1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Patch

    Patch Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti i membri della community.

    In sostanza l'argomento è la responsabilità del proprietario attuale di un immobile costruito nel 1985 ed acquistato nel 1996 rispetto a difformità fra stato di fatto dell'immobile e dati catastali probabilmente attuate in fase di costruzione (il direttore dei lavori è lo stesso geom che ha fatto i progetti e che li ha depositati diversi in catasto e in comune).
    In pratica il Comune vorrebbe sanzionare l'attuale proprietario e per la sanatoria si ipotizzano circa 15mila euro (fra sanzione del Comune e compensi professionali): è una cifra plausibile?
    Tra l'altro il professionista, che ha avuto l'incarico di seguire la questione dell'eventuale sanatoria, ha già prodotto le tavv per la sanatoria senza la presentazione di alcun preventivo e senza la firma di alcun incarico. Queste tavole però presentano ancora alcune difformità dallo stato di fatto.
    A fronte del pagamento di una cifra consistente per errori altrui non rimane il rischio di restare con un immobile non perfettamente in regola?

    Grazie,

    Patch
     
  2. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    in cosa consistono queste difformità catastali, se sono catastali perchè si parla di sanzioni del Comune?
     
  3. gcava

    gcava Membro Attivo

    Professionista
    se le opere realizzate corrispondono a quanto presentato in comune, la parte da sanare riguarda solo il catasto, con costi decimati. Immagino però che, come ipotizza Patch, le difformità si siano verificate in corso di costruzione pertanto, senza presentazione di varianti in corso d'opera, le opere realizzate sono diverse anche da quelle presentate in comune e quindi da sanare. 15.000 euro sono parecchi, è chiaro che per dare un parere più corretto occorrerebbe conoscere l'entità delle difformità e capire quanto sia la sanzione del comune, tenuto conto dell'influenza degli oneri, in modo da verificare che non sia troppo esosa la parcella del professionista.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina