• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Ambra2000

Membro Junior
Proprietario Casa
Ho dei grossi problemi con l'amministratore di sostegno di mio padre e vorrei chiedere la revoca del suo mandato a causa di gravi inadempienze. Questa ads e il Giudice sono molto in sintonia e sicuramente verrà rigettata la mia richiesta, come è successo per altre istanze presentate da Avvocati. Posso presentare l'istanza da sola e in caso venga rigettata, come posso agire?
Grazie
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Se le inadempienze sono gravi e provate il giudice tutelare non può disattendere la tua richiesta. Se ci fosse una cattiva gestione del denaro ed eventualmente dubbi sulla sua amministrazione, l'amministratore potrebbe passare seri guai. L'amministrazione deve essere chiara e trasparente. Chi scrive è amministratore di sostegno da oltre 10 anni del proprio figlio, vittima di un incidente stradale.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
vorrei chiedere la revoca del suo mandato a causa di gravi inadempienze.
se il Giudice concorderà sulla gravità delle inadempienze revocherà l'incarico all'attuale ads e ne nominerà un altro. Se però la gravità delle inadempienze è solo una tua personale opinione, anche se presentata l'istanza tramite avvocato, l'attuale ads rimarrà al suo posto.
 
O

Ollj

Ospite
sicuramente verrà rigettata la mia richiesta, come è successo per altre istanze presentate da Avvocati
Purtroppo ha ragione Ambra2000; nonostante i rimedi previsti dall'art.720 bis cpc, si ritiene che il solo il decreto di attivazione dell'amministrazione di sostegno sia "opponibile" non anche la "scelta" di quel specifico amministratore; alla scrivente quindi non rimarrebbe che rivolgersi ulteriormente al Giudice Tutelare ed insistere nella richiesta di sollevazione (adducendo nuove ragioni).
Posso presentare l'istanza da sola e in caso venga rigettata, come posso agire?
Sì può operare senza un legale, in quanto rientra tra i soggetti indicati nell'art.406 Cc. Dovrà presentare Istanza per la sostituzione dell'ADS per contrasto con gli interessi dell'amministrato, così come indicato all'art.410 CC. "In caso di contrasto, di scelte o di atti dannosi ovvero di negligenza nel perseguire l'interesse o nel soddisfare i bisogni o le richieste del beneficiario... gli altri soggetti di cui all'articolo 406 possono ricorrere al giudice tutelare, che adotta con decreto motivato gli opportuni provvedimenti"
 

Ambra2000

Membro Junior
Proprietario Casa
Purtroppo nonostante ci siano delle grosse negligenze il Giudice tutelare non ci pensa proprio a liberarsi dell'ads, ma sono state emesse delle misure restrittive nei miei confronti. Per accedere al grado superiore devo rivolgermi ad un legale?
Ho già presentato un'istanza di revoca dove il GT ha inizialmente fissata un'udienza, per poi differirla ad altro giorno per discustere l'assistenza della amministrata in quanto l'ads non è in grado di lavorare a causa di certi miei comportamenti che non corrispondono neppure a verità
 

Ambra2000

Membro Junior
Proprietario Casa
la badante non mi faceva entrare nonostante non ci fosse un provvedimento in tal senso. Chiamavo le forze dell'ordine che puntualmente mi facevano entrare perch non esisteva nessun provvedimento in tl senso e mia mamma mi reclamava.. Hanno cambiato le serrature perchè considerata un pericolo per mia mamma, che la agito perchè chiedo di farle visita e la badante mi mette alla porta. Non vi sembra corretto che io debba essere avvertita di certe disposizioni da un ads e non da una badante che continua a dire a mia mamma che sono malata di mente, che devo essere curata ecc. agitandola? Non vi sembra che ci sia qualcosa che non quadra?
 
O

Ollj

Ospite
Come su indicato, la Cassazione con la pronuncia n. 11657 dell’11 luglio 2012, non ritiene ammissibile opposizione alla Corte di Appello ex 720 bis cpc. avverso tali tipi di decreto del Giudice Tutelare.
Sarebbe proponibile
 
O

Ollj

Ospite
Come su indicato, la Cassazione con la pronuncia n. 11657 dell’11 luglio 2012, non ritiene ammissibile opposizione alla Corte di Appello ex 720 bis cpc. per tali decisioni del Giudice Tutelare; sarebbero infatti provvedimenti con carattere ordinatorio/amministrativo, ex. art. 384 c.c. e art. 411, comma 1, c.c. (a differenza dei decreti di carattere decisorio che dispongono l’apertura e/o chiusura dell’amministrazione, i soli a poter essere impugnati presso la Corte di Appello ex 720 bis cpc).
Trattandosi di volontaria giurisdizione, il tutto sarebbe solo reclamabile ex art. 739 c.p.c. di fronte al Tribunale collegiale e in caso negativo alla Corte di Appello (ultima istanza).
 
O

Ollj

Ospite
Quindi riepilogando:
- istanza di revoca dell'Ads al G.T.
- contro la decisione del G.T. reclamo al Tribunale
- contro la decisione del Tribunale, istanza finale alla Corte di Appello.
 

Ambra2000

Membro Junior
Proprietario Casa
Se le inadempienze sono gravi e provate il giudice tutelare non può disattendere la tua richiesta. Se ci fosse una cattiva gestione del denaro ed eventualmente dubbi sulla sua amministrazione, l'amministratore potrebbe passare seri guai. L'amministrazione deve essere chiara e trasparente. Chi scrive è amministratore di sostegno da oltre 10 anni del proprio figlio, vittima di un incidente stradale.
L'ads nominato a distanza di 10 mesi della sua nomina non ha ancora provveduto a fare il subentro alle utenze intestate e vi sono anch 4 bollette non pagate poichè domiciliate sul c/c del de cuius e la Banca ha cessato di pagare.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto