1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sisino

    sisino Membro Attivo

    Un amministratore di un condominio, è stato cacciato via perchè non ha fatto alcuna assemblea per l'approvazione di bilanci consuntivi e preventivi, ha richiesto a tutti i condomini le quote condominiali perchè ha anticipato le spese condominiali.
    Visto che ha omesso di convocare le assemblee è lecita questa sua richiesta.
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Dalla data della sostituzione, l' amministratore decaduto non ha più titolo per richiedere quote condominiali.
    Egli ha diritto a fare le sue richieste all' amministratore protempore, il quale valuterà insieme ai condòmini se resistere alle richieste, oppure, in caso ciò sia giustificato, rimborsare quanto anticipato dall' amministratore precedente.
     
  3. sisino

    sisino Membro Attivo

    Quote straordinarie

    Un amministratore ha fatto eseguire dei lavori straordinari sulla facciata di un condominio, i lavori non sono stati deliberati dall'assemblea ne tanto meno è stata convocata un'assemblea. Ora l'amministratore ha chiesto ai condomini di versare le quote straordinarie per l'intervento. I condomini sono legittimati per Legge a non versare quanto richiesto.
    Grazie e cordiali saluti
     
  4. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Il termine "legittimati" è errato.
    Di fatto l' amministratore non ha la possibilità di risquotere coattivamente le quote condominiali richieste di sua iniziativa (ossia senza essere autorizzato da una delibera di assemblea che approvi il rendiconto consuntivo o preventivo).

    Il mio consiglio è di valutare serenamente l' attività amministrativa dell' amministratore, specialmente per ciò che riguarda la corretta informazione delle sue attività, dello stato di fatto del condominio, e dell' effettiva necessità del lavoro straordinario eseguito (che, in teoria, potrebbe essere stato necessario per risolvere un problema di sicurezza).

    Dopo questa valutazione, di decidere serenamente se contribuire spontaneamente con questo acconto straordinario richiesto dall' amministratore, oppure di soprassedere e aspettare delle informaizioni più precise quando si tratterà di approvare questa spesa in assemblea.

    In caso decidi di non contribuire, ti consiglio di scrivere una raccomandata all' amministratore motivando il tuo dissenso e la tua volontà di rimandare il contributo dopo l' approvazione della spesa in assemblea.
     
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    d'accordo con azzaretto. pagate i lavori se ritenete che servivano. altrimenti resistete.
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    ma i lavori erano urgenti o no, quale interesse aveva l'amministratore di eseguire un lavoro se non di pericolo per l'incolumità dei condomini questo è da verificare prima di intraprendere qualsiasi decisione:idea:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina