• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Liederman

Membro Attivo
Proprietario Casa
Abbiamo già accennato all'argomento in post recenti, dove ho colto che nessuno abbia diretta esperienza in merito.
Credo però che la situazione attuale richieda di approfondire questo punto, scusatemi se ci torno.
Immagino, per quanto detto, che forse nessuno possa dare conferme certe, ma vorrei capire con voi cosa ne pensate.
- E' escluso che si possa fare una registrazione retroattiva (es. registrazione in Maggio di un accordo di riduzione relativo al mese di Aprile) ?
- Se no, ritenete plausibile la possibilità oppure occorre un pronunciamento dell'Agenzia delle Entrate?
- E' utile un interpello? Se occorrono 90gg per la risposta, campa cavallo...
- In ambito abitativo si può anche concordare più facilmente una riduzione nei mesi a venire che compensi il mese di aprile che verrebbe lasciato al 100%, ma nel caso di locazione commerciale non è così semplice e scontato. Un'azienda deve, o dovrebbe, infatti tenere i conti in modo trasparente; dovrebbe quindi esserci corrispondenza temporale tra l'effettiva apertura del negozio e la riduzione del canone di locazione.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
questa è nuova e interessante! Thanks
Veramente ne avevamo già parlato!
Con riferimento alla registrazione sia di accordi riduzione canone, sia di contratti di locazione:
(post n. #53 e #55 di @Nemesis )
 

Liederman

Membro Attivo
Proprietario Casa
Veramente ne avevamo già parlato!
Con riferimento alla registrazione sia di accordi riduzione canone, sia di contratti di locazione:
(post n. #53 e #55 di @Nemesis )
Avete ragione.
Avevo letto ma mi era sfuggito che si riferisse anche alla riduzione canoni e in generale agli adempimenti in Agenzia delle Entrate.

Quindi riassumendo in questo periodo straordinario un accordo di riduzione può essere sottoscritto e registrato anche retroattivamente purchè entro il 30 giugno 2020.

In periodi ordinari non mi sembra però che sia chiaro se l'accordo può essere sottoscritto retroattivamente. Deve invece essere registrato entro 30gg dalla sottoscrizione.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Deve invece essere registrato entro 30gg dalla sottoscrizione
Non è soggetto a registrazione in termine fisso, dato che rientra tra gli atti che possono essere soggetti a registrazione volontaria. La registrazione serve per dare data certa all'accordo. Gli effetti della riduzione del canone sulla determinazione della base imponibile da assoggettare a tassazione, ai fini dell’imposta di registro, decorrono dall’annualità successiva a quella in cui è stata concordato il nuovo canone.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Intanto chiedo conferma se ho inteso correttamente: poichè l'accordo di riduzione canone è soggetto a registrazione volontaria, non ci sono vincoli a dover registrare entro i soliti 30 giorni?

Mi sembra poi che una volta tanto @Nemesis sia incorso in un lapsus ...:
Gli effetti della riduzione del canone sulla determinazione della base imponibile da assoggettare a tassazione, ai fini dell’imposta di registro sui Redditi, decorrono dall’annualità successiva a quella in cui è stata concordato il nuovo canone
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Questa dizione solitamente si riferisce all'ammontare dell'imposta
No. Si riferisce a un atto che è soggetto a registrazione in termine fisso, come un contratto di locazione. Oppure non è soggetto a registrazione in termine fisso, come un atto sottoposto a registrazione solamente in caso d'uso, o registrato su base volontaria
era un banale errore?
Non era un errore!
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
era un banale errore?
Confermo che non è né un lapsus né un errore!
Si riferisce correttamente all'imposta di registro (ovviamente quando è dovuta), non all'imposta sui redditi da locazione.

Se può interessare, allego la Risoluzione 60/E del 28/06/2010 dell'Agenzia delle Entrate
(ved pag. n. 6)
 

Allegati

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Carissimi, facciamo un breve (?!) riepilogo..... delle domande.:
In periodi ordinari non mi sembra però che sia chiaro se l'accordo può essere sottoscritto retroattivamente. Deve invece essere registrato entro 30gg dalla sottoscrizione.
Non è soggetto a registrazione in termine fisso, dato che rientra tra gli atti che possono essere soggetti a registrazione volontaria. La registrazione serve per dare data certa all'accordo. Gli effetti della riduzione del canone sulla determinazione della base imponibile da assoggettare a tassazione, ai fini dell’imposta di registro, decorrono dall’annualità successiva a quella in cui è stata concordato il nuovo canone.
Intanto chiedo conferma se ho inteso correttamente: poichè l'accordo di riduzione canone è soggetto a registrazione volontaria, non ci sono vincoli a dover registrare entro i soliti 30 giorni?
Non è soggetto a registrazione in termine fisso.
Questa dizione solitamente si riferisce all'ammontare dell'imposta: e nella fattispecie, la riduzione del canone è esentata dall'imposta di registro. Che relazione c'è con l'aspetto temporale?
No. Si riferisce a un atto che è soggetto a registrazione in termine fisso, come un contratto di locazione. Oppure non è soggetto a registrazione in termine fisso, come un atto sottoposto a registrazione solamente in caso d'uso, o registrato su base volontaria
.....Gli effetti della riduzione del canone sulla determinazione della base imponibile da assoggettare a tassazione, ai fini dell’imposta di registro, decorrono dall’annualità successiva a quella in cui è stata concordato il nuovo canone.
Confermo che non è né un lapsus né un errore!
Si riferisce correttamente all'imposta di registro (ovviamente quando è dovuta), non all'imposta sui redditi da locazione. .... vedi Risol: 60 del 28/06/2010
Allora.....: se volevamo avere la risposta esatta alle domande poste, avremmo potuto appoggiarci al sito Normattiva o al CeRDEF: il guaio è che spesso il loro contenuto è assimilabile a questa perla legislativa, che qui allego a mo' di esempio.
Esempio che mi pare affine (e non lo dico con sarcasmo) alla precisazione prodotta dal nostro caro e prezioso Nemesis

....... provate a leggere ....
DECRETO-LEGGE 8 aprile 2020, n. 23
Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonche' interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali. (20G00043)
Vigente al: 28-4-2020

CAPO III
DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI ESERCIZIO DI POTERI SPECIALI NEI SETTORI DI RILEVANZA STRATEGICA

Art. 15.

(Modifiche all'articolo 4-bis, comma 3, del decreto-legge 21
settembre 2019, n. 105, convertito con modificazioni dalla legge 18
novembre 2019, n. 133)

1. L'articolo 4-bis, comma 3, del decreto-legge 21 settembre 2019,
n. 105, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 novembre 2019,
n. 133, e' sostituito dai seguenti:
"3. Fino alla data di entrata in vigore del primo decreto del
Presidente del Consiglio dei ministri di cui all'articolo 2, comma
1-ter, del decreto-legge 15 marzo 2012, n. 21, convertito, con
modificazioni, dalla legge 11 maggio 2012, n. 56, come sostituito dal
comma 1, lettera c), numero 3), del presente articolo, fatta salva
l'applicazione degli articoli 1 e 2 del citato decreto-legge, come
modificati dal presente articolo, sono soggetti alla notifica di cui
al comma 5 dell'articolo 2 del medesimo decreto-legge n. 21 del 2012
l'acquisto a qualsiasi titolo di partecipazioni in societa' che
detengono beni e rapporti nei settori di cui all'articolo 4,
paragrafo 1, lettere a), b), c), d) ed e), ivi inclusi, nel settore
finanziario, quello creditizio e assicurativo, del regolamento (UE)
2019/452 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 marzo 2019.
.... ora alle domande sopra poste forse era più semplice e chiara questa citazione, posteriore alla Risoluzione 60, che ancora prevedeva l'imposta di registro in termine fisso:
Decreto-legge del 12/09/2014 n. 133
ART. 19
1. La registrazione dell'atto con il quale le parti dispongono esclusivamente la riduzione del canone di un contratto di locazione ancora in essere e' esente dalle imposte di registro e di bollo.
.... e per quanto concerne l'aspetto della scadenza temporale, avrebbe chiarito ai poveri mortali, una ancor più semplice citazione, sempre tratta dalla circ. 60/E:

Si fa presente, tuttavia, che il perfezionamento dell’accordo di riduzione del canone può determinare, di fatto, la diminuzione della base imponibile ai fini dell’imposta di registro (come pure ai fini delle imposte dirette), e conseguentemente, la corresponsione di una minore imposta.
Premesso quanto sopra, occorre rilevare che ai sensi dell’articolo 8 del TUR, anche in assenza di un obbligo di legge “Chiunque vi abbia interesse può richiedere in qualsiasi momento, pagando la relativa imposta la registrazione di una atto”.
.... è quindi solo questione di intendersi.
Dal forum io mi aspetto risposte corrette, ma anche chiare e comprensibili... anche ai non addetti ai lavori.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Dal forum io mi aspetto risposte corrette, ma anche chiare e comprensibili.
Concordo.
E mi pare che la risposta corretta, chiara e comprensibile l'hai avuta da @Nemesis nei post n. #9 e #11.
Risposte soprattutto brevi e concise che, secondo me, le rendono ancora più comprensibili.

Io mi sono solo permessa di osservare che quanto a te sembrava un lapsus o un errore è quanto riportato dall'Agenzia delle Entrate in quella Risoluzione.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Grazie: io mi sono invece permesso di far osservare che la stessa Agenzia delle Entrate in quella risoluzione, a scanso di equivoci, precisava tra parentesi:
La riduzione del canone può determinare, di fatto, la diminuzione della base imponibile ai fini dell’imposta di registro (come pure ai fini delle imposte dirette), e conseguentemente, la corresponsione di una minore imposta.

Sicuramente io sono stato tratto in inganno da quel solo accenno alla imposta di registro: ma francamente la risposta sintetica di Nemesis era decisamente troppo sintetica e si prestava ad equivoci: la Agenzia delle Entrate almeno aveva aggiunto , a scanso di malintesi, anche la precisazione sulle imposte dirette.

Visto che ci siamo aggiungerei una ulteriore osservazione: la Agenzia delle Entrate è sempre molto restia a parlar chiaro quando si tratta di possibili riduzioni di Entrate...; mi spiego.
Anche il riferimento alle imposte di registro, è piuttosto ermetico, in quella precisazione: perchè si dà il caso che per le imposte di registro GIA' versate nella annualità precedente, non maturerà alcun credito se nel corso d'anno si attua una riduzione del canone.
E anche se la registrazione è volontaria, non ti ricorda se non dietro sollecito, che ai fini delle imposte dirette è indispensabile effettuare la registrazione.
La nuova base imponibile, verrà presa in considerazione, (per il registro) solo nella annualità successiva: e nel caso la riduzione del canone dovesse cessare nel corso della nuova annualità, sarà appunto ri-dovuta la imposta di registro, Per quanto riguarda le imposte dirette ne scaturirà automaticamente la conseguenza.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Liederman

Membro Attivo
Proprietario Casa
si possa fare una registrazione retroattiva
È possibile effettuare la registrazione entro il 30 giugno 2020.
Il 30 giugno si avvicina e purtroppo siamo lontani da poter fare un accordo di riduzione e tanto meno di registrarlo.

Al di là delle norme di questo periodo, non mi è ancora chiaro se è possibile una registrazione retroattiva.... In luglio/agosto posso registrare la riduzione del canone relativo ad Aprile/Maggio/Giugno ?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, ho una questione da porvi per chi mi può aiutare : nel condominio, l'impianto citofonico è stato sostituito da un cellulare. Tutte le comunicazioni dei portieri arrivano o tramite WhatsApp o per chiamata vocale. A questo punto, bisogna comunque versare indennità per conduzione di citofono o no? Grazie anticipatamente
perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Alto