1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. NicolaVenezia

    NicolaVenezia Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Buongiorno a tutti,
    vorrei presentare alla vostra attenzione una particolare questione, con la speranza di aver scelto la sede appropriata ad apertura di questa discussione.
    Cercherò di essere il più breve possibile : il mio ex proprietario di casa, negli anni, non ha mai fornito alla alla società competente per lo smaltimento dei rifiuti alcun riferimento relativo all'immobile di sua proprietà (un terracielo di 3 appartamenti+1 locale ad uso magazzino) , risultando pertanto privo (praticamente da sempre) di alcuna registrazione presso l'ente di cui sopra. Io, all'epoca studente universitario, non ho mai ricevuto indicazione per ciò che riguardava la gestione di questo tipo di tributi, disponendo di un contratto ad uso foresteria di durata annuale completamente sprovvisto di qualsiasi voce in merito alla questione spazzatura (cosa invece specificata per gli altri tipi di utenza: luce, acqua, gas). Ora, a seguito di un accertamento da parte delle autorità competenti, il locatore
    ha ricevuto (a suo carico), con la dichiarazione dei redditi 2012, un'ingiunzione di pagamento per i 5 anni (2007-2011) di oneri non corrisposti comprensivi di morosità ed interessi maturati (ovviamente solo 5 anni poichè gli altri decaduti per prescrizione). Premetto che lui ha già onorato tali pagamenti.
    Ho ricevuto da poco una notifica, via raccomandata, nella quale vengo indicato come debitore nei suoi confronti, rivendicando, peraltro in totale omissione della documentazione giustificativa originale del processo verbale di contestazione a suo carico, i presunti tributi riferiti all'intero anno 2007 e metà del 2008 (anno in cui ho lasciato l'appartamento). La domanda pertanto è la seguente: sono realmente tenuto a dover corrispondere quanto richiestomi considerando che il procedimento è stato aperto nel 2012 a suo nome? essendo passati più di 5 anni dall'estinzione del nostro contratto, in questo tipo di rapporto tra privati (è lui che ora deve rivalersi su di me ) , non sussiste anche nel mio caso la prescrizione riferita a crediti datati più di 5 anni (ora siamo nel 2013, quindi, quello che a mio avviso potrebbe eventualmente pretendere sarebbero gli importi relativi a maggio, giugno luglio 2008) ?

    Grazie infinite per qualsiasi aiuto o indicazione.


     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Le prescrizioni.

    Bollette relative ad utenze (gas, acqua, luce, telefono) nonche’ tutto cio’ che dev’essere pagato in riferimento all’anno o alla frazione di anno

    Cinque anni (art.2948 c.c.) a partire dalla data di scadenza. Se le fatture sono oggetto di controversia il termine e’ di 10 anni.
    Affitti pigioni e ogni altro onere legato alla locazione

    Cinque anni (art.2948 c.c.). Attenzione! ci sono delle sentenze (es. Cassazione n.5795/1993) che hanno fissato, come deroga, un termine inferiore -di due anni- per il rimborso del credito del locatore (relativo a spese condominiali) per i contratti ad equo-canone.
    Spese condominiali

    Cinque (5) anni (art.2948 c.c.)
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il proprietario, dopo aver presentato la denuncia di inizio occupazione di quei locali (da parte sua), avrebbe dovuto presentare, quando sei subentrato tu, la denuncia della cessazione di occupazione di quei locali ai fini della TARSU.
    E tu avresti dovuto presentare la denuncia dell'inizio di occupazione di quei locali, entro il 20 gennaio successivo.

    La dichiarazione dei redditi non c'entra nulla.

    Ciò premesso, il proprietario può eventualmente chiedere al comune lo sgravio (parziale), dimostrando di non aver continuato l'occupazione dei locali nel periodo interessato.
     
  4. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Esattamente
    Seppur tardivamente, il proprietario può dimostare che in quel periodo l'immobile era occupato da un conduttore con un regolare contratto di affitto e poichè questi oneri competono a chi ne fa uso dell'immobile ossia il conduttore.
    Saluti
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    sempre che sia stato fatto e comunicato al comune la cessione fabbricati
     
  6. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo che la 'comunicazione cessione di fabbricato' non c'entri, trattandosi di una comunicazione dovuta per questioni di antiterrorismo (questa comunicazione fu introdotta dopo l'omicidio dell'on. Aldo Moro). Infatti almeno nelle grandi città va consegnata alla polizia locale competente per territorio, ossia al commissariato della zona ove è sito l'immobile locato. Però potrei sbagliarmi.
     
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Con la recente approvazione del decreto sul cosiddetto “federalismo municipale”, in sede di introduzione della “cedolare secca sugli affitti”, è stato deciso che l'obbligo di comunicazione della cessione di fabbricato, previsto dalle disposizioni normative del 1978, è assorbito dalla registrazione del contratto di locazione. La registrazione del contratto di locazione assorbe l'obbligo comunicativo - L'art. 3, comma 3, del D.Lgs. 23 del 14.3.2011, recante “Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale”, stabilisce che: «Fermi gli obblighi di presentazione della dichiarazione dei redditi, la registrazione del contratto di locazione assorbe gli ulteriori obblighi di comunicazione, incluso l'obbligo previsto dall'art. 12 del D.L. 59 del 21.3. 1978, convertito, con modificazioni, dalla legge 191 del 18.5.1978. Nei casi di omessa richiesta di registrazione del contratto di locazione si applica l'articolo 69 del citato testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 131 del 1986».
    Fanno eccezione i casi riguardanti le locazioni ad uso abitativo effettuate nell’esecuzione dell’attività di impresa o di arti e professioni e i Comodati d’uso gratuito non soggetti a registrazione per i quali permane l’obbligo della comunicazione di cessione di fabbricato all’Autorità di Pubblica Sicurezza.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si sta discutendo di una locazione cominciata sei anni fa. Quando non v'era nessun "assorbimento".
    No. Ora non fanno eccezione.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    salvo per estracomunitari e apolidi,
    per @jaco da noi le comunicazione le facciamo al protocollo del Comune, e in contemporanea si comunica che l'immobile sarà occupato da tale data, ed oneri vari saranno a carico del nuovo locatario
     
  10. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per coloro che sostengono (paradossale che si debbano sempre interpretare le leggi, ma è così) che soltanto relativamente ai contratti registrati con l'opzione del locatore per la cedolare secca non incombe sul locatore l'obbligo della comunicazione, nel caso di unità non abitative l'obbligo c'è in quanto per tali unità non si può optare per la cedolare secca.
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La legge attuale è chiarissima. Non serve nessuna "interpretazione". Basta conoscere quale sia la legge "attuale".
     
  12. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si protocollano al protocollo del comune, che le consegna ai VV.UU. in quanto forze di P.S., no?
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si inviano all'autorità locale di P.S. Tale autorità è il "sindaco", ma nei soli comuni dove non esiste un ufficio di pubblica sicurezza. Cioè dove non è presente una Questura o un Commissariato di P.S.
     
  14. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quindi laddove non esistono né la Questura né un Commissariato eventuali sfratti vengono eseguiti dai VV.UU.?
    Grazie.
     
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il codice di procedura civile, per il procedimento di esecuzione, in tutti i casi in cui prevede che gli ufficiali giudiziari debbano ricorrere ad "assistenza", fa riferimento a "ufficiali della forza pubblica, quando ne siano legalmente richiesti. Oppure a "forza pubblica, ove da lui ritenuto necessario".
    Appartengono alla forza pubblica gli agenti di pubblica sicurezza, i carabinieri, le guardie di finanza, i vigili del fuoco, gli agenti di custodia e le persone a essi equiparate, nonché tutti quegli organismi pubblici non militarizzati i cui dipendenti sono investiti di potestà di coercizione diretta sulle persone e sulle cose ai fini dell'ordine e della sicurezza pubblica.
     
  16. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quindi anche i VV.UU., quanto meno quelli dotati di pistola e manette dai Comuni di appartenenza, no?
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Solitamente gli U.G. si rivolgono alle Questure o ai Commissariati di P.S.
     
  18. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    In Sardegna (e solo) ci sono anche i Barracelli a cui si può rivolgere, a livello locale, istituiti con Regio decreto e sono muniti di pistola o fucile automatici.
    Fanno parte pure essi della forza pubblica.

    Perchè sei agente immobiliare.
    L'obbligo di presentazione della comunicazione di cessione di fabbricato ex articolo 12 del decreto legge 59/1978 viene esteso, dal comma 345 della legge finanziaria, anche nei confronti dei soggetti che esercitano abitualmente l'attività di intermediazione nel settore immobiliare.
    In tutti gli altri casi no, salvo extracomunitari o apolidi come giustamente hai scritto tu.
     
  19. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi sembra che si vada fuori tema, in quanto la domanda iniziale del thread richiedeva solo se il locatore aveva o meno diritto di richiedere al conduttore gli importi della TARSU relativi al suo periodo di occupazione dell'immobile.
    Le dichiarazione di cessione di fabbricato non ha nulla a che vedere con l'argomento.
    La risposta riguarda solo i termini di prescrizione di detto credito.
     
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    con i contratti con C.S. sarà il comune ricevendo la comunicazione del contratto ad inserire nell'elenco dei contribuenti alla tassa dei rifiuti, esonerando il locatore o occupante precedente degli obblighi al pagamento della cosidetta Tarsu, ciao
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina