1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. square

    square Nuovo Iscritto

    Buongiorno
    sono proprietario di un appartamento in un contesto di circa 18 unita' immobiliari,appena comprato, di cui questi 18 appartamenti sono suddivisi: 10 ad un unica persona e gli altri proprietari hanno un appartamento ciascuno.
    Immancabilmente alle riunioni con l'amministratore c'è da discutere sul fatto che l'inquilino con 10 appartamenti abbia la maggioranza e noi sinceramente ci siamo stancati di questa situazione.
    Volevo sapere se esiste da qualche parte un documento legale che indichi la regolamentazione per questa situazione
    grazie
     
  2. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Ciao,

    Il fatto che ci sia un proprietario di 10 appartamenti e quindi abbia la maggioranza, vuol dir tutto e niente.
    Su cosa dovete discutere?
     
  3. cautandero

    cautandero Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Per la validità delle deliberazioni adottate dall'Assemblea dei condomini esiste l'Art. 1136 del Cod. Civ. che dispone della "Costituzione dell'Assemblea e validità delle deliberazioni". In questo articolo è spiegato molto bene le maggioranze che occorrono sia in prima che in seconda convocazione.
     
  4. paolo ferraris

    paolo ferraris Nuovo Iscritto

    si lui ha la maggioranza dei millesimi ma non delle teste...possono verificarsi situazioni di stallo...ma la legge ha previsto proprio questo onde evitare che una sola persona potesse decidere in proprio per tutto o quasi...la situazione di "stallo" si deve superare con il "buonsenso"...come sempre...che è l'unica cosa che fa' funzionare un condominio...saluti!
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  5. francobussacchini

    francobussacchini Nuovo Iscritto

    Le maggioranze per la validità e le delibere delle assemblee sono di due tipi (proprio per evitare la situazione sopra descritta). Vi è una maggioranza dei millesimi, ma nel vostro caso la più importante è la maggioranza delle teste nel qual caso il proprietario dei 10 appartamenti vale allo stesso modo come il proprietario di UN SOLO appartamento e questo l'amministratore dovrebbe saperlo ed usarlo per le varie situazioni e delibere
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x square, come è possibile che il vs. amministratore non vi abbia detto delle maggioranze diverse sia per mm. sia per teste, qualsiasi delibera di qualsiasi maggioranze occorra vale il buon senso e il vs. amministratore lo sa, per quali motivo non vi ha resi edotti. ciao adimecasa:occhi_al_cielo:
     
  7. square

    square Nuovo Iscritto

    grazie a tutti per le informazioni e chiarimenti che mi avete fornito.
     
  8. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In seconda convocazione (e tutte le assemblee sono in seconda convocazione) molte delibere passano con 334 millesimi su 1.000 e con 1/3 di teste (voi avete 17/18 come teste; avete anche in totale almeno 334 millesimi su 1.000?)
     
  9. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ciao, nel mio caso (della seconda casa) su 9 unità immobiliari, 3 appartengono allo stesso proprietario, che per millesimi ha più o meno un terzo. è stato deciso e votato dall'assemblea (peraltro è scritto per esteso nel regolamento condominiale) che in caso di voto il suo vale UNO mentre per la ripartizione delle spese (anche straordinarie) conteranno i millesimi....
     
  10. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' giusto. Le delibere passano con un minimo di teste e di millesimi, le ripartizioni si fanno secondo la tabella appropriata (m/m di proprietà, m/m di scala, m/m di riscaldamento, in parti uguali, etc.)
     
    A rommel1970 e AKYLLEIS piace questo messaggio.
  11. Pino2

    Pino2 Membro Attivo

     
    A AKYLLEIS piace questo elemento.
  12. Pino2

    Pino2 Membro Attivo

    sarei curioso di sapere dove sta scritto che esiste una maggioranza delle teste:grazie
     
  13. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ripeto, nel nostro caso è scritto in evidenza nel regolamento di condominio consegnato a tutto al momento dei rogiti
     
  14. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sta scritto nel codice civile all'art. 1136. Qui le teste sono chiamate partecipanti al condominio, ma è come dire "teste".
    Vedi anche qui:
    Le maggioranze nelle assemblee condominiali
     
  15. Pino2

    Pino2 Membro Attivo

    solo per la precisione:Art.1136 - Costituzione dell'assemblea e validità delle deliberazioni - L'assemblea è regolarmente costituita con l'intervento di tanti condomini che rappresentino i due terzi del valore dell'intero edificio e due terzi dei partecipanti al condominio.
    Sono valide le deliberazioni approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio.
    Se l'assemblea non può deliberare per mancanza di numero, l'assemblea di seconda convocazione delibera in un giorno successivo a quello della prima e in ogni caso, non oltre dieci giorni dalla medesima; la deliberazione è valida se riporta un numero di voti che rappresenti il terzo dei partecipanti al condominio e almeno un terzo del valore dell'edificio.
    Le deliberazioni che concernono la nomina e la revoca dell'amministratore o le liti attive e passive relative a materie che esorbitano dalle attribuzioni dell'amministratore medesimo, nonché le deliberazioni che concernono la ricostruzione dell'edificio o riparazioni straordinarie di notevole entità devono essere sempre prese con la maggioranza stabilita dal secondo comma.
    Le deliberazioni che hanno per oggetto le innovazioni previste dal primo comma dell'articolo 1120 devono essere sempre approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza dei partecipanti al condominio e i due terzi del valore dell'edificio.
    L'assemblea non può deliberare, se non consta che tutti i condomini sono stati invitati alla riunione.
    Delle deliberazioni dell'assemblea si redige processo verbale da trascriversi in un registro tenuto dall'amministratore. Mi sembra se non vado errato che si parli di valore(propieta) m/m ,dal tronde se non si raggiunge i 2/3 del valore dell'edificio l'assemblea è nulla , qui credo sei daccordo anche tu.ciao
     
    A AKYLLEIS piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina