1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Dalam

    Dalam Membro Attivo

    Professionista
    Non sono solito fare contratti transitori. Ma in questo caso la richiesta era esplicita da parte dell'inquilino e trovandomi in una città ad alta densità abitativa e rientrando il canone richiesto nei parametri dell'accordo territoriale ho provveduto a stipularlo. In sede di registrazione (RLI telematico) mi è venuto un dubbio: in "Tipologia di contratto" devo indicarlo come " Locazione di immobile abitativo " o come " Locazione agevolata di immobile ad uso abitativo " ??
    Astenersi da consigli da parte di chi non conosce la specificità dei contratti transitori " a canone agevolato " :)
    Domani telefonerò al numero verde dell'Ade ma per esperienza so che a volte si fa prima - e si ricevono risposte più corrette - chiedendo su Propit.it che non all'Ade.boh
     
  2. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Esistono forse contratti transitori a canone non agevolato?
     
  3. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se il contratto di locazione, anche transitorio, è di tipo agevolato a canone concordato deve essere registrato col codice L 2 previsto dal mod. RLI (locazione agevolata di immobile ad uso abitativo). Perché l'immobile locato si trova in Comuni ad alta densità abitativa o comunque dove esistono gli accordi territoriali che permettono la stipulazione di questa tipologia contrattuale.

    Se invece il contratto non gode del regime fiscale agevolato, si registra col codice L 1 (locazione di immobile ad uso abitativo).

    Questo è scritto sulle istruzioni del mod RLI. Anch'io ho avuto il dubbio espresso da @Dalam e mi ero informata all'AdE di Torino che ha confermato quanto sopra.
     
    A Dalam piace questo elemento.
  4. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ci sono contratti transitori a canone non agevolato? Grazie.
     
  5. PROBLEMIVARI

    PROBLEMIVARI Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Si: io ne ho stipulato uno l'anno scorso (durata 1 anno) a canone libero - ai sensi dell'art.5, comma 1, Legge 9 dicembre 1998 n°431.
     
  6. Magnus Ansegar

    Magnus Ansegar Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Se condividessi l'interpretazione dell'Agenzia delle Entrate di Torino dovrei concludere che esistono contratti transitori ordinari L1 e contratti transitori ordinari L2. Non è possibile condividere tale tesi. I contratti di natura transitoria articolo 5, comma 1 L.431/1998, indipendentemente dal tipo di canone (stabilito, a seconda dell'ubicazione dell'immobile, dall'Accordo locale o liberamente pattuito dalle parti), sono sempre e comunque contratti L1 (l'imposta di registro, prevista al 2%, non varia in ragione del tipo di canone), in quanto per i contratti transitori, ovunque ubicati (in Comune CIPE o non CIPE), non sono previste agevolazioni fiscali di nessun tipo (articolo 8, legge indicata).

    Diversamente, nelle altre tipologie contrattuali di tipo concordato esistono contratti L1 e contratti L2. Nei contratti 3+2 in Comuni CIPE, il canone è concordato, è soggetto ad agevolazioni fiscali e il codice da indicare nel modello Rli è L2 (Registro = 2% del 70%), invece, nei Comuni non CIPE, il canone è concordato, ma il codice da indicare nel modello Rli è L1 (Registro = 2%), in quanto per questi tipi di contratti non è previsto un regime fiscale agevolato.
     
    A uva e Dalam piace questo messaggio.
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    CIPE? Che significa?
     
  8. Dalam

    Dalam Membro Attivo

    Professionista
    Condivido appieno quanto sostenuto da Magnus Ansegar. Mi pare assolutamente evidente. Peccato che in questo disgraziato paese l'evidenza e l'intelligenza sono con residenza "transitoria e saltuaria" negli uffici del pubblico registro ....

    @Un giocatore : Comuni CIPE sono i comuni ad alta densità abitativa individuati dal CIPE ( organismo governativo ).
    Ecco il link: Elenco dei comuni ad alta tensione abitativa
    Nei comuni " non CIPE " la locazione transitoria è a canone libero.
     
  9. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Grazie della precisazione.
    Nel mio caso probabilmente l'equivoco deriva dal fatto che si trattava di un contratto per studenti universitari (art. 5 c. 2 della l. 431/98).
    Evidentemente l'impiegata dell'AdE mi ha dato un'informazione sbagliata. Forse pensava che tutti i contratti di natura transitoria di cui all'art. 5 godano delle agevolazioni fiscali.
     
    A Dalam piace questo elemento.
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ex art. 8, comma 3, quei contratti (dunque stipulati sulla base dei tipi di contratto di cui all'art. 4-bis), godono delle agevolazioni di cui all'art. 8.
     
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' in burocratese spinto, che più spinto non si può. Lo sai dire in termini più semplici? Grazie.
     
  12. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ci provo io! (secondo quanto ho capito...)
    Legge di riferimento: n. 431/1998;
    art. 8, c. 3: le agevolazioni fiscali NON si applicano ai contratti transitori; FATTA ECCEZIONE PER due tipologie di contratti, tra cui quelli di cui all'art. 5, c. 2;
    art. 5, c. 2: contratti (di natura transitoria) per esigenze di studenti universitari, stipulati sulla base dei tipi di contratto di cui all'art. 4bis.
     
  13. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quindi:
    - agevolazione fiscale sì per contratti transitori rivolti a locatari studenti
    - agevolazione fiscale no per contratti transitori rivolti a locatari non studenti
    Giusto? Grazie.
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sì, se gli studenti sono universitari e stipulati sulla base dei tipi di contratto di cui all'art. 4-bis.
     
  15. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Studenti universitari e stipulati? Mah!
     
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Avevi scritto: "agevolazione fiscale sì per contratti transitori rivolti a locatari studenti".
    Quindi, sì, se gli studenti sono universitari e (i contratti, di quello si stava discutendo) sono stipulati sulla base dei tipi di contratto di cui all'art. 4-bis.
    P.S.: i contratti non si rivolgono (a), si stipulano (con).
     
  17. Magnus Ansegar

    Magnus Ansegar Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Per godere dell'agevolazione fiscale prevista dall'articolo 8, comma 3 della L.431/98, non basta che il contratto-tipo sia quello richiamato dall'articolo 4-bis (allegato F del decreto ministeriale 30/12/2002) e che gli studenti siano universitari, è indispensabile che siano studenti universitari fuori sede (la norma non riguarda tutti gli studenti universitari), cioè devono essere studenti che si spostano dal Comune di residenza per frequentare un'università situata in un altro Comune (da specificare nel contratto, si legge all'articolo 3, comma 1 del decreto ministeriale 05/03/1999) e il Comune in cui è ubicato l'alloggio deve essere un Comune CIPE sede di università o di corsi universitari distaccati.

    Se uno studente si sposta da Genova per frequentare un corso di studi presso l'università di Camerino e sottoscrive un contratto transitorio per studenti universitari fuori sede (massimo 36 mesi, rinnovabili), non è possibile usufruire di agevolazioni fiscali, in quanto il Comune di Camerino, in cui è stato siglato un accordo territoriale il 28/11/2008, sede di un'antica università, non fa parte delle 11 aree metropolitane ad alta tensione abitativa, nè dei Comuni ad esse confinanti, nè dei Comuni capoluogo di provincia (Rli = L1).

    Nulla vieta, comunque, agli studenti universitari fuori sede di accedere anche ai contratti transitori ordinari (di durata, però, più breve: massimo 18 mesi, non rinnovabili), documentandone l'esigenza, indicando a contratto una data di inizio e una data di fine, ma, in questo caso (anche se lo studente frequentasse l'università di Urbino, Comune CIPE) nessuna agevolazione fiscale è prevista (Rli = L1).
     
    A Dalam piace questo elemento.
  18. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Grazie. La spiegazione appare esauriente. Lavora, se può dirlo, presso una sede dell'UPPI o del SUNIA o simili? Grazie.
     
  19. Magnus Ansegar

    Magnus Ansegar Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
  20. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La fonte normativa di rango primario ciò prevede. E l'art. 4, comma 1 del decreto interministeriale 5 marzo 1999 prevede che:
    Ai contratti di locazione di immobili ad uso abitativo situati nei comuni di cui all’art. 1 del decreto-legge 30 dicembre 1988, n. 551, convertito dalla legge 21 febbraio 1989, n. 61, stipulati o rinnovati ai sensi delle disposizioni dell'art. 2, comma 3, della legge 9 dicembre 1998, n. 431, a seguito di accordo definito in sede locale e nel rispetto delle condizioni fissate dal presente decreto, nonché ai contratti di cui agli articoli 1, comma 3, e 5, comma 2, della medesima legge n. 431 del 1998, si applica la disciplina fiscale di cui ai seguenti commi.
    Quindi i contratti ex art. 5, comma 2 della legge n. 431/1998, dato che sono elencati dopo il "nonché", per godere delle agevolazioni fiscali ex art. 8, comma 1 della stessa legge non devono rispettare le condizioni fissate da quel decreto (che tra l'altro, rileverebbe come fonte normativa secondaria soltanto qualora sia stato espressamente qualificato come regolamento). Ma solo quelle dettate dalla norma di rango primario.
     
    Ultima modifica: 11 Settembre 2015

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina