1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Monty1

    Monty1 Nuovo Iscritto

    Salve a tutti
    recentemente dopo ben "6" anni, l'amministratore ha inviato il bilancio consuntivo e convocato l'assemblea per la sua accettazione e la conferma del suo mandato. Prevengo le legittime domande del tipo "..ma tu dov'eri..?" dicendo che il condominio e molto piccolo, condividiamo solo la luce delle scale, non c'erano lavori da fare, non mi piacciono le riunioni condominiali, che,"purtroppo", avevo ben altro a cui pensare ma, soprattutto, che l'eventuale disinteresse di un condomino non giustifica la negligenza di un amministratore, ...spero! .
    Il fatto è che mi sono trovato nel bilancio, per lavori pregressi, delle somme a debito che sono certo non essere di mia competenza. Di queste somme a mio debito beneficiano gli altri condomini che, a fronte di ciò e della promessa dell'amministratore di non pretendere compensi per l'anno a venire, hanno accettato il bilancio e gli hanno confermato la fiducia. Io, ovviamente, ho fatto mettere a verbale il fatto che non accettavo il bilancio e che mi riservavo di rivolgermi alle autorità competenti per ottenere la revoca.
    Quindi, vorrei cortesemente sapere se, dato il comportamento degli altri condomini, ci sono ancora le condizioni per poter richiedere la revoca del mandato ed, eventualmente, se per gli stessi motivi il mio ricorso rischia verosimilmente di essere inutile.

    Ringrazio anticipatamente per l'attenzione
    Ferdinando
     
  2. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Dopo sei anni senza presentare i conti ha ancora dubbi sull'opportunità di farlo revocare ?:triste:
     
    A Monty1 piace questo elemento.
  3. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Ciao,

    Hai 30 giorni di tempo da quando hai ricevuto il verbale per poterlo impugnare, decorsi i 30 giorni, la delibera diventa esecutiva.

    Se non ti sono chiare alcune voci del bilancio, nel frattempo potresti inviare una raccomandata all'amministratore con la quale gli richiedi copia dei documenti contabili del condominio quali fatture, bollette, estratti conto ecc. (sicuramente saranno a pagamento).

    Una volta controllati i documenti, magari con l'assistenza di un commercialista, e se effettivamente queste spese non ti erano dovute, come primo passo, se sei ancora nei termini per impugnare il verbale, chiedi spiegazioni all'amministratore e se dovesse fare orecchie da mercante, allora impugni il verbale.

    Se poi effettivamente i conti non sono chiari, parlane anche con gli altri condomini ed eventualmente potete proporre la sua revoca, chiedendo di convocare un'assemblea.

    Art. 1129 (Nomina e revoca dell' Amministratore)
    Quando i condomini sono più di quattro, l'assemblea nomina un amministratore. Se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria, su ricorso di uno o più condomini.
    L'amministratore dura in carica un anno e può essere revocato in ogni tempo dall'assemblea.
    Può altresì essere revocato dall'autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino, oltre che nel caso previsto dall'ultimo comma dell'art. 1131, se per due anni non ha reso il conto della sua gestione, ovvero se vi sono fondati sospetti di gravi irregolarità. La nomina e la cessazione per qualunque causa dell'amministratore dall'ufficio sono annotate in apposito registro.
     
    A Monty1 piace questo elemento.
  4. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Se ne sei veramente certo (chiedi a un avvocato e non fidarti dei "sentito dire") e l'assemblea ha votato a maggioranza una ripartizione delle spese diversa da quella prevista dalla legge, le delibere sono nulle. Ergo, non c'è il limite di 30 gg per impugnarle.

    Il che esclude (non legalmente, ma per esercizio di logica) la possibilità di rimuoverlo con la maggioranza dell'assemblea... e rende molto più difficile rimuoverlo giudizialmente. La stragrande parte della giurispridenza tende a considerare "sanato" il pregresso al momento dell'approvazione del bilancio e della riconferma. Se non ci sono illeciti provabili, la vedo dura.
     
    A basty e Monty1 piace questo messaggio.
  5. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo sostanzialmente con ergobbo:
    il commento di DeValeri è condivisibile ma tardivo. Se la assemblea ha confermato l'amministratore, non vedo per Monti soluzioni se non curare l'amministratore.

    Sul contenuto delle delibere relative al consuntivo, la nullità o l'annullabilità, la faccenda potrebbe essere più complicata.

    Un conto è la correttezza del consuntivo, altra quella del suo riparto ed attribuzione spese; alcune cose comportano la nullità delle decisioni (e quindi non hanno limiti temporali per l'impugnazione), altre sono suscettibili di annullamento (se si fa esposto c/o il giudice di pace entro 30gg dalla ricezione del verbale).

    Non conosciamo a sufficienza cosa ritieni di contestare: ma edesso hai elementi per valutare e decidere come procedere.
     
    A Monty1 piace questo elemento.
  6. Monty1

    Monty1 Nuovo Iscritto

    Grazie a tutti per le risposte
    al Dott. De Valeri dico che personalmente non ho dubbi, e neanche gli altri condomini che purtroppo, però, hanno tenuto conto dei loro interessi e hanno votato sia il bilancio che la fiducia.
    Gia che ci siamo, le somme a mio debito che ritengo errate riguardano la contabilizzazione e la già avvenuto pagamento ai fornitori, di voci che al momento della loro definizione avevo inequivocabilmente e formalmente contestato tramite avvocato, e su cui non avevo mai ottenuto chiarimenti. Inoltre, una fattura, soltanto a mio nome, come pro-quota di una fantomatica parcella per il direttore di alcuni lavori condominiali (un condomino architetto con cui sono in pessimi rapporti), parcella di cui, per l'appunto, non si è mai parlato in assemblea e di cui non esiste traccia. Anche in questo caso ho chiesto tramite avvocato la parcella totale per poter effettuare i miei legittimi controlli, ma ovviamente non mi è stata mai fornita.
    A me sembra che, nonostante la fiducia degli altri condomini, ci possano essere le condizioni per chiedere la revoca d'Ufficio.
     
  7. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi dispiace dirtelo, se tu hai contestato, ma l'assemblea ha confermato le spese, a meno che il riparto millesimale e' errato, tu devi pagare. La stessa cosa e' per parcella. Questa ti e' stata resa proquota e l'assemblea ha confermato. Oppure, ma e' inverosimile e puoi non pagare, davvero non ti ha mostrato la parcella, il conto totale da dove si desume la tua quota, non sono stati deliberati in assemblea ne' parcella ne' lavori. Se questo fosse vero il tuo amministratore vive in un altro mondo che non e' questo
     
    A Monty1 piace questo elemento.
  8. Monty1

    Monty1 Nuovo Iscritto

    Arciera ti dirò di più, l'amministratore sostiene che la parcella totale era inutile perché, in parte, il direttore dei lavori avrebbe dovuto fatturare a sé stesso, e mi consiglia, se proprio ci tengo a sapere l'ammontare totale della parcella, di risalirvi facendo una proporzione inversa.:shock:
     
  9. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Deve fatturare a se stesso, deve pagare anche lui come tutti. A dirla legalmente deve fatturare al condominio e non a te che non hai ordinato materialmente i lavori. E' il condominio il mandante ed al condominio deve intestare la fattura. Se fossero stati lavori privati invece, il condominio non ha nessuna giurisdizione. Non può proprio deliberare. TU, non c'entri proprio nulla. tu rispondi come qualsiasi altro e ricordati che inoltre vi sono delibere che hanno bisogno di un terzo, in seconda convocazione, dei millesimi, altre della maggioranza e altre ancora di due terzi. (ma che casini avete fatto?)
     
    A Monty1 piace questo elemento.
  10. Monty1

    Monty1 Nuovo Iscritto

    Grazie Arciera e a tutti gli intervenuti
    mi sono deciso a contattare un avvocato e impugnare il verbale e il bilancio.
    Non so come andrà a finire, ma mi sentirei peggio se non tentassi di far valere i miei diritti.
    un caro saluto
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    facci sapere. crepi il lupo. au revoir
     
  12. AvvocatoDauriaMichele

    AvvocatoDauriaMichele Membro Attivo

    Professionista
    Sembrerebbe di trovarsi di fronte a violazioni di legge vere e proprie, per cui la via della revoca giudiziale dell'Amministratore non appare affatto improbabile o impercorribile; di certo i gravi sospetti di irregolarità sembrano proprio esserci.

    Tra l'altro: se la fattura esiste sono state versate le ritenute di acconto?

    E se non esiste: è stata chiesta l'IVA? perchè in tal caso vi sarebbe anche appropriazione indebita della somma riscossa a titolo di IVA e non corrisposta al Tecnico (che a quanto pare non avrebbe affatto emesso la fattura).
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  13. Monty1

    Monty1 Nuovo Iscritto

    grazie avvocato

    due giorni fa ho fatto un ultimo tentativo di ricevere spiegazioni dall'amministratore riguardo al suddetto problema (e svariati altri), prima di registrare in tribunale la citazione in giudizio del condominio, cosa che ho fatto oggi.
    Riporto testualmente quanto mi ha comunicato per iscritto:
    "Il direttore dei lavori ha sottoposto la propria parcella al giudice di pace che l'ha ritenuta equa ed ha provveduto a ripartire tale parcella a suo carico, mentre per quanto riguarda glia altri condomini, il D.L. ha ritenuto di omaggiare i propri servizi".

    il mio avvocato non ha riscontrato in questo una prassi inaccettabile ritenendo tale spiegazione una probabile "balla" per indurmi a non ricorrere in tribunale.
    Lei avvocato e voi del forum che ne pensate? che ne pensate
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Da profano direi che il DL fatturando il solo importo relativo all'ipotetica tua quota, ha di fatto fatturato per una prestazione svolta su incarico del condominio: non so se si possa rispondere con un'altra "furbata", ma cosa impedisce di considerare questo importo come il dovuto dal condominio? Non credo tu abbia intrattenuto relazioni dirette con detto DL: quindi perchè non richiedere la suddivisione di questa unica parcella a carico di tutti i condomini?
     
  15. AvvocatoDauriaMichele

    AvvocatoDauriaMichele Membro Attivo

    Professionista
    Non ho ben capito se ha proposto ricorso per la revoca dell'Amministratore o per l'annullamento delle delibere. Comunque l'architetto, se ha fatto una cosa del genere, è un folle; stento a credere che l'Agenzia delle Entrate gli crederà quando andrà a riferirgli che lui "omaggia" le sue prestazioni lavorative; anzi, no, le "omaggia" solo a chi non gli chiede fattura; agli altri invece, le fa pagare. Questo come discorso generale. Nello specifico la fattura va emessa nei confronti del condominio, che è il committente, non dei singoli condomini, e l'Amministratore deve chiederla. Insomma, anche non conoscendo dettagliatamente la situazione, l'impressione è che gli estremi per la revoca potrebbero ben esserci.
     
  16. Monty1

    Monty1 Nuovo Iscritto

    Grazie Avvocato

    il suo intervento mi conforta anche perchè confermo di aver citato l'amministratore/condominio in tribunale per impugnare il verbale dell'ultima assemblea. mi riservo di richiedere la revoca a breve.

    Per Basty: Il D.L. nonchè Condomino, lo conosco fin da piccolo. A quel tempo ce le suonavamo e finiva li. Poi sai, col crescere e soprattutto con l'invecchiare le frustrazioni ad alcuni giocano brutti scherzi generando rancori difficili da lenire. Quindi, a chi lo chiedo di dividere la parcella, a lui che l'ha prodotta, all'amministratore che l'ha liquidata, o tutti gli altri condomini "omaggiati"?

    grazie ancora, vi farò sapere
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina