1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. francuccio43

    francuccio43 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    A tutti gli amici del Forum buondì.

    Chiedo un consiglio a chi ne ha competenza.
    In una Corte del 600 ristrutturata dove esistono undici proprietari e venti condomini è stato fatto dopo tante discussioni un Regolamento di Condominio a maggioranza dei millesimi composto da undici articoli e sono stati nominati al posto dell'amministratore quattro Responsabili di Condominio che avrebbero dovuto far rispettare le regole approvate.
    Tra i tanti articoli ne è stato approvato uno che dice: La Corte è adibita esclusivamente a parcheggio dei residenti in base alle unità abitative. Limitatamente è consentita la sosta a qualche parente o amico purchè occupi il solo spazio spettante al condomino, senza invadere lo spazio degli altri residenti, ogni unità abitativa usufruisce di un posto auto.
    Cosa succede: Purtroppo i posti non sono assegnati e a chi spetta un solo posto cerca di occuparne due e a volte anche tre con la visita di qualche parente, ma guarda caso che tra questi c'è anche un responsabile di condominio, un'altro inquilino invece, gestisce un piccolo ristorante composto da due locali che si affacciano sulla strada principale e dal lato opposto nella Corte, inizialmente all'apertura del locale aveva chiesto se poteva far entrare qualche macchina di qualche cliente, invece con il passare del tempo non è stato così, nei giorni di maggiore richiesta fa entrare anche sei/sette auto in questa Corte a danno di chi
    a più appartamenti. Siccome due Responsabili sono a favore di questo signore e un'altro non si interessa affatto e quindi non si possono far rispettare le regole.
    Chiedo:
    1) Il regolamento dev'essere registrato per essere valido a norma di legge.
    2) É possibile nominare un amministratore esterno e con quali procedure.
    Un saluto a tutti voi in attesa delle vostre risposte.
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se esistono 11 proprietari, esistono 11 condomini.
    Dato che, in ogni caso, i condomini sono più di otto, l'art. 1129 c. c. prevede che l'assemblea debba provvedere a nominare un amministratore. Se l'assemblea non lo farà, lo nominerà l'autorità giudiziaria, su ricorso di uno più condomini.
     
    A meri56 piace questo elemento.
  3. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    forse voleva dire 11 proprietari e venti famiglie. Condomino è uguale a proprietario (con- dominio)

    l'amministratore esterno o interno, potrebbero essere, dio ce ne guardi!, la banda dei quattro, viene nominato dall'assemblea a maggioranza semplice. (50,1%)
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Per la nomina di un amministratore in assemblea regolarmente convocata sia prima che in 2° convocazione, è sufficiente la maggioranza dei presenti rappresentanti almeno 500 millesimi (in pratica il 50% del valore dell'edificio)
     
  5. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa Condobip, ma la maggioranza non può essere la metà netta.
     
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si, se la minoranza è inferiore, l'art 1136 cc dice

    - Sono valide le deliberazioni approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio.

    e la metà di 1000 è 500 ovvero il 50%
     
  7. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai ragione. Si poteva essere più precisi nel legiferare. Si potrebbe addivenire in pura ipotesi all'elezione di due amministratori legittimati dal codice
     
  8. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Due non è possibile, perchè in caso di parità (detto stallo) continua quello che era già in carica, ed in caso di nuovo condominio e 1° nomina si dovrà ripetere la votazione in quanto nessun candidato è stato nominato.
     
  9. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma quello in carica vuole andarsene. Ha ragione quindi di andare a portare i libri in tribunale
     
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si, l'ho appena scritto nell'altro Topic;
    http://www.propit.it/threads/continua-la-saga-dellamministratore-imbroglione.29082/#post-159622

    In tribunale SI, anzi alla Volontaria Giurisdizione, in caso di inerzia dell'assemblea se non nomina un successore in caso di "dimissioni irrevocabili"

    L’amministratore dimissionario può chiedere in sede di volontaria giurisdizione la nomina di un amministratore che lo sostituisca nella gestione condominiale in caso di carenza decisionale da parte dell’assemblea. (Tribunale di Milano, sentenza 9 novembre 2007, n. 12150)
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ma francuccio43 voleva forse dire che le 20 unità immobiliari sono proprietà di 11 persone.

    Questi significa che ci sono 20 posti auto condominiali. Sono tutti uguali? oppure qualcuno è di difficile accesso?


    Questo esclude che nel medesimo momento il condomino abbia parcheggiato dentro.

    Male molto male. E' da qui che inizia il marasma.

    Per farla in breve vai di corsa dal giudice per far nominare un amministratore spiegando l'origine della tua richiesta. I quadrumvirati non hanno mai funzionato.
    Poi un ultima cosa quando è stato istituito il condominio? All'atto della sua costituzione era necessario un regolamento; c'è? Se lo fate adesso essendo il primo occorrono probabilmente 1000/1000.
     
    Ultima modifica: 17 Ottobre 2013
  12. francuccio43

    francuccio43 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il Regolamento esiste ed è Assembleare secondo art. 1137 c.c. approvato a maggioranza con 633,32 millesimi, ma alcuni fanno i finti tonti, avevamo stabilito di pagare € 25,00/anno per spese energia elettrica per cancello auto, citofoni, varie e imprevisti, ma alcuni oltre a parcheggiare più auto di quelle spettanti (nel Regolamento è previsto un posto auto per ogni unità abitativa) non pagano addirittura la quota spettante, quindi gli altri dovrebbero fare opera di beneficenza,
    non concepiscono che con un Amministratore esterno gli €25,00 attualmente annui, li pagherebbero ogni mese in quanto dovranno essere comprese le competenze di amministrazione esterna.
    Un saluto a tutto il Forum.
     
  13. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    C'è poco da fare allora. Non credo che con un amministratore esterno la cosa cambi, a meno che un domatore riesca a farsi sentire da questi "finti tonti". Non credo neanche che con un regolamento debitamente presentato ad un notaio cambi nulla. La questione riguarda solo il rapporto tra condomini di cui alcuni sono prepotenti che abitualmente calpestano i diritti degli altri, proprietari anche loro! Che fare vin questo caso? Si può con un amministratore esterno e forti di un contratto racchiuso in un regolamento condominiale riuscire a rieducare tali persone? Sì forse la legge c'è, ma ne vale la pena? questo sanno i prepotenti. Che non ne vale la pena. Nella prossima riunione apri il problema rivolgendoti proprio a questi prepotenti e stringili in angolo. Colpisci a segno
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina