1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. FabioElle

    FabioElle Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Buonasera, mi affido alla disponibilità e pazienza di chi vorrà darmi qualche suggerimento. Da pochi mesi il nostro condominio ha cambiato amministratore, in modo certamente legale ma ad un solo mese di distanza dal termine del mandato e quindi, ovviamente, a seguito di tensioni fra alcuni condomini e l'amministratore uscente. Il nuovo amministratore, oltre ad esternare in ogni occasione (assemblee e telefonate) atteggiamenti pesantemente critici (ai limiti della diffamazione) nei confronti del collega uscente, ha inviato ai condomini un "rendiconto e riparto fiscale spese" per alcuni versi imbarazzante, circa il quale chiederei un parere.
    Nella premessa l'amministratore, in sostanza, dichiara che:
    - "il rendiconto è stato redatto snza trascurare di fornire le indicazioni sulla tipologia degli interventi per consentire al Suo consulente fiscale di valutare ....."
    - "l'espletamento degli adempimenti è stato curato nei modi richiesti ...."
    - "sarà Sua cura (cioè mia) provvedere a calcolare l'importo da portare in detrazione ....".
    Eventuali incompletezze sono dovute, a suo dire, alla mancata consegna dei documenti necessari da parte del collega. L'amministratore uscente dice di avere consegnato tutto e di non avere più alcun titolo per operare a nome del condominio.
    Il rendiconto inviatoci ( intestato AD UN ALTRO CONDOMINIO, ma questo lo voglio considerare come una svista e niente più) contiene unicamente un elenco di fatture (numero, importo, data del bonifico) senza riferimenti precisi ai fornitori nè descrizioni dei lavori. Inoltre, nella ripartizione delle spese, non è stato riportato l'importo di una delle fatture ed i condomini solo elencati con la sola indicazione dell'interno.
    Oltre ad un parere su questo comportamento, chiederei :
    - sono sufficienti i dati presenti nel rendiconto fiscale ?
    - oltre alle copie delle fatture dei fonitori (credo indispensabili per valutare la detraibilità) è possibile chiedere copia del verbale di consegna dei documenti fra gli amministratori ?
    Grazie, saluti
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E a cosa ti servirebbe?

    Per tutto il resto non hai che da chiarire malintesi su nome errato e farti completare i dati mancanti.
    Deve essere il tuo commercialista a seguirti nella pratica di detrazione/bonus fiscale.
     
  3. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ... forse a capire di che incompletezze fa riferimento ..

    Quanto alla seguente frase ...
    ... condividerei le perplessità di Fabio: l'anagrafica condominiale è in vigore da tempo. E la non corrispondenza tra importi versati e somma delle fatture esposte non mi pare indice di buona gestione contabile.

    Quanto al calcolo degli importi da portare in detrazione, presumo si riferisca solo alla eventuale ripartizione tra gli eventuali comproprietari dell'immobile, in funzione di una eventuale diversa ripartizione dei costi sostenuti. Non saprei in cosa altro il proprio commercialista debba seguire il fabio.
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Pretestuoso.

    La Legge non indica quali siano i documenti da "trasmettere" ma si limita ad un generico
    Art. 1713 CC
    Il mandatario deve rendere al mandante il conto del suo operato e rimettergli tutto ciò che ha ricevuto a causa del mandato...


    Per "estrapolazione" dagli Art. 1130 e 1130bis si possono individuare tutta una serie di atti e documenti identificabili come "documenti condominiali"...ma in un
    "verbale" (termine che ufficilamente non esiste ma che sottende ad un qualsiasi documento/ricevuta di quanto conseganto/ricevuto) al massimo potrà essere riportato un elenco sintetico tipo:
    -Registro delle delibere assembleari
    -Registro dei Bilanci preventivi e consuntivi
    -Piani e criteri di riparto
    -Regolamento di condominio
    +tutta una serie di altre "amenità".

    Quindi cosa si potrebbe "appurare"...che non sia già dientificabile nelle parole del nuovo mandatario?

    Probabile che il "revocato" non si sia preso la briga di completare eventuali prospetti e ora si trinceri dietro "ormai non ho titolo per operare"...e non è certo compito del nuovo adempiere a mancanze precedenti.

    A @FabioElle bastano le copie del fatture e del bonifico fatto a pagamento della sua quota ...e dopo eventuale richiesta dal suo commercialista chiedere integrazione di quanto serve.
     
  5. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi sembra che la lista sia incompleta:
    o l'amministratore fornisce una dichiarazione in cui si impegna a conservare presso il'archivio dei documenti condominiali le fatture ed i bonifici effettuati dal condominio a fronte delle fatture ,
    oppure fornisce ai condomini copie delle fatture, e relativi bonifici (e per il passato anche le copia della comunicazione a Pescara , le autorizzazioni edilizie eventuali ecc).
    Quanto alla detraibilità, starà a Fabio conservare copia della ricevuta di pagamento datata della propria quota al vecchio amministratore.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nessuna "incompletezza.
    Rileggi
    Fatture e copie bonifici è implicito e compreso. In ogni caso sono documenti di cui si può sempre ottenere copia
     
  7. FabioElle

    FabioElle Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ringrazio anzitutto per le risposte. Vorrei solo precisare qualche aspetto in quanto, da incompetente quale sono (immagino si sia capito perfettamente), posso facilmente avere sbagliato la scelta degli elementi da evidenziare.
    Cerco di rimanere nel merito delle cose (senza voler alimentare la caccia alle streghe purtroppo già in corso nelle due direzioni, sicuramente controproducente). Ero abituato a ricevere dall'amministratore revocato un rendiconto fiscale con:
    - copia della comunicazione da parte dell'amministratore all'Agenzia delle Entrate per la detrazione al nn% ai fini IRPEF
    - Bilancio ai fini detrazione IRPEF al nn%
    - Riparto consuntivo fiscale (IRPEF nn% per l'anno YYYY) con interni, nominativo, importi
    - Dichiarazione relativa agli adempimenti effettuati.
    - copia delle fatture (non sempre)
    Ora mi ritrovo un rendiconto fiscale con:
    - descrizione e codice fiscale di un altro condominio
    - elenco delle fatture / pagamenti con numero fattura, data bonifico e importo, senza alcun riferimento significativo alla natura dei lavori (es. "LAVORI POGGIOLI")
    - Riparto senza nominativi, con una fattura non riportata fra gli importi da suddividere
    - Dichiarazione di espletamento degli adempimenti e conservazione dei documenti e di avere redatto il riparto fiscale "con precise indicazioni sulla tipologia dell'interveto" (v.sopra quanto precise), ma anche la non assunzione di responsabilità circa svariate cose, dalla "determinazione dei soggetti ammessi ad usufruire della detrazione" alla "tipologia degli interventi che danno diritto alla detrazione" ed alla "conferma dell'avvenuta osservanza degli adempimenti richiesti per poter usufruire della detrazione".
    Aggiungo solo che, al momento della revoca del mandato, l'amministratore uscente non poteva redarre un riparto fiscale in quanto i lavori non erano ancora terminati.
    Tutto sommato, mi sento in diritto di avere qualche perplessità. Forse alla luce di questi (spero) chiarimenti avrete qualche ulteriore parere o suggerimento da darmi, altrimenti .... alla prossima assemblea (almeno per la correzione del condomino sul rendiconto!)
    Grazie ancora a tutti
     
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Questo è un errore che può capitare...certo che non si fa una bella figura a dire peste e corna del predecessore e poi non fare attenzione a quello che si consegna.

    Come detto vai e chiarisci la questione chiedendo tutto quanto serve al tuo commercialista...e che sia ciò che ti/vi riguarda...e non la situazione di altri Condomini.
     
    Ultima modifica: 5 Marzo 2016
  9. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per questa correzione non aspetterei una assemblea: chiederei la rettifica anche solo telefonicamente. Al massimo rimanderei all'assemblea se l'Amministratore non correggesse immediatamente.
     
  10. FabioElle

    FabioElle Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    E' già in programma molto a breve un'asseblea straordinaria per tutt'altri motivi- Gli ex-consiglieri, mi hanno riferito oggi, hanno già accennato qualcosa all'amministratore ma vogliono comunque parlarne in assemblea, forse è meglio. Se dall'assemblea verranno sviluppi (o nuovi dubbi) ... interessanti non mancherò di riferirli. Ancora grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina