1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Salve. Vi pongo due quesiti sulla tempistica delle transizioni da tassaz. ordinaria a c.s. o viceversa.
    1. La transizione può avere luogo in un qualunque momento della locazione?
    2. Entro quanto va comunicata all'ADE la transizione?
    Grazie per le vostre risposte.
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    1) No. Quando si registra il contratto di locazione ossia entro 30 gg. dalla stipula oppure alla scadenza di una delle annualità successive (stessa tempistica per la comunicazione all'AdE).
     
  3. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Vuoi dire che la transizione può avvenire solo al passaggio da un'annualità ad un'altra e che la comunicazione all'ADE (mediante RLI) deve avvenire entro i 30 giorni successivi?
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sì, l'RLI può essere utilizzato anche per esercitare l'opzione e la revoca della cedolare secca.
    Pensa che in pratica l'RLI è il modello nuovo che ha sostituito il m. 69, niente più.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'opzione ha effetto, per la nuova annualità, se esercitata entro 30 giorni dalla scadenza di quella precedente.
    Deve avvenire entro 30 giorni dalla scadenza dell'annualità precedente (quando sarebbe scaduto il termine per il pagamento dell'imposta di registro relativa alla nuova annualità). E deve essere obbligatoriamente preceduta dalla comunicazione al conduttore con lettera raccomandata, con cui si informa della decisione di optare per il regime della cedolare secca e si rinuncia per tutta la durata dell'opzione alla facoltà di chiedere l'aggiornamento del canone, anche se prevista nel contratto a qualsiasi titolo, inclusa la variazione accertata dall'ISTAT dell'indice FOI verificatasi nell'anno precedente.
     
  6. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Io ritengo che debba essere preceduta facoltativamente.
     
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Da AGENZIA DELLE ENTRATE
    Come si sceglie
    L’opzione per il regime della cedolare secca può essere esercitata alla registrazione del contratto o nelle annualità successive.

    Alla registrazione del contratto l’opzione deve essere effettuata con il modello RLI utilizzato per la registrazione dell’atto stesso.

    L’opzione nelle annualità successive va esercitata, entro 30 giorni dalla scadenza dell’annualità precedente utilizzando il modello RLI. Allo stesso modo, si può scegliere la cedolare in sede di proroga, anche tacita, del contratto di locazione sempre entro 30 giorni dal momento della proroga.

    Per i contratti per i quali non c’è l’obbligo di registrazione in termine fisso (locazioni “brevi”, di durata complessiva nell’anno non superiore a 30 giorni), il locatore può applicare la cedolare secca direttamente nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel quale è prodotto il reddito, oppure esercitare l’opzione in sede di registrazione in caso d’uso o di registrazione volontaria del contratto.

    Chi decide di avvalersi della cedolare secca ha l’obbligo di comunicarlo preventivamente all’inquilino con lettera raccomandata. Con la comunicazione il locatore rinuncia alla facoltà di chiedere l’aggiornamento del canone, anche se era previsto nel contratto, incluso quello per adeguamento Istat. Per i contratti di locazione di durata complessiva nell’anno inferiore a trenta giorni (per i quali non vige l’obbligo di registrazione) e per quelli in cui è indicata espressamente la rinuncia, a qualsiasi titolo, all’aggiornamento del canone, non è necessario inviare al conduttore alcuna comunicazione.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ritieni male. Leggi gli ultimi due periodi del comma 11 dell'art. 3 del D. Lgs. n. 23/2011.
     
  9. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    E' vero, "...deve essere preceduta...".
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La norma che avevo citato recita:
    "L'opzione non ha effetto se di essa il locatore non ha dato preventiva comunicazione al conduttore...".
     
  11. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Sai che cosa è un pleonasmo? Ebbene, l'avverbio di modo 'obbligatoriamente' è un pleonasmo, c'è già il verbo 'deve'.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Invece il tuo "ritengo che debba essere preceduta facoltativamente" non era un pleonasmo. Era un (duplice) errore.
     
  13. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Hai ragione, ma l'ho scritto proprio per mostrare che l'avverbio è un di più: è come dire 'assolutamente vietato', assolutamente è un pleonasmo. Non esiste l'espressione 'relativamente vietato'. Oppure è come dire 'entro e non oltre': infatti non esiste 'entro e oltre'.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina