1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Neo

    Neo Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Buongiorno a tutti,
    complimenti per questo forum, davvero utilissimo!
    volevo sottoporvi il seguente quesito:
    mia zia (vedova e senza figli), residente in Gran Bretagna, vorrebbe regalarmi dei soldi (circa £ 200.000) per darmi la possibilità di acquistare una prima casa.
    Quali sono, secondo voi, i giusti adempimenti da intraprendere?
    questo regalo si configura come vera e propria donazione e in tal caso se è indispensabile “perfezionarlo” con atto notarile? e se si, considerato che è molto anziana e abita all'estero, come sarebbe meglio comportarmi?
    tale dono è soggetto a tassazione e, in tal caso, in quale percentuale e con quali modalità?
    In attesa di ricevere i vostri pareri, Vi auguro una splendida giornata.
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    1) sì è necessario un atto notarile in presenza di 2 testimoni non parenti
    2) tua zia si potrebbe recare al Consolato e fare una procura speciale per donazione
    3) la tassazione è del 6%, senza franchigia con in più € 200 per la trascrizione e naturalmente la parcella per il notaio il quale si farà carico di tutti i compiti.
     
    A Neo piace questo elemento.
  3. Giuseppe1975

    Giuseppe1975 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    fare un bonifico con la causale prestito infruttifero ?
     
  4. Neo

    Neo Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Cosa intendi?
     
  5. Giuseppe1975

    Giuseppe1975 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    intendo che tua zia può pure decidere di prestanti i soldi per comprare la casa, senza chiederti interessi e da restituire quando ne avrai nuovamente la disponibilità !!!! fai una scrittura privata dove esplicitate tutto e via .............. se poi non li restituisci chi ti potrà dire niente se non solo tua zia che vanta il credito nei tuoi confronti!!!!!
    questa è una soluzione fattibile secondo me, poi chiedi agli esperti del forum.
     
    A arciera e Gianco piace questo messaggio.
  6. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Una donazione un domani entrerà nell'asse ereditaria e dovrai detrarla dalla tua quota di eredita , se non ci sono altri eredi legittimi non è un problema ma ti conviene andare da un notaio di fiducia che ti indicherà la via giusta , col governo affamato di soldi non
    ti conviene rischiare .
     
  7. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se è vedova e senza figli puo' regalare i suoi soldi a chi vuole, di legittimo non c'è nessuno.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Gli eredi legittimi sono i parenti fino al sesto grado. E lo Stato.
     
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A parer mio, andrei cauto, in quanto poniamo in essere un bonifico simulato.
    Sono d'accordo, questo è il problema.
    C'è in essere la tracciabilità e alla dipartita della zia, si farà avanti lo Stato.
    Il quale da quella donazione o prestito simulato pretenderà la sua parte.
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Lo Stato, solamente nel caso che non esistano parenti (anche in linea collaterale) di grado non superiore al sesto.
     
  11. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sì, d'accordo per i parenti sino al sesto grado, ma essendoci la tracciabilità, deve saltar fuori dove sono andati a finire questi soldi. Ed ecco perchè ho scritto "lo Stato pretenderà la sua parte" nell'eventualità che facciano parte di una eredità oppure no e in questo caso se li prenderà tutti.
     
  12. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    uhuu!! cattivissimo! se la zia fa un bonifico con la causale del prestito senza interesse, è vero che l'agenzia può ricorrere e incolpare per donazione simulata. Ma alla prova dei fatti non può la commissione incolparlo perchè tutto è tracciato, non c'è riciclaggio, il prestito non è vietato. Non solo, ma se si fa una carta scritta nero su bianco che la zia presta del danaro al nipote in modo infruttifero non può condannarla per strozzinaggio (altro pericolo ventilato) infine "Qualunque tipo di prestito tra famigliari o amici facciate, soprattutto se la quantità di denaro che date o ricevete è alta, compilate un vera e propria scrittura privata del prestito infruttifero tra parenti e registratela all’Agenzia per le entrate. Oppure scambiatevi reciprocamente una lettera raccomandata e datata o una posta elettronica certificata con firma elettronica e marca temporale."
    fonte: http://prestiti.opinionzine.com/prestito-infruttifero-tra-parenti-attenzione-al-fisco/6615
     
    A Neo piace questo elemento.
  13. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La somma completa va detratta dalla quota di eredità spettante?
     
  14. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    No my darling. La zia non ha figli e presumo neanche genitori, quindi può lasciare a chi vuole il suo danaro. Ecco perché Jerry lo voleva tassare, perché non c'è franchigia.[DOUBLEPOST=1406881959,1406881833][/DOUBLEPOST]Quindi si sbaglia quando si dice che la somma dovrà detrarla dall'asse ereditario dato che non ci sono quote di legittima da poter ledere.
     
    A rita dedè, Neo e alberto bianchi piace questo elemento.
  15. Neo

    Neo Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    una precisazione: mia zia ha già disposto un testamento, dove gli unici eredi siamo io e mio fratello
     
  16. Neo

    Neo Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    sono stato ieri da un notaio e mi ha consigliato di fare versare il denaro direttamente al venditore dell'immobile (quindi un bonifico dal conto di mia zia al conto del venditore, senza transitare dal mio c/c). Sostiene che nella fattispecie vi è una donazione indiretta e tutto andrà formalizzato nell'atto di acquisto (dice che è oramai una prassi comune, dove i genitori acquistano un'immobile per i figli), in questo caso non dovrò versare nulla all'agenzia delle entrate. Voi che ne pensate?
     
  17. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    In altri termini, per tutti gli acquisti immobiliari finanziati da terzi è possibile dichiarare in atto che il pagamento è avvenuto a cura del soggetto donante, così da consentire alle famiglie di rendere trasparenti i loro rapporti economici (ad esempio, la dazione di denaro dal padre/zio al figlio/nipote ovvero il pagamento del relativo prezzo da parte del padre/zio per l'acquisto di una casa).
    E’ possibile, in sostanza, dichiarare, nell'ambito di una compravendita immobiliare, che la provvista per il pagamento del prezzo deriva non dalle tasche dell'acquirente bensì da terzi (ad esempio: i familiari), e ciò senza temere ulteriore tassazione rispetto a quella che afferisce al trasferimento a titolo oneroso (e quindi senza la tassazione della donazione indiretta derivante dal pagamento del debito altrui), in quanto, appunto, la donazione indiretta che risulti nell'ambito di un trasferimento immobiliare o aziendale (e cioè un atto per il quale si scontino imposta di registro proporzionale o imposta sul valore aggiunto) non subisce imposizione per il nuovo principio di alternatività tra la tassazione di registro o di IVA e la tassazione della donazione indiretta

    Pertanto, il problema di giustificare la dotazione finanziaria di un determinato soggetto nell'acquisto di un immobile è risolvibile, con facilità disarmante, mediante una "semplice" dichiarazione dell'acquirente stesso (suffragata con dati probatori) di aver ricevuto la provvista del denaro per "donazione" da parte di altri (ad esempio: un genitore/zio) oppure mediante l'intervento all'atto di acquisto del "donante" stesso per dichiarare appunto di essere lì presente (o tramite bonifico diretto nel tuo caso) al fine di fornire la provvista: all'Erario basterà il prelievo (imposta di registro o IVA) effettuato sul trasferimento immobiliare.
     
    A Neo piace questo elemento.
  18. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    sì, Jerry è sempre preciso. Posso aggiungere che pagherai 200 euro se registrerai il preliminare (conviene perchè non puoi fare i lavori con detrazione a meno che non ci abiti) e 200 euro ulteriori quale tassa sulla donazione ad opera dell'agenzia delle entrate. e lì ti fermi, Bravo il notaio: una ola!!
     
    A Neo piace questo elemento.
  19. tumultuoso

    tumultuoso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ...beato te che hai una zia così risparmiatrice e così generosa!
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono sempre state/i la salvezza delle famiglie. Nelle società contadine per non disperdere la proprietà gli ziotti cosiddetti, non li facevano sposare con nessuno. Oggi può capitare di avere zii non sposati, questi hanno solo i nipoti come figli. Non hanno potuto spendere e non possono che essere generosi. È alquanto normale che anche i nipoti si affezionino a loro avendoli frequentati per tutta la durata della vita. Sono seconde mamme e papà. Qui la natura fila liscia.
     
    A rita dedè e Neo piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina