1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    Quando negli affitti abitativi si diventa morosi e alla fine arriva la sentenza di sfratto, il locatore ha un piccolo vantaggio, ossia quello di non dichiarare al fisco i mesi di affitto non incassati.

    Se poi il locatore fa causa al conduttore per il recupero del credito, il conduttore può ottenere dal giudice uno sconto sul totale della morositá dovuta, rilevando che il locatore non ha pagato ne pagherá le tasse sugli affitti di cui reclama il pagamento, come il regolamento fiscale in questi casi prevede?
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Certo che può chiedere. La risposta del Giudice sarà:
    -Una sonora risata !
    Le imposte il locatore dovrà comunque pagarle dopo avere incassato l'arretrato.
     
    Ultima modifica: 11 Settembre 2018
    A basty, uva e Franci63 piace questo elemento.
  3. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ... e il conduttore pagherà anche le spese legali in aggiunta ....
     
    A alberto bianchi e Franci63 piace questo messaggio.
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ce ne vuole per scrivere una boiaxa simile.
    Guardi troppe trasmissioni condotte da "incantatori sinistroidi".
     
    A Luigi Criscuolo e Franci63 piace questo messaggio.
  5. Betelge

    Betelge Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Parlare di 'vantaggio del locatore' mi pare demenziale.
    Se il conduttore non paga il locatore si accolla tutto, perdita di affitto, IMU, spese condominiali, eventuali danni, tempo per impostare causa ecc.
    La legge difende il conduttore e impedisce al 99% il recupero del debito. Spesso premia il moroso con una casa popolare.
    La locazione è attività socialmente utile che da ricavi molto bassi ma vien vista come se fosse un furto. Paese di ****a.
     
    A Franci63 e uva piace questo messaggio.
  6. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    Io sono un locatore e per esperienza diretta confermo che c'è questo piccolo vantaggio di poter non dichiarare gli affitti non percepiti, diversamente dagli affitti commerciali dove il canone va dichiarato anche se non ricevuto.

    Ho parlato di piccolo vantaggio, che non è né demenziale ne una boiata come scrive qualcuno sopra, perchè questa regola permette di recuperare il 21 % degli affitti non incassati, se opzionali
    con cedolare secca, con l'esenzione dalle tasse.....è meglio prendere un pezzo di pane che un piatto vuoto.
     
  7. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questo è giusto.

    Ma l'assurdità consiste nell'ipotizzare per l'ex conduttore uno "sconto" sui canoni che l'ex locatore riesce ad incassare in seguito (sovente con una procedura di recupero credito lunga e costosa).

    Quegli affitti incassati dopo che lo sfratto è stato eseguito e l'immobile rilasciato devono comunque essere dichiarati e soggetti a tassazione.
    Quindi il locatore le tasse le paga, e non ha senso ipotizzare uno "sconto" a favore dell'ex inquilino sfrattato per morosità!
     
    A Betelge e alberto bianchi piace questo messaggio.
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    O ci sei o ci fai... e più prosegui più fai dubitare.

    Qualsiasi affitto da locazione viene tassato (qualsiasi "regime" sia stato scelto), tanto che il locatore deve pagare anche se non ha ancora percepito l'affitto e fino a quando il Giudice non ha sentenziato.

    Poi se tu, che ti dichiari locatore, non paghi perché di tua iniziativa ometti di versare... sei evasore.
     
    A Betelge piace questo elemento.
  9. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Piuttosto lo "sconto", a mio parere, dovrebbe essere concesso al locatore.
    Nel senso che il Fisco dovrebbe permettergli di portare in detrazione i costi sostenuti per le procedure di sfratto e di recupero credito, opportunamente documentate con le parcelle degli avvocati.
    Questi costi ammontano a migliaia di euro, che purtroppo non sono detraibili dai redditi dei fabbricati.
     
    A Betelge, alberto bianchi, Franci63 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  10. Betelge

    Betelge Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    continuo a dire che non si tratta di piccolo vantaggio ma solo di semplice principio di minima giustizia per il quale prevale il principio di cassa al posto di quello di competenza.
    come in ogni piccola azienda dove si morirebbe a pagare su crediti ancora non incassati.
    e aggiungo che un altro problema qui in italia che la locazione non viene ancora vista come piccola attività imprenditoriale se non al prezzo di fondare società con tassazioni improponibili
     
  11. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La boiata sta nella interpretazione che dai ad una lettura distorta della norma fiscale.
    Il locatore non recupera un bel niente degli affitti non incassati: semmai recupera la parte di imposta sull'affitto che ha comunque dovuto versare, anche se l'affitto non lo ha percepito. Anzi, è pure tenuto in sostituzione a versare una imposta calcolata sulla rendita catastale come se avesse tenuto sfitto l'immobile.
    Pensi realmente che il fisco conceda un vantaggio e sia così generoso da sostituirsi ai doveri del conduttore regalando al locatore almeno il 21% del canone?
    Semmai è una sconcezza che per le locazioni commerciali lo stato incassi comunque imposte su redditi non percepiti.
    Se metti in mostra la tua stupidità, non ti stupire che poi ti si risponda per le rime
     
    A uva e alberto bianchi piace questo messaggio.
  12. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    Allora deve essere questo il motivo per cui un proverbio dice che '' la ragione è degli stupidi ''
     
  13. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo con la tua spiegazione.

    E aggiungo che nel caso in cui il locatore riesca in seguito a recuperare almeno in parte gli affitti arretrati (ad esempio con un decreto ingiuntivo: procedura lunga e costosa) deve dichiararli e assoggettarli a tassazione.
    Magari ci sono locatori che non li dichiarano, ma si tratta di evasione fiscale.
     
    A alberto bianchi e basty piace questo messaggio.
  14. happysmileone

    happysmileone Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ... e per di piu' se fai decreto ingiuntivo al debitore versi allo stato l'imposta di registro del 3% della somma che non hai percepito, subito, anche se poi non riuscirai a recuperare quanto ti e' dovuto !
     
  15. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Credo fosse già stato detto sopra. E la cosa curiosa è che non è nemmeno semplice in alcune situazioni riuscire a esporre correttamente questi proventi da pignoramento, specie in certi casi.
    Dopo aver posto un quesito qui su propit senza risultato (anche Nemesis è rimasto vago...) e avuto due risposte senza senso dal call center di Agenzia delle Entrate, ho fatto un interpello a cui dopo correzioni hanno risposto dopo più di un anno, direi esaurientemente.
    Nemmeno gli addetti agli sportelli avevano saputo darmi spiegazioni: si rivolga ad un commercialista (anche qui due pareri difformi e non in linea con le istruzioni)
     
    A uva piace questo elemento.
  16. happysmileone

    happysmileone Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quale era il quesito e la risposta all'interpello ?
     
  17. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Per chiarezza replicavo ad uva. Comunque la complicazione cui accennavo, oggetto di interpello, era dovuta al fatto che il locatore era una società semplice, i cui redditi si ribaltano pari pari sui soci.
    Il guaio è che dovendo dichiarare gli introiti a seguito di decreto ingiuntivo sul quadro RM, questo presenta differenze tra quello delle PF e SP.
    Le istruzioni fanno solo riferimento al caso PF. Trasporre le istruzioni correttamente per il caso SP non è banale
     
  18. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sta di fatto che a domanda sul perché anche i commerciali fossero incerti la risposta che ho avuto da uno è stata: " è il primo caso che incontro di uno che è riuscito a recuperare qualcosa..."
     
  19. happysmileone

    happysmileone Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ... e dire che era stato istituito il ministero per la semplificazione normativa ora mi sembra non sia piu' previsto !
     
  20. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ricordo la discussione in cui cercavamo di approfondire l'argomento.
    Avevo partecipato anch'io, condividendo la mia esperienza di recupero credito mediante pignoramento del c/c dell'ex inquilino moroso.

    Se a qualcuno può interessare:
    Redditi 2017- Dove indicare gli introiti da pignoramento c/o terzi per recupero canoni non riscossi?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi