1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. del beato

    del beato Nuovo Iscritto

    salve a tutti,
    sono una studentessa con regolare contratto di affitto dal 2009.
    il mese scorso è arrivato un conguaglio di condominio che ricopriva il periodo dal 2008 al 2012.
    ora la domanda mia e delle mie coinquiline è: ma i conguagli non sono annuali?e , pertanto, è lecito che l'amministratore esiga tali quote con anni di ritardo?
    spero di essermi spiegata il più possibile, aspetto risp solerti!
    grazie!
     
  2. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Primo.
    L'amministratore non deve avere alcun rapporto diretto con gli inquilini dei proprietari per quanto riguarda la richiesta delle spese condominiali. La richiesta del pagamento delle spese correnti e di eventuali conguagli va fatta dall'amministratore al proprietario il quale provvede al pagamento e, successivamente, difalca le spese di sua competenza e invia la richiesta al conduttore per il rimborso della parte di spese di competenza di quest'ultimo.
    Secondo.
    L'esercizio condominiale e quindi il rendiconto delle spese è solitamente annuale. Può darsi che per qualche motivo (amministratore sostituito, spese pluriennali ecc.) vi siano dei conguagli che si riferiscono a esercizi precedenti. Bisogna valutare in dettaglio se:
    - tali spese di cui si chiede il conguaglio siano di competenza del locatore o del conduttore;
    - nei periodi a cui tali spese si riferiscono il conduttore era già parte del contratto si locazione o meno.

    Vedi l'allegato tabella_confedilizia_ripartizione_spese_inquilino_proprietario.pdf
     
  3. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Maro', come sei drastico....:D
    Sulla responsabilità del condomino sono pienamente d'accordo, ma nulla impedisce all'amministratore di chiedere in prima battuta i soldini direttamente agli inquilini.
    A volte la riscossione diventa molto più semplice. Se poi gli inquilini non pagano, si va subito a mordere i polpacci del proprietario!
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa, non sono drastico. Dimmi tu, allora, che rapporto intercorre (di tipo legale intendo) tra amministratore e inquilino. Forse che l'amministratore ha un rapporto di mandato da parte del proprietario ? Se è così viola la deontologia professionale, in quanto egli non dovrebbe avere incarichi dai singoli condomini che esulino dalla sua carica. Unica deroga è la compilazione di un prospetto di ripartizione spese tra proprietario e inquilino, cosa che molti amministratori fanno (a pagamento). E se poi l'inquilino una volta che gli ha chiesto le spese non paga ? Gli fa lui un'azione di recupero o spetta al proprietario ?
     
  5. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me ha ragione Mapeit.
    Il Condominio è completamente estraneo ai rapporti intercorrenti tra i singoli condòmini ed eventuali loro inquilini.
    Quindi il condòmino paga all'amministratore le spese e poi si rivale sul proprio inquilino.
    E' anche vero che alcuni amministratori (non tutti, a quanto mi risulta) a richiesta del condòmino possono indicare quali spese sono a carico del proprietario e quali a carico dell'inquilino.
     
  6. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Lungi da me il mettere in discussione le fondamenta legali delle vostre posizioni.

    Ma poiché tra dire e fare... accade sovente che l'amministratore, per semplificarsi la vita o per cortesia (o anche per "vile" denaro) in prima battuta chieda il pagamento delle spese direttamente all'inquilino. Come ho già scritto:

    Ovviamente l'inquilino può decidere di non pagare, e in quel caso toccherà al proprietario, ma in genere tanto i conduttori quanto i locatori (che magari vivono in un'altra città) preferiscono di gran lunga risparmiarsi discussioni sul "cosa tocca a chi" e delegare la riscossione a un terzo.
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    L'amministratore può su autorizzazione del condomino, inviare le spese inerenti al locatario separatamente, (divisione onerosa) e queste spese non si possono rimandare negli anni essendo spese occorrenti per la conduzione del condominio stesso ciao:idea:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina