1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maxtobino

    maxtobino Nuovo Iscritto

    Buongiorno.
    Nel 1994 il mio condominio ha presentato istanza di condono per abusi rilevati nelle parti comuni.
    Nel 2001, un condomino è riuscito a farsi intestare a proprio nome la concesssione in sanatoria per un abuso commesso nel suo appartamento e l'ha utilizzata per stipulare l'atto di vendita del suo immobile.
    Il condominio vuole ora recuperare il condono che gli è stato illecitamente sottratto.
    C'è la possibilità di chiedere al Comune il riesame della concessione in sanatoriaa e la sua rettifica per errori sostanziali.
    Per ottenere questa revisione è necessario restituire
    l'originale della concessione indebitamente rirtirata dal condomino di cui sopra.
    Detta concessione è ora in possesso dell'acquirente a cui il condomino ha venduto il suo immobile.
    Possiamo pretenderne la restituzione ?
    In caso di rifiuto alla riconsegna possiamo adire le vie legali oppure l'illecito è caduto in prescrizione e non c'è niente da fare ?
    Vi sarò grato di una cortese risposta.
     
  2. massaro tommaso

    massaro tommaso Nuovo Iscritto

    Non si riesce a comprendere come possa aver fatto il comune a rilasciare una sanatoria (condono edilizio Legge 724/1994) ad un singolo condòmino se nella domanda erano specificate le opere da sanare ma condominiali.
    Ad esempio, se il condòmino ha ottenuto la concessione per il proprio quartiere ma le difformità condominiali erano quali maggiore/minore altezza, variazioni propsettiche, ecc., nonostante sia in possesso dell'atto abilitativo, ugualmente anche il proprio quartiere medesimo risulta non conforme.
    Consiglio quindi il condominio di rivolgersi ad un tecnico il quale richiederà copia degli elaborati allegati alla sanatoria (essendo un atto rilasciato il comune non può opporsi al rilascio) e verificare.
    Nel caso vi sarebbero ancora da sanare le parti condominiali, chiedere spiegazione all'ufficio tecnico di ciò e vedrai che sarà quest'ultimo ufficio e chiedere delucidazioni al condòmino singolo ovvero al tecnico che gli ha curato la pratica.
    Geom. Massaro-Collegio Pistoia
     
    A Marco Giovannelli piace questo elemento.
  3. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro dello Staff

    Professionista
    quoto il collega

    saluti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina