1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. tony1954

    tony1954 Nuovo Iscritto

    Ho richiesto per l'ennesima volta i documenti all'amministratore(questa è la quinta volta da giuno 2010) rispondendomi con vari punti:
    1) Avendo chiesto copia dei verbali di assemblea relativi agli anni 2009/10/11 mi chiesto il motivo di tale richiesta, al fine di ottenere copia del
    deliberato assembleare riguardando la mia richiesta.
    2) La copia dell'assicurazione del parco è visionabile in qualsiasi riunione
    condominiale, tenedo presente che a me serve una copia per verificare i
    danni che deve pagare l'assicurazione considerando che ho avuto problemi
    di infiltrazioni d'acqua, i quali in passato sono stati risarciti e adesso no è
    stata fatta nessuna richiesta in merito.
    3) Avendo fatte altre richieste,(come verbali del consiglio dei condomini, della
    corrispondenza in arrivo e di partenza delle deleghe rilasciate dai
    condomini in occasione delle assemblee e copia del libro cassa per la
    registrazione delle entrate e uscite) su questi mi ha risposto che non
    possono essere oggetto di fotocopie in quanto discusse e approvate
    durante le riunione assembleari. Preciso che il nostro regolamento di
    condominio prevede che l'amministratore deve convocare ogni tre mesi il
    consiglio dei condomini, ma questo non è stato mai fatto.
    Mi chiedo cosa devo fare? Rivolgendomi ad un legale le spese sono a carico mio o dell'amministratore visto che lui si rifiuta in continuazione ad ogni mia richiesta!
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Caro Tony, anzitutto piango sulla tua spalla con te, perchè stai provando sulla tua pelle i problemi che condividono tutti i condomini italiani.

    Nel merito, il punto della questione è che l' amministrazione è nelle mani dell' amministratore, e i condòmini non hanno alcun potere di controllo.

    Tu hai il diritto di rivolgerti ad un legale (a tue spese), ma anche il legale di tua fiducia si confronta con una legge che non definisce alcun obbligo specifico dell' amministratore di condominio.

    Se i condòmini non si organizzano e decidono con procedure definite da delibere di assemblea approvate i precisi obblighi formali che l' amministrazione deve seguire nel loro condominio, allora tutto resterà nel vago, nell' impreciso, e soprattutto confinato in ciò che l' amministratore conosce (o crede di conoscere).

    Di seguito ti segnalo un link che ti porterà a leggere le informazioni necessarie per metterti nella giusta prospettiva:
    La Community AziendaCondominio • Leggi argomento - Modello di gestione condominiale
     
  3. tony1954

    tony1954 Nuovo Iscritto

    Grazie sei un vero amico.
    Visto che i condomini lo vogliono sostituire, ma non preferisco quello esterno, vuol dire che il prossimo anno mi candiderò, come mi è stato proposto altre volte, ma, ti pongo un'altra domanda essendo pensionato a cosa vado incontro? A livello fiscale intendo mica mi viene decurtato qualcosa dalla pensione, tenendo presente che espleterò le mansioni solo all'interno del parco, e quindi non necessita nemmeno l'iscrizione all'albo, o mi sbaglio!!!!
    Grazie ancora tony1954
     
  4. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Amministrare il condomìnio nel quale si abita, specialmente con l' accortezza di delegare la gestione amministrativa e finanziaria, e di rispettare buoni principi di qualità e competenza è possibile.
    E' possibile anche concordare un giusto compenso e non è necessario, in questo caso, neanche aprire la posizione IVA.
    Ti consiglio di delegare per la gestione amministrativa un gestore esterno che abbia l' organizzazione e la competenza necessaria, con l' obbligo di ordinare operazioni finanziare per conto dell' ente solo tramite Remote Banking, e con l' aiuto dell' amministratore per le operazioni di cassa; Pertanto con il massimo controllo e la massima trasparenza da parte di tutti i condòmini e da parte dell' amministratore (Il condòmino nominato a questo fine dall' assemblea, per i pagamenti, autorizzerà a mezzo e-mail il gestore amministrativo nominato dall' assemblea, che pagherà per conto del condomìnio).
    Per altre informazioni più approfondite puoi leggere quì:
    La Community AziendaCondominio • Leggi argomento - Amministratore del proprio condominio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina