1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. abaietti

    abaietti Membro Junior

    Proprietario di Casa
    buongiorno,
    vorrei affittare il piano terra di un immobile di mia proprietà. il contratto comprenderebbe due unità catastali distinte site al piano terra e le sole pertinente site al piano terra di altre due unità catastali, il cui corpo principale si trova al primo piano. La parte sita al primo piano è sfitta. Quando redigo il contratto, indico che le due unità catastali sono affittate solo per la porzione sita al piano terra, ma che rendita catastale inserisco? quella intera? faccio una proporzione in base ai metri catastali?
    come mi comporto quando devo fare il 730? in un rigo metto una parte della rendita come affittata (cod.3) e nel secondo rigo un'altra parte di rendita indicando l'immobile come a disposizione (cod.9)
    grazie a chi vorrà rispondere
     
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    La rendita è quella delle visure catastali, se sono unità distinte ognuna avrà la sua rendita ti basta solo sapere quale è quella del piano terra e quale del piano primo (la trovi nelle annotazioni) dove ti dice la via i cui è sito l'immobile ti dice anche (ad esempio) T-1 (piano terra e primo), S1-T (seminterrato o interrato, piano terra)
     
  3. abaietti

    abaietti Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie, il mio problema riguarda la rendita dei due appartamenti al primo piano che contengono al loro interno anche le relative pertinenze (cantine) site al piano terra. mi hanno chiesto in affitto solo le cantine, ma la rendita catastale da visura è unica. Per la registrazione dico che ho affittato solo una porzione dell'unità catastale, ma non so quale rendita abbianarci. mi sembra eccessivo indicare tutta la rendita dell'appartamento del primo piano. aiuto....
    grazie
     
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Teoricamente non potresti neanche affittare solo 2 pertinenze di un'unità immobiliare, in quanto quando fai il contratto indichi anche gli estremi catastali dell'immobile...ma se l'immobile rappresentato contiene cantina e abitazione sarebbero indivisibili. Metti il caso che riesci ad affittare l'abitazione, come fai senza su pertinenza??[DOUBLEPOST=1370939420,1370939175][/DOUBLEPOST]
    A meno che tu non rifaccia un accatastamento per divisione e decida di staccare la cantina dal'abitazione costituendo 2 unità immobiliari indipendenti; però ammesso che riesca ad affittare solo la cantina, dovessi trovare un interessato per l'abitazione, la vedo dura riuscire se manca una cantina annessa...però qui sta a te abaietti decidere...
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quanto invidio la Common Law !
    Ma in Italia il buon senso non esiste ?
    E' mai possibile che un cittadino non possa affittare una parte di un immobile solo perchè esiste una unica particella catastale ?
    Abaietti, usa il buon senso e applica una proporzione in base ai metri quadri.
     
    A abaietti piace questo elemento.
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Scusa Alberto, ma se tu dovessi noleggiare un'auto (esempio) una Fiat, ed effettivamente quella, come ti comporteresti se al primo controllo venisse fuori che quella macchina ha il libretto di circolazione di un'altra auto?? Il catasto per una casa è un po come parte del libretto di circolazione dell'auto.
    Una persona è libera di fare e disfare quel che gli pare, ma deve essere cosciente di tutto ciò che comporta e può comportare.
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quì non si sta noleggiando alcunchè con il numero di targa, matricola o particella di un altro bene, si sta solo cercando di permettere ad un cittadino italiano di poter disporre di un proprio bene come meglio credo (pagando le tasse) incluso un utilizzo parziale come succede in ogni paese civile del mondo.
    E' mai possibile che si debba sottostare a delle imposizioni inventate da qualche oscuro burocrate ? Non sarebbe sufficiente aggiungere una casella dedicata alle annotazioni ? Come utilizzo parziale. Anzi, sarebbe sufficiente una colonna dove apporre una x.
    Secondo teAbaietti dovrebbe incaricare un tecnico (sborsargli magari 2500/3000 Euro) per riaccatastare la" quota" da dare in locazione ? Per poi magari, dopo un anno o due, fare l'operazione inversa ? Pura follia.
    Questa è la vera causa dello stato in cui si trova lo Stato Italiano. Burocrazia fonte di corruzione, arroganza e immobilismo.
     
  8. abaietti

    abaietti Membro Junior

    Proprietario di Casa
    l'affitto delle sole pertinente credo sia possibile perchè in sede di registrazione del contratto è espressamente possibile affittare una porzione di immobile. d'altronde è possibile affitare una sola stanza di un appartamento (vedi tutti i contratti a studenti, ognuno ha il suo).. non è questione di voler uscire dalla legalità, figurarsi.... non è nelle mie intenzioni... non mi sembra strano affittare un appartamento senza cantina. e mi sembra ragionevole che chi ha affittato il negozio mi abbia chiesto anche le due cantine per usarle come magazzino. il problema è che al solito il diavolo ha fatto le pentole ma non i coperchi, per cui prevede la locazione parziale , ma non ti dice come calcolarne la rendita... uffi. Grazie ad entrambi
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Purtroppo le leggi non le facciamo noi, però dobbiamo rispettarle.

    Ti ho fatto solo un esempio, calzante, di cos' è il libretto di un'auto e cosa è il catasto, perchè noleggio ed affitto non si equivalgono in pratica??...ho aggiunto anche:

    No io ho detto SOLO cosa andrebbe fatto per essere a posto, ma il consiglio mio per essere a posto e non spendere è:

    Tieni conto Alberto, inoltre dovesse mai affittare l'abitazione per legge sei tenuto a dare anche l'ACE, (visto che ora è pure un atto pubblico); il fatto è che L?ACE prende i dati del catasto fabbricati...con una divisione i dati del catasto fabbricati variano anch'essi...quindi onde evitare quello che mi hai scritto tu:

    ecco perchè avevo fatto un certo ragionamento, anch'io ho delle proprietà, son conscio delle difficoltà nel gestirle...però è bene sapere bene a csa si va incontro.

    Come fai a registrare un contratto di locazione di un'immobile ad esempio A/2 con annessa cantina (quindi un'unico immobile) se poi affitti solo la cantina?? L?agenzia ora chiedono anche le planimetrie (da noi lo stanno facendo) (anzi ormai se la fanno loro visto che Entrate e Territorio sono fuse nell'Agenzia delle Entrate...come fai a sostenere un discorso differente, quando dalla planimetria salta fuori l'abitazione e la cantina...che faresti??
     
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Si se sono monolocali e hanno un loro classamento a parte,

    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...ne/come+registrare+in+ufficio+contr_locazione
    Questo è la procedura dell'ufficio...

    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...onefino2010/scheda+informativa_dati+catastali
    Questa invece è la comunicazione dei dati catastali degli immobili dal 1°luglio 2010...se fate il conto che da dicembre 2012 Agenzia delle Entrate e del Territorio sono fuse insieme, quanto ci mettono secondo voi a farsi una planimetria in tempo reale?? ve lo io dico..se l'operatore è lento ci mettono 5 minuti!
     
  11. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Ammesso che non in tutte le Agenzie d'Italia sia prassi farsi anche la planimetria...ma avendo un catasto unico per cantina ed abitazione...avendo già registrato ad un inquilino la cantina (con obbligo di comunicazione dei dati catastali) come farei ad affittare ad un'altro l'abitazione ,avendo il medesimo catasto della cantina, ed essendo obbligato a comunicare i dati catastali dell'immobile (già comunicati all'Agenzia, per un contratto d'affitto, già in essere a quel momento??) non sono così scemi...
     
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    assolutamente no e basta aprire il modello 69 (quello della comunicazione dei dati catastali).
    Non fare confusione tra immobile, ed unità immobiliare, sono 2 cose differenti.
    all'interno di un'immobile (o fabbricato) ci possono essere tante unità immobiliari...caso tipico il condominio (l'immobile) e i singoli appartamenti con cantina compresa (unità immobiliari) , le sole cantine (altre unità immobiliari) e i garage (altre ancora).

    Se il condominio ad esempio il n°755...l'unità immobiliare potrebbe essere il 755 sub.1 o altro numero (quest'ultima va indicata) e non il solo 755 (che sarebbe tutto il condominio).
     
  13. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa Daniele,
    ma il contenuto del contratto non conta ? Ma dove sta scritto che se ho un appartamento sono obbligato a dare in locazione anche le pertinenze ? Solo perchè "un modulo" lo richiede ? Ma in che mondo siamo finiti ?
    Un contratto deve esprimere la volontà delle parti e non quelle del burocrate.
    Se io voglio affittare un appartamento "senza garage" e " senza cantina" lo faccio e lo scrivo nel contratto. Che l'Agenzia delle Entrate e del Territorio facciano i controlli che vogliono, sarò in grado di far valere le mie ragioni !
     
  14. abaietti

    abaietti Membro Junior

    Proprietario di Casa
    mi sembra strano perchè tutti gli appartamenti che ho affittato, situati all'interno di condomini (immobili) all'agenzia delle entrate hanno sempre scritto "I" come intero immobile. in ogni caso volevo solo sapere se lo potevo fare, mi unisco allo sconforto di Alberto, perchè non mi sembra di aver proposto nulla di "osceno" volendo affittare una cantina a qualcuno che me l'ha chiesta. grazie a tutti per i consigli
     
  15. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    é proprio il contenuto del contratto il problema, se io ho delle PERTINENZE avrò un C/2 (cantina) o un C/6 (garage) ognuna delle quali con sua rendita ecc,. ed una abitazione A/2, A/3, A/4 eccc...

    nel nostro caso NON HO UNA PERTINENZA, perchè avendo tutto accatasto sulla scheda del'abitazione A/4, A/3...quello che vuoi in realtà o un locale che è un ACCESSORIO che può essere diretto o meno (ma non è questo il fatto...) il fatto è che con un locale accessorio ho (come descritto dal nostro amico) un'unico Catasto e l'Agenzia ti chiede di comunicare i dati della tua unità.

    Siccome il contratto è basato su tanti allegati e fra questi ci sono anche le piantine catastali di quello che affitti, ripeto come fai ad affitare parte di una stessa proprietà...

    cero che lo puoi fare, ma per farlo devi avere casa (A/2 , A/3 ecccc) cantina (C/2 ecccc.) garage (C/6) eccc. riesco a spiegarmi??? Poi che si lo faccia lo stesso va bene ma che sia regolare NO.

    Fai pure, io ti ho avvertito.
     
  16. maria55

    maria55 Membro Attivo

    Professionista
    Ritengo che si possa liberamente affittare una porzione di u.i. La rendita và indicata per intero. Occorre una descrizione dettagliata della porzione (es. Prima porta a destra, seconda porta a sinistra ). Inoltre, occorre allegare all' atto una planimetria con su evidenziata la porzione affittata.
     
  17. abaietti

    abaietti Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie. Per adesso nella bozza del contratto ho fatto proprio così, con tanto di planimetria catastale. mi stavo informando per la registrazione (modello 69) e, sopratutto per il 730 in cui ho difficoltà a capire come comportarmi
     
  18. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    SI, si può

    Si può locare regolarmente anche parte di una stanza....completando bene il contratto

    Si puó locare (contratto da privato a privato) se entrambe le parti lo vogliono anche uno spazio.... solamente per utilizzare l'immensa toeletta con il suo immenso specchio e tutti gli accessori disponibili... se il proprietario "del tutto" è una delle parti!

    ....con quest'esempio a qualcuno è venuto in mente "un nuovo lavoro" ? :) .... mia moglie pagherebbe per utilizzare una stanza così (che non fosse di mia proprietà cosicchè io non possa metter-bocca su tempi/modi/disordine/ecc.)

    ... è sempre un piacere (inviato dal mio ZOPO300+)
     
  19. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si può tranquillamente locare una porzione di immobile indicando "P" (parziale) in fase di registrazione e la rendita catastale sempre per intero.
    Ovviamente nel contratto dovrai specificare bene ciò che affitti.
    In fase di dichiarazione dei redditi non si può "spezzare" la rendita catastale attribuendola secondo criteri o calcoli personali.
    Farai un solo rigo per l'immobile locato parzialmente indicandolo come "locato" e indicando il canone che percepisci. Se questo è maggiore della rendita catastale costituirà l'imponibile, altrimenti sarà la rendita catastale l'imponibile.
    Se un domani affitterai anche l'abitazione al primo piano registrerai di nuovo un contratto "parziale" per la stessa unità catastale indicando la rendita per intero e nella dichiarazione dei redditi sempre un unico rigo riportando come canone la somma dei canoni che percepisci per lo stesso immobile.
    Meno complicato di quanto sembri a dirlo.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  20. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie Mapeit,
    finalmente un po' di luce !
    :stretta_di_mano:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina