1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Sonica

    Sonica Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera,

    recentemente è stato acquistato l’appartamento sottostante al mio.

    Il nuovo proprietario mi ha contestato, a seguito di una video ispezione, l'impossibilità di utilizzare la canna fumaria del suo appartamento in quanto non a norma: i precedenti inquilini, presumo, non la utilizzavano. Secondo lui e la perizia tecnica, i lavori di ristrutturazione, effettuati da mio padre nel 1987-88, avrebbero deviato la canna fumaria dell’appartamento sottostante, rendendola così non a norma.

    Esiste quindi la possibilità che questi lavori abbiano effettivamente deviato la canna fumaria in oggetto, ma, essendo passati 25 anni, non trovo sufficiente documentazione né presso l’amministratore né tra quella in mio possesso (essendo deceduto mio padre alcuni anni fa) che testimoni un mio coinvolgimento in questa eventuale deviazione. I precedenti proprietari non si sono mai lamentati o rivalsi in alcun modo.

    Il proprietario dell'appartamento sottostate al mio ha comunque eseguito dei lavori esterni per la realizzazione di una canna fumaria alternativa. Poco tempo fa è venuto a reclamare un contributo finanziario pari all'80% (6.000 euro) dei lavori per la costruzione di questa nuova canna fumaria, dandomi come unica alternativa l’entrare in causa, che peraltro è sicuro di vincere. Mi ha detto che ha lasciato tutta la documentazione già ai suoi avvocati ma che preferirebbe avere il risarcimento e non entrare in causa.

    Le mie domande sono diverse:

    - Se non ha prove sulle quali si dimostra che i miei lavori hanno recato danni alla sua (futura) canna fumaria, come fa ad avere ragione in un eventuale processo?

    - Sono passati 25 anni da questi lavori (che lui presume lo abbiano danneggiato) ed il precedente proprietario, probabilmente perché utilizzava stufe elettriche, non mi ha mai contestato nulla, si può quindi pensare ad una qualche prescrizione?

    - E' giusto, ammesso sempre che abbia causato io questo danno e che non esista prescrizione in merito a questo caso, che debba accollarmi gran parte della spesa della costruzione di questa canna?

    - E' eventualmente possibile che un futuro proprietario, sempre di quell'appartamento, possa rivalersi nuovamente su di me?

    - Non sussiste in capo al venditore di un immobile (agenzia e/o proprietario) l’obbligo di denunciare tutti i difetti dell’appartamento? E quindi l’acquirente non si dovrebbe rivalere sul venditore? Ed in questo senso non sussiste in capo all’acquirente l’obbligo di appurare tutti i difetti prima di acquistare casa?

    Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta che mi sarebbe estremamente preziosa stante che io e la mia famiglia non versiamo in felici condizioni economiche e siamo nella triste posizione di dover accettare un esborso pur di non avviare un’azione legale che potrebbe drenare ancor più denaro.
    L’altro proprietario sembra invece non soffrire particolare penuria né di denaro né di avvocati, di cui si vanta di aver fatto già largo uso per cause simili relative ad altri appartamenti in suo possesso.
     
  2. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    In linea generale, immettere gli scarichi del proprio camino nella canna fumaria comune è un uso lecito della cosa comune, senza che ciò comporti il preventivo consenso né dell’amministratore né dell’assemblea.

    Tuttavia, occorre tenere presente che:
    non è possibile, se ad esempio la canna fumaria comune non fosse più utilizzata, abbattere la parte di essa che passa per il proprio appartamento per inserirvi direttamente il camino, perché, ostruendola all’altezza del proprio piano, si potrebbe impedire ad altri condomini sottostanti di utilizzarla in futuro. Ciò sarebbe consentito solo previo consenso UNANIME dell’assemblea condominiale;(Però sono passati 25 anni)ciao:pollice_verso:
     
  3. Sonica

    Sonica Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ciao, la canna fumaria probabilmente deviata è quella del suo appartamento, non comune. Ogni appartamento ha la sua. Poi non so se in generale, la proprietà della canna fumaria sia condominiale o privata. Da tutto quello che sta succedendo sembra che sia sua.
     
  4. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    In questo caso ti consiglio di chiamare un muratore e verificare.che non sia condominiale per tutti .Molte canne fumarie condominiale anno unico sfogo sul tetto.ciao
     
  5. Areszed

    Areszed Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Prima di tutto verificherei cosa dice il rogito (se vi è menzione di difetti ai camini ecc, che potrebbe essere stata accettata dall'acquirente), poi farei verificare la canna fumaria dallo spazzacamino con tanto di telecamera. A quel punto se davvero il camino non è
    utilizzabile andrai a verificare se e quanto sarebbe da te dovuto.
    Il nuovo camino inox viene utilizzato solo da un condomino o serve anche te? Come mai ti ha chiesto solo l'80% della spesa e non tutto?
    Ti ha chiesto preventivamente l'eventuale condivisione e partecipazione alla spesa per la nuova canna fumaria?
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Alcune considerazioni:
    - i lavori realizzati da tuo padre potrebbero essere concordati con i precedenti proprietari dell'immobile inferiore;
    - nell'atto, certamente lui ha acquistato l'immobile nello stato in cui si trova;
    - prima di eseguire il lavori avrebbe dovuto concordare con te, sia il tipo d'intervento che la ditta a cui affidare i lavori;
    - essendo trascorsi oltre vent'anni non credo che possa accampare alcun diritto.
    Purtroppo, se lui dovesse adire le vie legali, sarai costretta a difenderti, con tutti i rischi del caso.
     
  7. Calosoft

    Calosoft Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Io ho vissuto un'esperienza del tutto simile, anzi direi praticamente uguale;
    all'epoca consultai anche un legale e alla fine, per quieto vivere, concordai una soluzione che mi costò mille euro; stipulammo una transazione in cui l'altro soggetto rinunciava a qualsiasi pretesa futura in cambio di 1000 euro; con quei 1000 euro l'altro ha fatto sistemare un motorino di aspirazione sulla sommità della canna fumaria per risolvere il problema di tiraggio.
    In situazioni come queste nessuno può dire di essere sicuro di vincere la causa perché le variabili in gioco sono molte. Comunque, come diceva un altro utente, il tuo vicino avrebbe dovuto prima intimarti per iscritto di intervenire per risolvere il problema, e, in caso di accordo, avrebbe dovuto concordare una soluzione insieme a te, che poteva appunto consistere nell'inserimento di un motorino di aspirazione. Lui adesso, dopo aver fatto di testa sua, pretende da te un rimborso elevatissimo; questa pretesa è assolutamente vessatoria.
    In bocca al lupo
     
  8. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non ho alcun dubbio che le informazioni che ci hai portato sono largamente sufficienti affinché un qualsiasi giudice troverebbe lecito darti ragione. Sono tutte prove documentali che danno atto alle tue ragioni. Se la causa fossero i lavori effettuati nel tuo appartamento, dovrebbe in primis muoversi il condominio doverosamente interpellato dal condomino lamentante, nella persona del l'amministratore. Solo successivamente una volta appurato il tuo coinvolgimento, assumendo quindi un carattere privato, avreste dovuto accordarvi. Tu non sei stata coinvolta nell'attuazione dei lavori, quindi non devi pagare. Sentenzio
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Mi sembra molto strano questo caso (parlo della deviazione della canna fumaria) perchè deviare una canna fumaria (se non esterna, per intenderci quelle collettive in inox usate oggi) comporta demolire il muro esterno di tamponamento e spostare il camino in alto per non avere dei tratti orizzontali o inclinati nel percorso della canna che ne pregiudicano il tiraggio. Verifica la posizione del camino, se si trova nei pressi della sua canna il percorso allora non è deviato, potrebbe essere occluso per sporcizia o altro motivo ma non certo per deviazione.
    Anche in un condominio puoi avere un solo camino in muratura che racchiuda piu canne all'interno, l'importante è che ogni alloggio abbia la sua esclusiva...
    Poi non è detto che abbiano messo la videocamera nella canna giusta...a me è successo in un condominio che per la fretta di risolvere il problema a tutti i costi avevano fatto mettere la videocamera nella canna sbagliata, ma si sa che quando si pensa di sapere a priori...succedono queste cose.
     
  10. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    eh! capirci! sei avvantaggiato. Infatti potrebbe essere intasato da chissà quali lavori fatti dal tetto in giù. Ma questo non toglie anzi aggiunge, ai suggerimenti dati
     
  11. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Ed aggiungo il suggerimento era stato dato dall'amministratore...pure Architetto...sic.
     
  12. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ecco perchè faceva l'amministratore :cauto:
     
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Quello che abbiamo ora, un Geometra anche se non iscritto ma lo fosse cambierebbe poco, non è meglio anzi...purtroppo tanti (non tutti per fortuna) si nascondono dietro ad un titolo, e non offrono quel servizio che ci si aspetterebbe da uno del mestiere...molto deludente.
     
  14. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Eppure basterebbe dedizione e buona volontà. Se fossero presenti queste virtù, si potrebbe passare sopra anche all'ignoranza.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  15. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ...per acciaccarla.
     
    A meri56 piace questo elemento.
  16. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    o per "accettarla". (tutto sempre con il beneficio d'inventario, quindi...) :shock: :risata: :D :applauso:
     
  17. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bisognerebbe anche essere molto attenti ai bisogni altrui, quindi, ricordando quel che mi diceva mamma, attenti a dove mettete i piedi quando camminate.
     
  18. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La chiosa. Che parola dolcissima mi hai tirato fuori, leggi qua che dicono nel web:
    Chiosa: Glôssa, letteralmente «lingua», sia nel senso materiale che in quello di «idioma», indicava negli antichi manoscritti una paroletta scritta sopra o a margine di un termine difficile, per spiegarne il significato. Di qui è passato ad indicare il commento ad un testo, e ha dato origine all’it. chiosa attraverso il passaggio gl > chi costruito in analogia con il più usuale cl > chi (clausum >chiuso ecc.)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina