1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. MOLLA81

    MOLLA81 Nuovo Iscritto

    Salve a tutti,
    vi pongo il seguente quesito: a maggio 2010 ho acquistato la prima casa ed a gennaio 2011 ho preso la residenza nel comune dove è ubicato l'immobile a questo punto vorrei sapere se rinunciando a scaricare gli interessi passivi del mutuo e all'esenzione ICI posso dopo sei/sette mesi ritrasferire la mia residenza in un altro comune senza perdere le agevolazioni riguardo "l'acquisto" della prima casa.
    Ringrazio chiunque voglia rispondere al mio quesito.
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    no, appena ti trasferisci........................e si accorgono del cambio di residenza prima dei 5 anni, arrivano le sanzioni dell'ufficio delle entrate perche' perdi le agevolazioni.
    mica sono scemi..............quellli del Fisco.
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    mah, io sapevo che potevi ancora incontro ad accertamenti ma che non c'è una norma che dice quanto tempo devi mantenere lì la residenza.
     
  4. MOLLA81

    MOLLA81 Nuovo Iscritto

    Scusate, ma leggendo la normativa riguardo le agevolazioni prima casa non c'è scritto da nessuna parte che l'acquirente deve mantenere la residenza per un minimo di tempo c'è scritto solamente che è obbligato a prenderla entro 18 mesi dall'atto; Questo mi è stato detto anche dal notaio e allora chiedo per quale motivo si devono rispettare termini che non esistono?
     
  5. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Quando si ragiona con l'agenzia delle entrate(AdE)...... a volte si ragiona poco (mi riferisco all'AdE).

    Le certezze:
    - la prima volta che si acquista usufruendo delle agevolazioni "prima casa" se non si è già residenti nel comune ove è ubicato l'immobile, l'acquirente si obbliga a prendere la residenza nel comune entro 18 mesi dal rogito definitivo di vendita.
    - il potere di accertamento dell'AdE termina entro 3 anni dal rogito (se si era già residenti nl comune) o dallo scadere dei 18 mesi (se non si era ancora residenti nel comune).

    I dubbi:
    - anche a me non risulta una durata minima esplicità per mantenere la residenza;
    - l'AdE potrebbe interpretare(quasi sicuramente secondo me) lo spostamento della residenza entro i termini dell'accertamento come una giusta causa per chiedere indietro i benefici maggiorati delle relative sanzioni (30%) e gli interessi.

    Ad ognuno la propria scelta.

    Personalmente non sposterei la residenza entro i termini dell'accertamento.
     
  6. MOLLA81

    MOLLA81 Nuovo Iscritto

    Grazie mille Jrogin, ma il punto è proprio questo nel senso che il notaio mi ha detto che l'Ade fa i suoi controlli entro tre anni per verificare che sia stata presa la residenza e non mantenuta a patto che comunque non si sia venduto l'immobile.....c'è chi dice che un giorno di residenza è sufficiente....caos
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina