• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
Ho un immobile dal 1970, acquistato con la domanda di accatastamento, e pagando dall'epoca ICI e poi IMU con una RC presunta divenuti da lire ad 430 euro circa. E chi ci pensava più, di anno in anno si pagava in base al precedente e via. Il locale è un C1 affittato a Roma a basso reddito.
Ora con una riforma, a quello che ho capito, del condominio, per usufruire della detrazione fiscale per lavori condominiali l'amministratore mi ha "svegliato dal torpore", ho chiesto lumi al catasto, il quale in una decina di giorni mi ha prodotto l'accatastamento, la vecchia domanda era rimasta li ferma senza soluzione, con particella e sub e con, ahimè una RC che passa dai 430 a 2350 euro !!! 5 volte e più.....

Che si fa ora ? devo adeguare il contratto di affitto, dovrò aspettare la scadenza dei 6 anni ? o ci sono motivi per adeguarlo ?
Devo pagare l'IMU ricalcolato, ma solo per i prossimi anni o mi chiederanno anni indietro ?

Poi .... possibile un ricalcolo del genere ?

Grazie a tutti
Enrico
 

fasa78

Membro Attivo
#2
Ciao mi sono "accorto" quest'anno anche io che è cambiata la rendita catastale , cioè dopo avere portato il contratto d'affitto all'agenzia delle entrate nel 2016 ....

Risultato che proprio in queste settimane mi è giunta a casa una multa da pagare per l'anno 2012 relativo al mancato / completo pagamento dell' IMU con una multa di 67 euro.
Motivazione : è stato messo un importo di accatastamento diverso rispetto a quello che è attualmente . Si vede che negli anni era cambiata e non lo sapeva nessuno....

Risultato che ora devo tornare al caff a rifare per lo meno gli ultimi 4 anni per sistemare la cosa e pagare il dovuto se no ogni anni mi arriva questa multa di 67 euro + differenza da pagare .
 

Gianco

Membro Storico
#3
Quando il catasto varia sia la categoria che la classe e la consistenza, in sede di aggiornamento proposto con denuncia di nuova unità o variazione di immobile già censito notifica la decisione all'interessato. Solo allora l'Ente impositore avrà titolo a richiedere l'adeguamento.
 
#5
Quando il catasto varia sia la categoria che la classe e la consistenza, in sede di aggiornamento proposto con denuncia di nuova unità o variazione di immobile già censito notifica la decisione all'interessato. Solo allora l'Ente impositore avrà titolo a richiedere l'adeguamento.
Ciao Gianco,
Non mi è chiaro.. fino a che non mi notificano dal comune la variazione pago per la vecchia Rendita Catastale ?
Ma nel forum leggo che molti non hanno ricevuto nessuna notifica all'aggiornamento della RC...
Grazie
 
#6
la rivalutazione della rendita catastale si riceve dal catasto non dal comune, e solo da quella data si deve ricalcolare IRPEF da pagare, salvo che sia dato in locazione.
se si ritiene non conforme, si può sempre fare ricorso
 

basty

Membro Storico
#7
Confermo: con una certa legge Bassanini, è stato imposto alla pubblica amministrazione di notificare formalmente e direttamente agli interessati la variazione, per qualunque motivo, della categoria/rendita catastale.

E' capitata la medesima storia a me: l'ufficio tributi comunale aveva fatto orecchi da mercante, ho fatto ricorso ed ho avuto ragione, con censura nei confronti del comune che mi aveva costretto al ricorso alla commissione tributaria provinciale.

Pagherai secondo la nuova rendita, a partire dal primo gennaio seguente la data in cui ti è stata notificata la nuova situazione (ovviamente vale come data anche la data di notifica di una cartella di integrazione)

Non so però se la regola della notifica sussista anche per le rendite proposte, che poi vengono confermate o modificate d'ufficio. Mi pare che la assegnazione definitiva debba avvenire entro un anno dalla presentazione. Che dice @Gianco o altri addetti ai lavori?
 
#8
la mia esperienza:
Parma.
Rogito, con rendita proposta in data Ottobre 1995
- 1^ Notifica Ufficio tecnico erariale, Rendita Definitiva Dicembre 1997
- 2^ Notifica, conversione in Euro Rendita Definitiva, Dicembre 2001.
 
#9
se la rendita definitiva è congrua dovè il problema, il problema nasce quando tutto il vicinato (comparto) presenta rendite inferiori con le stesse caratteristiche costruttive.
 
#11
se interrogo il sito dell'Agenzia delle Entrate nelle consultazioni personali, e visualizzo la nuova visura aggiornata con i nuovi valori, risulta quello come notifica o devo comunque attendere una lettera per posta?
 

basty

Membro Storico
#12
se interrogo il sito dell'Agenzia delle Entrate nelle consultazioni personali, e visualizzo la nuova visura aggiornata con i nuovi valori, risulta quello come notifica o devo comunque attendere una lettera per posta?
La procedura prevederebbe una notifica formale, credo addirittura come RAR.
in assenza potresti contestare la non comunicazione.
Certo se chiedi personalmente una visura e vieni a conoscenza del nuovo accatastamento, potrebbe risultare e non potresti sostenere di esserne all'oscuro.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto