1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rosina52

    rosina52 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    son proprietaria di alloggio locato regolarmente ad un inquilino che per tre anni ha pagatp regolarmente l'affitto previsto da regolare contatto. Dopodichè è rimasto senza lavoro e non ha più paagato nè l'affitto nè le spesee condominiali. Sfrattato con reegolare procedura e presentatosi davanti al giudice ha confermao la sua morosità e le sue motivazioni. Lo sfrattto è stato convalidato e l'inquilino ha lasciato l'alloggio al secondo accesso dell'ufficiale giudiziario. Dopo 4 mesi ho ricevuto racc dal personaggio nel quale mi chiede in restituzione 250 euromensili x 14 mesi (che sono i mesi che non ha pagato) che secondo lui io avrei percepito in più abusivamente ogni mese. Cosa per nulla vera!!! Preciso che per sua volontà ho sempre percepito l'affitto in contanti.Dopo ha richiesto la conciliazione (rimasta chiaramente inevasa) ed ora ha fatto ricorso intentando causa!!! Chiaramente lui non paga le spese legali perchè nu llatenente anche se lavora ma in nero! La mia domanda è: ma esiste una legge per la quale chi ha accettato lo sfratto davanti al giudice può dopo richiedere somme he lui si inventa?? Tra l'altro afferma di avere testimoni che erano presenti al momento del pagamento dell'affitto e anche questa è cosa non vera!! la prima udienza è per il 25 marzo
     
  2. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Perché non coglie l'opportunità chiedendo quel rimborso nell'ambito della causa di sfratto
    Ignora il tutto e aspetta che faccia un passo falso!
     
  3. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    mi chiede in restituzione 250 euromensili x 14 mesi (che sono i mesi che non ha pagato) che secondo lui io avrei percepito in più abusivamente ogni mese.

    Se l'ex inquilino NON ha pagato il canone di locazione per 14 mesi, non capisco come possa chiedere al proprietario un rimborso!

    A meno che dopo lo sfratto tu sia riuscita a recuperare interamente il tuo credito per affitto e spese condominiali e quindi lui abbia sanato la morosità.

    Se i 14 mesi includono il periodo intercorrente tra la data della convalida sfratto emessa dal Giudice e la data dell'effettivo rilascio dell'appartamento al secondo accesso dell'Ufficiale giudiziario, in quel periodo avrebbe comunque dovuto pagarti l'indennità di occupazione (dello stesso importo del canone).

    Non mi è chiaro a cosa si riferisce la richiesta dell'inquilino e come sia motivata.
     
    A AZALEA piace questo elemento.
  4. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Odiosi,
    questi metodi mafiosi!
     
  5. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    non saranno soldi richiesti oltre il canone registrato?
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Da quanto riferito da te sembrerebbe che per i 14 mesi tu abbia percepito 250 € in più per ogni mese. E se è vero che tu hai sempre ricevuto l'importo per contanti ed hai sempre emesso regolare ricevuta di pari importo non ti devi preoccupare, anche se l'ex conduttore sostiene che il pagamento (maggiorato?) è stato fatto davanti a testimoni.
    Ricordo che fintanto che c'era la lira i debiti superiori alle 50.000 £ dovevano essere comprovati da una dichiarazione scritta: le testimonianze non venivano prese in considerazione. Altrimenti, puoi immaginare quante truffe!
     
  7. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    quindi hai già ricevuto l'atto di citazione? se è così non ti rimane che procurarti un avvocato e comparire davanti al giudice esponendo la tua versione.
    Se ti può essere di aiuto a me è successo un caso simile. Durante una causa di sfratto l'inquilino moroso aveva portato un testimone per avvalorare la sua tesi che lui i canoni li aveva pagati. Chiamato ad esporre la sua versione il fantomatico testimone asseriva che lui era presente quando mi pagava i canoni ...io non lo sapevo perchè, secondo lui, io andavo a casa dell'inquilino a riscuotere il canone e lui era nascosto dietro la porta della cucina ad ascoltare :shock::shock:
    Inutile dire che il giudice ha firmato la convalida di sfratto e un paio di mesi dopo l'appartamento era libero :)

    ...dimenticavo, dei canoni dovuti ovviamente non ho mai visto neanche l'ombra. Ma questa è un'altra storia
     
  8. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Quella dell'inquilino è diventata anche una professione redditizia! Parassita chi la esercita!
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    e se vero ciò
    non può sostenere
    assieme ad un avvocato compiacente ti stanno preparando un "biscotto".

    il patrocinio gratuito è una prassi complessa: la domanda di ammissione in ambito civile si presenta presso la Segreteria del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati, competente rispetto al luogo dove ha sede il magistrato davanti al quale è in corso il processo o verrà presentata l'istanza.
    La domanda deve essere presentata personalmente dall'interessato con allegata fotocopia di un documento di identità valido, oppure può essere presentata dal difensore che dovrà autenticare la firma di chi sottoscrive la domanda. Può essere inviata a mezzo raccomandata a.r. con allegata fotocopia di un documento di identità valido del richiedente.
    La domanda, sottoscritta dall'interessato, va presentata in carta semplice e deve indicare:
    -) la richiesta di ammissione al patrocinio
    -) le generalità anagrafiche e codice fiscale del richiedente e dei componenti il suo nucleo familiare
    -) l'attestazione dei redditi percepiti l'anno precedente alla domanda (autocertificazione)
    -) l'impegno a comunicare le eventuali variazioni di reddito rilevanti ai fini dell'ammissione al beneficio
    -) se trattasi di causa già pendente la data della prossima udienza
    -) generalità e residenza della controparte
    -) ragioni di fatto e diritto utili a valutare la fondatezza della pretesa da far valere
    -) prove (documenti, contatti, testimoni, consulenza tecniche, ecc. da allegare in copia).
    Il Consiglio dell'Ordine dopo il deposito della domanda valuta la fondatezza delle pretese da far valere e se ricorrono le condizioni per l'ammissibilità,
    emette entro 10 giorni uno dei seguenti provvedimenti:
    a) accoglimento della domanda
    b) non ammissibilità della domanda
    c) rigetto della domanda
    Trasmette copia del provvedimento all' interessato, al giudice competente e all'Ufficio delle Entrate, per la verifica dei redditi dichiarati.
    Ce pas facile.
     
  10. rosina52

    rosina52 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Purtroppo mi sono spiegata male!! L'inquilino richiede 250 euro mensili in più per i 36 mesi che lui ha pagato regolarmente in quanto asserisce di averli ricevuti oltre l'importo pattuito nel contratto di affitto. Ha fatto regolare richiesta di gratuito patrocinio seguendo la regolare procedura che è stata accolta. Preciso inoltre che la pratica di sfratto è terminata in quanto l'inquilino ha lasciato l'alloggio dopo il secondo accesso dell'ufficiale giudiziario. Quello che mi interessava sapere se esiste una legge che disconosce la sua richiesta tardiva in quanto lo stesso aveva confermato l'importo da lui dovuto per la morosità dei 14 mesi cioè dalla data che non ha più pagato i canoni fino alla data del rilascio dell'immobile; pertanto avrebbe confermato che il suo canone sia il pagato che quello non pagato era quello indicato nel contratto di affitto e solo dopo alcuni mesi ha deciso che mi avrebbe dato ogni mese per i 36 mesi di locazione 250 euro in più.
     
  11. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me dal punto di vista giuridico occorre distinguere le due questioni, ossia:

    1) Tu hai citato in tribunale l'inquilino moroso il quale è comparso in udienza davanti al giudice, il giudice ha verificato il sussistere della morosità per l'importo da te intimato e di conseguenza ha convalidato lo sfratto.

    2) Adesso l'ex inquilino cita te perché sostiene di averti pagato delle somme non dovute (un canone superiore a quello indicato nel contratto di locazione).
    Penso lo possa fare perché l'oggetto dell'udienza di convalida dello sfratto per morosità era l'importo non pagato per 14 mensilità.
    Ora l'azione legale dell'inquilino si riferisce al periodo antecedente la morosità, ossia i 36 mesi precedenti in cui ha pagato regolarmente quanto dovuto, più (così sostiene) una cifra non prevista dal contratto di locazione.

    Quindi stiamo parlando di due argomenti differenti e distinti: il fatto che l'inquilino sia stato sfrattato per una morosità di 14 mesi NON esclude automaticamente che nei 36 mesi precedenti abbia pagato (oltre al canone di locazione ed oneri accessori) somme non dovute, delle quali chiede la restituzione.
    Ovviamente deve documentare questa richiesta e tu puoi contestarla.
    Bisogna anche valutare se questo suo presunto credito sia o no prescritto: non so se il termine di prescrizione è di 10 anni o inferiore.

    Questo è il mio parere, però non sono un avvocato.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Art. 2948, n. 3 c.c.: 5 anni.
     
  13. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Anch'io ho pensato alla prescrizione quinquennale, visto che stiamo parlando di locazione.
    Ma mi chiedo se si applica il termine di 10 anni (più favorevole al presunto creditore) quando si tratta di somme non palesemente imputabili ad un canone.
    L'ex inquilino potrebbe sostenere che gli sono state estorte per altri motivi non direttamente connessi alla locazione!
    Fermo restando che dovrebbe documentare e provare il tutto.
     
  14. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    E' peregrina la controdenuncia per estorsione fatta dall'ex-locatore?
     
  15. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ??????
    Questa non è una bella notizia per te: comunque sappi che se gli viene dato torto non potrà beneficiare del patrocinio gratuito per l'appello. Certo che se gli è stato concesso il patrocinio gratuito può significare due cose: o che il Consiglio dell' Ordine ha trovato valide e fondate le sue richieste oppure che il suo avvocato conta amicizie in seno al Consiglio medesimo. Perché il patrocinio gratuito non significa che l'avvocato patrocinante non risquota il compenso del suo lavoro: viene pagato dallo Stato secondo un tabellario vigente in ambito giudiziario.
    Non è che nel contratto nel dichiarare il canone di locazione non hai sommato, distinto ed evidenziato quanto è l'affitto vero e proprio e quanto è l'ammontare delle spese condominiali e di riscaldamento, per cui lui adesso ti sta chiedendo indietro tutte le somme eccedenti il canone che si riferiscono alle spese condominiali e di riscaldamento?
     
  16. rosina52

    rosina52 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    ringrazio Uva: per il punto 2 è vero comunque" pour parler" spero che il giudice capisca che è assurdo che una persona si sveglia al mattino e decida di chiedere denaro (visto che lui è in difficoltà economica) dopo che davanti al giudice ha confermato la sua morosità e NON ha fatto presente che comunque (secondo lui) voleva il rimborso di cifre pagate in più!! Tra l'altro citerà dei testimoni che io non ho mai incontrato Bah! speriamo bene! La prescrizione nn c'è perchè parliamo del 2014 e le somme che chiedono in restituzione sono dal 03/2010 al 02/2013
     
  17. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Quelle somme non eccedono nulla: sono dovute!
     
  18. rosina52

    rosina52 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    a luigi criscuolo : no chiede soldi (inventati) non documentati da nulla solo porterà due testimoni che dai nomi che ho visto non conosco affatto che sarebbero stati presenti al momento del pagamento del canone!!! Capisci che è impossibile che il "testimone" fosse presente ad ogni pagamento che avveniva in giorni diversi (a volte il 5 a volte il 7 a volte il 10 di ogni mese!!!
     
  19. rosina52

    rosina52 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    a Jack.1 : ma io quelle somme non le ho mai percepite!! a me pagava solo il canone registrato!!!
     
  20. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Le ragioni dell'istante devono risultare "non manifestamente infondate". Che è cosa ben diversa da "valide e fondate".
    Potrà proporre una nuova istanza di ammissione al patrocinio a spese dello Stato per il giudizio di appello.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina