1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fabi6

    fabi6 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ancora non mi sono informata, ma nonostante io voglia recuperare gli affitti non riscossi dall'inquilino moroso, l'avvocato non me lo consiglia, perché dice che devo versare in anticipo l'imposta di registro, ma non sa quantificarla. Su cosa si paga l'imposta di registro? Su tutto l'importo degli affitti non riscossi che presumo di riscuotere, oppure è una tassa fissa? E poi visto che questo inquilino ha molti altri debiti anche con le banche, bollette non pagate di luce, acqua e gas, è possibile che qualcuno faccia qualcosa, tipo una procedura fallimentare e posso collocarmi anch'io ... non so se mi sono spiegata. Grazie.
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Un concetto base, che non so se ti aiuterà a fartela passare è che se il tuo debitore ha molti altri debiti e non possiede beni aggregabili, fare spese legali di qualunque tipo, serve solo a rimettere altri denari in aggiunta. In Italia funziona così, purtroppo.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  3. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Comunque se fai fare decreto ingiuntivo per il recupero dei canoni non pagati devi versare il 3% come imposta di registro. Tale importo e' a tuo carico anche se non dovessi mai recuperare il dovuto.
     
  4. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    e allora chi te lo fa fare? leccati le ferite e, per il futuro, spera in un inquilino più tranquillo. con questi chiari di luna siamo tutti a rischio.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Che tipo di contratto è stato stipulato abitativo o commerciale
     
  6. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    che importa il tipo di contratto.
    quando il locatario moroso è incapiente devi solo ringraziarlo se ti lascia il locale, magari prima della scadenza.
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Il tipo di contratto era in riferimento alla procedura di fallimento manifestato da fabi6, per un eventuale inserimento
     
  8. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    purtroppo anche l'inserimento come creditore in un procedura fallimentare costa, e quindi bisogna valutare se, quando e quanto si potrà recuperare.
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Premesso che anche se il contratto fosse a uso non abitativo, non è detto che il conduttore abbia i requisiti soggettivi di fallibilità, quali costi?
     
  10. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Nessun costo per l'insinuazione al passivo di un fallimento: solo domanda da inviare, via Pec, al Curatore fallimentare.
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    e pensi che sia così facile far fallire
     
  12. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Si stava scrivendo di insinuazione al passivo in procedimento già avviato.....

     
  13. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    avviato o no sappiamo già quanto dura un procedimento fallimentare, quando va bene non meno di dieci anni.
    e quanto si spera di recuperare? il ns forumista non rientra nemmeno tra i crediti privilegiati, sempre ammesso che ci sia massa creditizia.
     
  14. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Tutto vero, ma ciò non attiene al costo per l'insinuazione ad un fallimento avviato da altri.
     
  15. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    hai ragione Ollj, non sapevo, ma ciò non toglie che il tentativo di recupero possa essere inutile per incapienza e per sapere questo, è sufficiente, tramite il proprio avvocato rivolgersi al curatore.
    al riguardo, è successo a me che pur in credito di quattro stipendi, solo attraverso il mio avvocato, che ho pagato, ho potuto apprendere la totale incapienza del mio datore di lavoro.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina