1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. albe76

    albe76 Nuovo Iscritto

    Salve a tutti, e grazie in anticipo per le eventuali risposte.
    Mi chiamo Alberto e, ahimè, quasi mi vergogno a raccontare quanto segue.
    Sottovalutando mille aspetti e confidando nella buona fede dell'agente immobiliare firmo un incarico per la vendita del mio appartamento (si noti che alla stessa persona, un anno fa, ho versato 10 000 euro per l acquisto dello stesso app.to..confidavo in un buon rapporto insomma).
    Passano pochi giorni e persone piu savie di me mi aiutano a ragionare: mi pento immediatamente di quanto fatto.
    Ho palesato alla agenzia (un grosso marchio franchising) la mia volontà di congelare le cose, dopotutto, dicevo, ho solo firmato dieci giorni fa..non avete sostenuto nessuna spesa.
    La risposta dell agenzia è stato un NO totale: "o vendi o ci dai la caparra".
    Posso uscirne in qualche modo?
    Grazie
    Alberto
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    scusa ma non potevi pensarci prima? hai firmato un contratto,hai accettato delle condizioni e adesso ti sei pentito.
    ha ragione l'agente immobiliare in questa storia.
    devi solo sperare in una cosa...................che scada il mandato, che non riescano a venderti la casa oppure che qualcuno ti faccia una proposta minore (minore anche di un euro) di quella che hai chiesto tu per cui non accetti e...................sei a posto.
    scaduto il mandato, che spero non sia tacitamente rinnovabile, tanti saluti e chi si e' visto si e' visto.
     
    A maidealista e Marco Costa piace questo messaggio.
  3. avettor

    avettor Nuovo Iscritto

    Alberto,
    sei stato un po' ingenuo ma...dimenticalo, non fartene una colpa e pensa razionalmente.

    1. Se il prezzo fissato non è eccessivamente basso, la probabilità che l'agenzia riceva una proposta esattamente uguale al prezzo richiesto è MINIMA. Ricordati sempre che è tuo DIRITTO e facoltà rifiutare proposte più basse anche di solo un euro rispetto al prezzo scritto sul contratto stipulato con l'agenzia.

    2. Se proprio dovessi ricevere una proposta uguale o superiore al prezzo concordato allora si porrà il problema di dover scegliere tra accettare, appunto, una bella offerta a prezzo pieno oppure dover pagare la provvigione all'agenzia.

    3. Un consiglio "calcistico": fai un po' di melina, ossia, cerca di non renderti sempre e subito disponibile per gli appuntamenti con i potenziali compratori procurati dall'agenzia. Nei limiti del lecito e di quanto stabilito nel contratto (devi comunque consentire le visite all'agenzia), fissa qualche limite. Ad esempio, puoi dire che sei in casa solo in determinate fasce orarie e che l'appartamento è visitabile solo in quegli orari. Questo diminuisce le probabilità di vendere. Ovviamente non lasciare le chiavi all'agenzia (non sei assolutamente tenuto a farlo).

    4. Se non hai consentito esplicitamente e per iscritto all'agenzia di scattare delle foto, non farle scattare né pubblicare neanche in futuro. Anche questo diminuisce la probabilità di vendere. Se l'agenzia le ha già scattate, vietale di pubblicarle senza il tuo esplicito consenso. Fai lo stesso per quanto riguarda l'eventuale piantina dell'appartamento. Tutto questo dimininuisce la probabilità di vendere.
    Insomma, comportati come un pessimo proprietario venditore e vedrai che difficilmente il tuo appartamento sarà venduto.

    Infine, la prossima volta, pensaci su tre volte prima di decidere di vendere e, in ogni caso, cerca di non vendere prima di 5 anni dall'acquisto, altrimenti paghi il 20% di tasse sulla plusvalenza realizzata.

    Ora, rilassati, mettiti comodo, e vedrai che pensando razionalmente gli n mesi di mandato all'agenzia passeranno rapidamente.
     
  4. albe76

    albe76 Nuovo Iscritto

    Grazie ragazzi,
    i consigli che mi avete dato sono preziosi davvero: avettor, in particolare, ha scritto praticamente il mio pensiero.
    Tuttavia vorrei evidenziare due elementi magari utili anche ad altri frequentatori del forum:

    1) il codice del consumo dlgs 206/05 prevede, nel caso di contratti stipulati al di fuori delle sedi commerciali
    un diritto di recesso esercitabile entro 60 gg (la condizione è chel agenzia deve essere stata rea di non avere informato bene)
    2) le pensali previste in questi contratti sono spesso vessatorie: la penale deve essere infatti prevista per entrambe le parti e non solo per il consumatore (io) che intende recedere prima del previsto: la clausola è vessatoria e quindi nulla.
    grazie di nuovo
    incrocio le dita e spero non vendano!
     
  5. castro

    castro Nuovo Iscritto

    parlo da agente immobiliare se dopo dieci giorni ti sei pentito un'agenzia seria rinuncia al mandato chiedendo solo un minimo di spese, io qualche volta l'ho fatto anche dopo 1 mese, in 20 anni di carriera due-tre volte, e non sono morto di fame !!!
    mi piacerebbe sapere che ne pensano i miei colleghi iscritti a questo forum, comportandosi un po' meglio guadagneremmo molta credibilità!
    p.s. sei sicuro che l'Ai che ti ha fatto sottoscrivere il mandato sia iscritto all'albo dei mediatori, nelle agenzie in franchising spesso non è così....
     
    A acquirente piace questo elemento.
  6. albe76

    albe76 Nuovo Iscritto

    Ciao! grazie anche a te della risposta.
    La mia domanda a sto punto è: come controllo che signor x sia iscritto all albo dei mediatori?
    Qualora questa persona non sia iscritta questa circostanza puo' giocare a mio favore? in che modo?
    Grazie ancora castro!
     
  7. castro

    castro Nuovo Iscritto

    chiedi di farti vedere il tesserino di agente immobiliare!
     
  8. albe76

    albe76 Nuovo Iscritto

    Ok, glielo chiedero': ma in caso non sia iscritto all albo cio' determina la nullità dell'incarico?
    Si tratta di un grosso franchising, mi sembra strano che non ce l'abbia
     
  9. avettor

    avettor Nuovo Iscritto

    Quoto appieno quanto scritto da Castro.
    Spesso avviene anche nei grossi franchising che sia iscritto all'albo soltanto il titolare dell'agenzia, mentre i "ragazzini" che con essa collaborano a volte non lo sono.
    Se il titolare non è completamente stupido cmq non fa firmare documenti importanti a chi non è iscritto all'albo.
    In ogni caso, il marchio in franchising non è sempre garanzia di qualità e serietà, ci sono agenzie più serie e meno serie sia nei grandi network in franchising sia nelle piccole agenzie a conduzione familiare.
    La differenza in termini di qualità, onesta, efficacia e risultati la fanno sempre le singole persone.
     
  10. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Condivido al 100% le considerazioni di Castro.
    PS: anch'io sono agente immobiliare dal 1987.
     
  11. antonella de paolis

    antonella de paolis Nuovo Iscritto

    Sbaglio o qui stiamo parlando di un agente immobiliare che sta esercitando i suoi diritti. Queste risposte non mi piacciono: si sta cercando il modo di metterla nel piede a qualcuno che non ha puntanto la pistola alla tempia del suo cliente per fargli firmare un incarico. Mah!!! Complimenti!!!
     
  12. castro

    castro Nuovo Iscritto

    guarda che io sono un agente immobiliare ma se un cliente sbaglia a firmare un incarico x qualsivoglia motivo e sono passati 10 giorno il buonsenso che deve avere un agente immobiliare in quanto essere umano è essere comprensivo e non trattare il cliente come un limone da spremere anche se la legge prevede che l'ai può chiedere la provvigione, questa è la mia personalissima opinione, infatti lavoro con il mio nome e non dietro un marchio famoso!
     
  13. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    L' importante è che siano educate e che ciascuno le possa liberamente esprimere. ;)
    Se sei in disaccordo lo puoi fare argomentando, come hai fatto. :daccordo:
     
    A acquirente piace questo elemento.
  14. antonella de paolis

    antonella de paolis Nuovo Iscritto

    Anche io sono agente immobiliare da molti anni e in proprio e ne ho viste di tutti i colori. Quello che non condivido e che si suggeriscano delle "fainate" del tipo: non facilitare gli appuntamenti ecc. come dice Avettar, non far scattare foto, insomma mettere i bastoni fra le ruote.
     
  15. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    .................e comunque non servono tanto i suggerimenti o i consigli, ci vuole poco a capire che difficilmente, oggi, si riesce a vendere nel tempo del mandato basta farlo scadere o basta non accettare lo sconto che tutti richiedono e sei a posto.
     
  16. avettor

    avettor Nuovo Iscritto

    Sottoscrivo quanto detto da Castro. Questo dimostra che nella categoria degli A.I. ci sono alcuni che sono corretti e comprensivi, altri che non lo sono.
    Verso questi ultimi il cliente si difende come può.

    Massimo rispetto invece per quegli agenti immobiliari che svolgono il loro lavoro con correttezza e "umanità" verso il cliente.
     
  17. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Anch'io come già detto concordo con Castro, ma attenzione,

    il comportamento di un agente immobiliare che ritiene opportuno far valere uno scritto firmato dalle parti senza sotterfugi, può non essere comprensivo ma sicuramente NON è SCORRETTO
     
  18. Franchino

    Franchino Membro Junior

    Ora che si sono sfogati tutti, addetti ai lavori compresi (io non lo sono!), mi deve essere permessa una considerazione, alla quale prego che mi vengano date delle delucidazioni.
    A che servono i contratti, sempre se non sono fraudolenti? Ritengo a vincolare le parti. Ora, se il mio ragionamento filasse, come fanno a vedere di cattivo occhio il diniego dell'A.I? Inoltre, se il venditore fosse andato dal notaio la sera prima, poteva ripensarci il giorno dopo? A mio modesto avviso, ribadisco non da A.I., l'Agenzia ha applicato la legge in modo corretto. Che avrebbe potuto, se l'avesse voluto, far recedere dal contratto, è un conto, che, invece, si taccia di disonestà, sgarbatezza, o altro, l'Agente è offensivo, a mio modesto modo di vedere. Capisco il venditore che vorrebbe recedere, ma farlo dopo dieci giorni, mi sembra poco corretto. Comunque, si cerchi di pensarci prima, specie per i contratti scritti, per non pitirci poi. Buoin lavoro a tutti
     
  19. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Concordo :daccordo:
     
  20. avettor

    avettor Nuovo Iscritto

    Sono d'accordo con te Jrogin. E' ovvio che si sta parlando di correttezza "morale". Dal punto di vista strettamente giuridico l'agenzia ha ragione e può far valere il contratto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina