momento della conclusione del contratto una parte dà all'altra, a titolo di caparra, una somma di danaro o una quantità di altre cose fungibili, la caparra, in caso di adempimento, deve essere restituita o imputata alla prestazione dovuta.
    Se la parte che ha dato la caparra è inadempiente, l'altra può recedere dal contratto, ritenendo la caparra; se inadempiente è invece la parte che l'ha ricevuta, l'altra può recedere dal contratto ed esigere il doppio della caparra.
    Se però la parte che non è inadempiente preferisce domandare l'esecuzione o la risoluzione del contratto, il risarcimento del danno è regolato dalle norme generali.

    Articolo 1386. Caparra penitenziale.
    Se nel contratto è stipulato il diritto di recesso per una o per entrambe le parti, la caparra ha la sola funzione di corrispettivo del recesso.In questo caso, il recedente perde la caparra data o deve restituire il doppio di quella che ha ricevuta.
     
  12. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ... e se non la restituisce...?
    Contenti voi...!
     
  13. erwan

    erwan Membro Attivo

    gli si fa causa;
    ma civile, non penale...
    probabilmente quando c'è da farsi pagare la gente sarebbe più contenta se potesse usare un carroarmato piuttosto di un'atto di citazione, però tocca contentarsi...


    :risata:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina