1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. phillyjoe

    phillyjoe Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Salve a tutti,
    fino a qualche tempo fa ero in affitto in un appartamento ma il proprietario di casa non ha mai registrato il contratto, anche se è stato firmato da entrambi. L'utenza del gas era intestata a suo nome ed io ho pagato tutte le bollette regolarmente. A febbraio sono andato via dall'appartamento, ora il proprietario di casa mi incita a pagare una fattura (tramite telefonate e lettere) emessa a maggio, io in quel periodo però avevo già lasciato l'appartamento da tre mesi ed avevo pagato tutte le bollette precedenti. Secondo voi come devo comportarmi?
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ignora qualunque sollecitazione del locatore: il contratto non è registrato e lui non può fare nulla senza 'farsi molto male'! Noi locatori vediamo questi personaggi come il fumo negli occhi!
     
  3. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non fare assolutamente nulla e attendi passi dal tuo ex proprietario, caso mai potrai dimostrare che a maggio eri uscito da ben tre mesi, ovvero il periodo che intercorre tra una bolletta e l'altra.
     
  4. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Qualunque mossa del locatore deve cominciare dall'esibizione della registrazione del contratto: sarà capace di tagliarsi i cosiddetti?
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ottimo consiglio Jaco. Dal punto di vista legale e di opportunità hai ragione ed ha ragione l'ex inquilino, ma dal punto di vista dell'equità astratta ( "reali consumi") penso che le cose stiano diversamente.
    Occorre ricordare che la Compagnia che fornisce le utenze domestiche, per risparmiare sui costi di gestione, procede alla lettura dei contatori al massimo 1/2 volte all'anno mentre le fatture vengono emesse, per consumi presunti, a cadenza bimestrale.
    Ora trattandosi di gas ed essendo quest'ultimo il "motore" per potersi riscaldare nel freddo inverno dell'emisfero boreale, è molto probabile che la bolletta emessa a maggio si riferisca al consumo effettivo fino al 31 marzo, con relativo conguaglio che sarà alquanto gravoso in quanto relativo al periodo di maggior consumo ( 4-5 volte il consumo medio mensile). La quota di competenza del caro amico ex-inquilino la si può conoscere solo se esistono delle rilevazioni mensili dei contatori (in particolare al 28 febbraio, data di rilascio dell'alloggio).
    Ergo: per evitare contestazioni e/o sgradite sorprese, prendete l'abitudine di controllare periodicamente i contatori.
    Altro consiglio ( se interessa) bisogna chiedere copia integrale della fattura di cui si chiede il pagamento. Con un po' di pazienza si può pervenire ad un conteggio abbastanza prossimo al reale consumo di competenza.
     
    A Avvocato Luigi Polidoro piace questo elemento.
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il fornitore dell'acqua, energia elettrica e gas che c'è nella mia città ha adottato questo sistema, alla scadenza della fatturazione in precedenza alla sua emissione (p.es. 31 marzo), si può comunicare i dati relativi alla lettura del contatore e comunicarlo con numero verde (gratuito).
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io per gas/luce comunico ogni 2 mesi i consumi rilevati dal contatore. Posso farlo con Internet o telefono ( ENI). Alcune volte ho contestato le bollette emesse con dati presunti e differenti (sempre a favore del fornitore) da quelli da me comunicati. Ho dato una settimana di tempo per rettificarmi la bolletta ( storno o N.C.) con la minaccia che in caso di diniego sarei passato immediatamente ad altra compagnia.
     
  8. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Minacciare è reato: non si minaccia, si avverte.
     
  9. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La minaccia ha lo scopo di preavvertire delle potenziali conseguenze negative fisiche, morali o economico/finanziarie.
    Nel mio caso sono solo economico/finanziarie, in quanto si perde un cliente. ...che non costituisce reato.
    Buongiorno Jaco.
     
  10. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma l'utente ha chiuso il contratto? Grazie.
     
  11. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ¿ A quien te refieres ?
     
  12. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi riferisco all'intestatario del contratto di fornitura dell'elettricità, ossia all'inquilino. Se il contratto non l'ha chiuso (e quindi fino a che non lo chiude) il fornitore ha titolo per esigere da lui il pagamento delle bollette relative. Del titolare dell'immobile al fornitore non gliene importa niente, mica ha aderito lui al contratto di fornitura!
     
  13. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non sono in grado di riportare il quesito originale ma riporto, con copia incolla, quanto scritto da l'O.P. ( spero che non sia il giornale del famoso caso Pecorelli):
    Mess. n.1
    Salve a tutti,
    fino a qualche tempo fa ero in affitto in un appartamento ma il proprietario di casa non ha mai registrato il contratto, anche se è stato firmato da entrambi. L'utenza del gas era intestata a suo nome ed io ho pagato tutte le bollette regolarmente
     
  14. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se non è intestato a te, perché dovresti pagare? Anzi, tu dovresti dirgli di smetterla di chiederti i soldi!
     
  15. perugina

    perugina Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ma suvvia, se i consumi sono suoi o è il conguaglio...non facciamo sempre gli individualisti furbetti!
     
  16. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Una fattura emessa a maggio molto probabilmente si riferisce a consumi del periodo da febbraio in poi, quindi di competenza del locatore.
     
  17. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    1. Non fa testo la data di emissione della fattura del gas, bensì il periodo a cui si riferiscono i consumi fatturati. Tale periodo è evidenziato sulla fattura. Probabilmente se la fattura è stata emessa a Maggio, i consumi si riferiscono ad un periodo di gran lunga precedente.
    2. Se il locatore non ha provveduto alla registrazione perché non lo hai fatto tu conduttore ? L'obbligo della registrazione incombe in ugual misura su entrambe le parti anche se nel nostro ordinamento (assurdo) le sanzioni accessorie più pesanti sono previste solo per il locatore.
    3. Perché in fase di inizio locazione non hai provveduto a volturare a tuo nome l'utenza del gas ? Così non ci sarebbero state incomprensioni.
     
    A alberto bianchi e condobip piace questo messaggio.
  18. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    1. Di norma una fattura emessa a maggio riguarda consumi di febbraio e marzo.
    2. Ok
    3. E' andata bene anche così. Il gas se lo paga il locatore in quanto cliente per la fornitura.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina