1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. viktorya

    viktorya Nuovo Iscritto

    Buongiorno ,

    un mio zio circa due anni fa , ha iniziato a ristrutturare una casa .
    Ha fatto scavi , fondamenta e iniziato la costruzione .
    Ha presentato debiti giustificativi ed ha ricevuto nella dich. redditi il rimborso relativo al 36% spettatogli.
    Succede che la casa , x cause ancora da verificare , ma sicuramente un corto circuito si e' incendiata .
    I danni erano molto ingenti e non si potevano tenere valide le mura , solo le fondamenta in cemento armato . Ora mio zio , ha un ulteriore problema , ossia che l'azienda per cui lavora li mettera' in cassa integrazione e quindi al momento non intende proseguire nei lavori .
    Addirittura sta pensando di lasciare perdere e richiedere al Comune la somma versata per gli oneri urbanistici ( in Comune gli hanno detto che puo' richiedere la somma entro e non oltre 5 anni dall'effettivo versamento ) Chiedo se richiede la restituzione della somma versata al Comune , deve anche comunicare e restituire il rimborso del 36% ? Le spese comunque erano state fatte !!
    Ringrazio per la cortesia dei vai associati per la risposta
    Buon anno a tutti
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se ha iniziato una costruzione non ha ristrutturato una casa già esistente, come poteva aver diritto all'agevolazione 36%?? Aveva forse demolito l'esistente e iniziato a ricostruire fedelmente, oppure si trattava di un ampliamento??? Saluti.
     
  3. viktorya

    viktorya Nuovo Iscritto

    Buongiorno ,

    si era un fienile e poi lo stava ricostruendo in abitazione ampliandolo.
    Ringrazio per la risposta
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se era un fienile demolito e ricostruito a casa non si tratta di fedele ricostruzione (altrimenti avrebbe dovuto ricostruirlo come fienile: stessa sagoma, stesse aperture, stesse misure) e l'ampliamento non ha diritto ad agevolazioni.
    Entrambi gli interventi sono classificati come nuova costruzione: le agevolazioni non spettano. Fate finta di niente sperando che non vi richiedano documenti, altrimenti dovrete restituire le agevolazioni per gli anni in cui le avete godute. Saluti.
     
  5. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se era un fienile demolito e ricostruito a casa non si tratta di fedele ricostruzione (altrimenti avrebbe dovuto ricostruirlo come fienile: stessa sagoma, stesse aperture, stesse misure) e l'ampliamento non ha diritto ad agevolazioni.
    Entrambi gli interventi sono classificati come nuova costruzione: le agevolazioni non spettano. Fate finta di niente sperando che non vi richiedano documenti, altrimenti dovrete restituire le agevolazioni per gli anni in cui le avete godute. Saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina