• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Commentando con un amministratore di condominio l'articolo di ieri (20 maggio) del Sole relativo all'utilizzo del reddito di cittadinanza, abbiamo notato un'anomalia.

I percettori del RdC possono utilizzarlo per determinate spese, mentre altre (acquisto beni di lusso, armi, grattaevinci, ecc) sono escluse.

Per quanto riguarda le spese relative all'abitazione principale, leggiamo che con la carta RdC si possono fare bonifici per pagare mensilmente l'affitto e la rata del mutuo.
Però il suddetto articolo sostiene che "il bonifico con la carta RdC non potrà essere usato per pagare il condominio da parte di chi è proprietario della casa in cui vive".

Praticamente chi è in affitto può usare il RdC per pagare al suo locatore il canone di locazione e probabilmente anche gli oneri accessori (spese condominiali a carico del conduttore); mentre chi è proprietario può pagare la rata del mutuo ma non le spese condominiali.

E' proprio così? E, in caso positivo, come si giustifica questa esclusione?
Oppure si deve interpretare che gli inquilini pagando l'affitto con bonifico carta RdC non possono aggiungere al canone di locazione la rata spese condominiali?

Grazie dei vostri pareri!
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
secondo me è un po' assurdo
mettiamo il caso di abitazione in cui c'è riscaldamento autonomo -> si può pagare la bolletta del gas con la carta
se invece il riscaldamento è centralizzato e quindi una voce degli oneri accessori ->no

stesso discorso per acqua, luce etc.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Le limitazioni sono anti-furbetti.
Ma i furbetti riescono comunque ad eluderle.
Sembra assurdo mettere queste limitazioni, ma è necessario in un mondo dove la gente finge di essere disoccupata per prendere il reddito di cittadinanza.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Le limitazioni sono anti-furbetti.
Questo è giusto.
Però sicuramente esistono dei percettori del RdC proprietari di casa, che magari hanno finito di pagare il mutuo ma si trovano in difficoltà nel far fronte alle spese condominiali.
Sarebbe interesse del Condominio permettere loro di pagarle con la carta RdC, invece di accumulare crediti verso condòmini morosi e tentare poi di riscuoterli con i decreti ingiuntivi.

in un mondo dove la gente finge di essere disoccupata per prendere il reddito di cittadinanza.
Anche questo è giusto.
Ma allora si verifichi con scrupolo e severità se un soggetto ne ha diritto oppure no, invece di escludere una spesa importante e non voluttuaria come le spese condominiali!
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
si verifichi con scrupolo e severità se un soggetto ne ha diritto oppure no, invece di escludere una spesa importante e non voluttuaria come le spese condominiali!
Il tuo intento è nobile. Ma in Italia il "nero" esiste, e c'è un'economia sommersa da paura. La gente ormai per colpa del risparmiometro (*) non mette più neanche i soldi in banca, e quindi se intascano in contanti e spendono in contanti, come li rintracci?
Al supermarket ovviamente evitano di usare le fidelity card, sennò viene fuori che spendono 1000 Euro al mese da AUCHAN e hanno il reddito di cittadinanza :D

(*) Risparmiometro: partono i controlli selettivi sui conti correnti
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Al supermarket ovviamente evitano di usare le fidelity card, sennò viene fuori che spendono 1000 Euro al mese da AUCHAN e hanno il reddito di cittadinanza
Stai un po' esagerando!
La card del RdC serve proprio per acquistare i beni di prima necessità: fare la spesa al supermarket e nei negozi di generi alimentari! Quindi gli acquisti sono tracciati.

Certo che se un cittadino "povero" va da Auchan e con la card RdC compra tutti i mesi caviale e champagne...
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Certo che se un cittadino "povero" va da Auchan e con la card RdC compra tutti i mesi caviale e champagne...
Non è tanto questione di COSA compri, ma di QUANTO SPENDI.
La spesa mensile per i generi alimentari e di prima necessità è un ottimo indicatore di benessere (o meno).
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
però secondo me è anche vero che le misure contro la povertà vanno fatte anche a rischio di furbetti che se approfittano
per es. sappiamo tutti che esistono cassaintegrati o disoccupati col sussidio che lavorano in nero, tuttavia ciò non toglie che non si può lasciare a piedi chi ha perso il lavoro

per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, secondo me è un po' un pasticcio perchè mischia povertà con ricerca di lavoro, ma il concetto di povertà non si capisce bene quale sia (per es. secondo me un "vero" povero mica ha la macchina!)
e per l'affitto ci sono già da anni i sussidi dei Comuni, stessa cosa per le bollette, bonus vari etc.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Anche secondo me il reddito di cittadinanza è una misura non del tutto efficace, sebbene sia doveroso da parte dello Stato aiutare i veri poveri, specialmente le famiglie con minori.
Ed è altrettanto necessario scovare e debellare per quanto possibile il lavoro in nero e l'evasione fiscale.

Ritornando alla questione del pagamento spese condominiali da parte dei proprietari di abitazioni, anche gli Amministratori di condominio chiedono che si possa usare la RdC card:
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
"Anammi propone di poter usare la carta bancomat del Reddito di cittadinanza per pagare le spese condominiali. "

Anammi non ha capito un cavolo.

L'amministratore deve avere la possibilità di togliere autonomamente i soldi dovuti, prelevandoli dal saldo della RdC Card!!

C'è gente che sta sotto di 7.000 Euro col condominio e la fa franca perché ha la casa pignorata dalla ex moglie di comune accordo.

E' ora di farla finita con queste furberie alle spalle degli altri condomini paganti.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Tra l'altro io farei una riforma al regolamento di condominio "nazionale" dicendo che chi sta a debito con l'anno fiscale precedente, perde il diritto di voto in Assemblea.

Da noi si è verificato il paradosso che ha votato in Assemblea, per sostenere una spesa straordinaria, anche un condomino che ha un debito di 7.000 Euro verso il condominio (morosità che si protrae dal 2012).

Lui vota a favore della spesa straordinaria, e tutti gli altri la pagano.

Strano che nessuno abbia pensato di togliere il diritto di voto ai morosi!!!!!
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
L'amministratore deve avere la possibilità di togliere autonomamente i soldi dovuti, prelevandoli dal saldo della RdC Card!!
Ne deduco che anche secondo te dovrebbe essere possibile pagare le spese condominiali con la RdC card.

Andiamo per ordine:

1) Abilitare la RdC card per il pagamento delle spese condominiali;

2) L'Amministratore "toglie i soldi" dovuti al Condominio prelevandoli dalla RdC card. Sempre che tecnicamente sia possibile.
Siccome attualmente non è possibile, l'Anammi si accontenterebbe del punto 1).
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Al solito lo strumento RdC Card è stato fornito, ma non si riesce a monitorare l'uso che se ne fa.

E valgano come parabola i 500 Euro culturali per gli studenti, che al posto di fruire di 500 euro di servizi, si accontentavano di 250 euro di sigarette o di alcool ( Abuso del ‘bonus cultura’ sul tavolo del Ministro, la Festa dei 100 giorni al centro di un’interrogazione e inoltre leggasi anche: Bonus cultura, rivenduti online a metà prezzo i buoni da 500 euro per i 18enni: "Noi non leggiamo" )
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Quelli che magnano di più sono quelli col reddito di cittadinanza.
Questo non c'entra nulla con il pagamento delle spese condominiali, ma proprio non l'ho capito!
Perché se parliamo di cibo, dovremmo distinguere quello health (salutare, più costoso) da quello junk (nocivo, più economico), distinguendo tra quantità e qualità.
Ma non è l'argomento di questa discussione!
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Questo non c'entra nulla con il pagamento delle spese condominiali, ma proprio non l'ho capito!
Perché se parliamo di cibo, dovremmo distinguere quello health (salutare, più costoso) da quello junk (nocivo, più economico), distinguendo tra quantità e qualità.
Ma non è l'argomento di questa discussione!
C'entra solo col fatto che una buona percentuale di coloro che percepiscono il rdc sono consumatori gold negli ipermercati. Perché in realtà non hanno bisogno del rdc. Ma ufficialmente sì.
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
Quindi che suggerisci se a "perdere il lavoro" sono tutte le altre categorie?
vabbè la cassa integrazione e il sussidio di disoccupazione è anni che ci sono
il problema secondo me sono i poveri, che non li vuole nessuno (vedi i migranti: se fossero dei lord, ponti d'oro), e anzi gli stessi poveri non sopportano i poveri e infatti si fanno guerra tra di loro
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
buongiorno a tutti ho stipulato un contratto preliminare per l acquisto di un immobile definito chiavi in mano con scritto che sarebbe stato finito il giorno 31 maggio 2019 ovviamente d accordo con l imprenditore.Ad oggi 22 giugno 2019 la casa non e ancora finita ed ora l'imprenditore vuole una proroga del contratto a fine luglio 2019 qualcuno sa cosa mi comporta questa proroga?cioè dovrei firmarla?e perché la vuole?
Alto