1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Benedetto

    Benedetto Nuovo Iscritto

    buongiorno a tutti ... l'agenzia delle entrate mi ha revocato l' agevolazione del 4% sulla prima casa, inquanto non ho mai chiesto la residenza e non risulta , a loro, come abitazione principale, pur avendo la residenza nello stesso comune in una casa di propietà dei miei genitori, un pò per comodità e per motivi personali. tante belle cose a tutti Benedetto
     
  2. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    la residenza nello stesso comune non è nella casa dove hai chiesto di avere le agevolazioni fiscali pertanto è giusto che ti abbiano revocato i benefici fiscali.
     
  3. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    io sapevo che la residenza và portata entro 18 mesi nel comune della prima casa, e non per forza nella prima casa, la quale, tra l'altro, si può anche affittare, continuando ad abitare in un'altra casa, nel comune della prima

    pertanto non capisco cosa è successo all'agenzia delle entrate..attendiamo altre risposte
     
  4. bender71

    bender71 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    hai ragione franz,
    io direi: fatti dare le motivazioni dall'agenzia delle entrate e falle visionare da un legale di fiducia.
    buona fortuna
     
  5. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Il problema deve necessariamente essere un altro:
    L'acquirente, o gli acquirenti, devono dichiarare nell'atto di compravendita:


    •di non essere titolare esclusivo (proprietario al 100%) o in comunione con il coniuge (la comproprietà con un soggetto diverso dal coniuge non è ostativa) di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di un'altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove sorge l'immobile oggetto dell'acquisto agevolato;
    •di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà o nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altra casa di abitazione acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni fiscali prima casa.
    •di impegnarsi a stabilire la residenza, entro 18 mesi dall'acquisto, nel territorio del Comune dove è situato l'immobile da acquistare, qualora già non vi risieda.
    Se il Comune ritarda il trasferimento della residenza, i termini di decorrenza per fruire dei benefici fiscali possono prorogarsi oltre i 18 mesi. Per la Cassazione, infatti, il termine di 18 mesi è considerato "meramente sollecitatorio" e non perentorio (ordinanza n. 3507 dell' 11 febbraio 2011).
    Queste tre condizioni devono essere attestate con apposita dichiarazione da inserire nell'atto di compravendita. Se per errore sono state omesse, si può rimediare mediante atto integrativo in cui viene esplicitamente dichiarata la sussistenza dei presupposti soggettivi ed oggettivi per fruire delle agevolazioni fiscali.
    Per il personale delle Forze armate e delle Forze di polizia non è richiesta la condizione della residenza nel Comune dove si trova l'immobile acquistato con le agevolazioni prima casa.
    PERDITA DELLE
    AGEVOLAZIONI L'acquirente decade dalle agevolazioni prima casa quando:
    •le dichiarazioni previste dalla legge nell'atto di acquisto sono false;
    •non trasferisce entro 18 mesi la residenza nel Comune in cui è situato l'immobile oggetto dell'acquisto;
    •vende o dona l'abitazione prima che sia decorso il termine di 5 anni dalla data di acquisto, a meno che entro un anno non proceda al riacquisto di un altro immobile da adibire a propria abitazione principale.
    La risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 33/E del 15 marzo 2011 fornisce chiarimenti sulla decadenza dall'agevolazione fiscale "prima casa", nella particolare ipotesi di successione con un solo immobile e più beneficiari.
     
    A gcava piace questo elemento.
  6. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Anch'io Franz sono d'accordo con te. Penso che ci sia qualche altro motivo. Non è che hai venduto una prima casa e riacquistato entro l'anno una seconda prima casa? Perchè in tal caso non basta più la residenza nel comune bensì è richiesta la residenza nell'abitazione entro 18 mesi dall'acquisto. Vedi un pò la motivazione. Ciao. Pippo.
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  7. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
  8. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    La penso proprio come Pippo Latorre.:applauso::daccordo:
    Benedetto, facci sapere se è la tua "prima" prima casa o la "seconda" prima casa, così da vedere se Pippo Latorre ha visto giusto.
     
  9. Benedetto

    Benedetto Nuovo Iscritto

    esatto Pippo, è stato propio così .... ho venduto prima dei 5 anni e ho riacqistato entro l'anno una seconda prima casa ......
    e adesso ??????
     
  10. hkmanuel

    hkmanuel Nuovo Iscritto

    ma la vendita del primo immobile e stata effettuata allo stesso prezzo dell'acquisto o nel frattempo e lievitata? e altra domanda non hai mai portato la residenza nel primo immobile che poi hai vendutoi?
     
  11. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Tutto ciò è ininfluente ai fini dell'accertamento dell'AdE relativo ai benefici ottenuti sul "secondo" acquisto.

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Adesso, non avendo preso la residenza nell'immobile che hai acquistato entro 18 mesi dal rogito, dovresti restituire i benefici ottenuti maggiorati di una sanzione del 30% e degli interessi....:rabbia:
     
  12. hkmanuel

    hkmanuel Nuovo Iscritto

    Avevo chiesto se il prezzo di vendita era lo stesso dell'acquisto solo per capire se doveva 'plus valenza' essendo stata venduta prima dei 5 anni, e avevo chiesto la residenza perche se la aveva da meta del tempo + 1 gg non aveva qst problema e avendo acquistato prima della scadenza dell'anno non doveva nulla e non perdeva le agevolazioni.
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  13. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Secondo me si sta facendo un pò di confusione. Se si acquista la prima volta la prima casa, per non perdere le agevolazioni basta trasferire la residenzo entro 18 mesi nel COMUNE e non necessariamente nell'abitazione a meno che non si è iscritti all'A.I.R.E. (in tal caso non si dovrebbe avere neanche questo obbligo). Quando si acquista la seconda prima casa entro un anno dalla vendita della prima prima casa allora scatta l'obbligo della residenza nell'abitazione entro 18 mesi per non perdere i benefici. Questo è quanto in mia conoscenza. Altro non so.
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  14. Benedetto

    Benedetto Nuovo Iscritto

    grazie Pippo, mi sa che dovrò pagare ! spero a rate ..... comunque la seconda casa l'ho pagata meno ma la sansione o revoca mi è stata applicata sul prezzo d'acquisto della prima casa nel 2004. nel 2008 ho venduto e riacquistato la seconda casa e senza mai chiedere la residenza:triste:
     
  15. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Mi sa proprio che ti tocca . Peccato. Un saluto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina