1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve
    A seguito di sostituzione delle reti vetuste di fognatura nera da parte dell’acquedotto Pugliese nella strada pubblica dove risiedo, gli operai della ditta incaricata dalla stessa, evidenziavano sin da subito che una rientranza della stessa strada pubblica che consente l' accesso al mio condominio non era oggetto di manutenzione per il rifacimento del manto stradale (asfalto) poichè tale rientranza considerata secondo la ditta "privata e non pubblica" ( notizia non fondata) e pertanto, al fine di rendere omogeneo il manto stradale si offrivano di estendere i lavori anche nella rientranza previo pagamento di un un importo extra (200 euro) da versare prontamente nelle loro mani , in aggiunta senza neanche presentare alcun documento fiscale (fattura) che attestasse il pagamento di un lavoro non a carico della ditta.
    Messi alle strette, e senza aver tempo di decidere, purtroppo sentito velocemente i condomini abbiamo, seppur mal volentieri accettato di far eseguire i lavori.
    Aggiungo che, simili comportamente da parte della ditta sono avvenuti anche nei confronti di altre abitazioni o accessi alle abitazioni sulla stessa strada come se fosse quasi una speculazione da parte della ditta.

    Per quanto sopra, al fine di fugare ogni dubbio circa la natura del tratto di strada in questione, intanto ho sollevato la questione infomando tramite PEC, l'ufficio tecnico del mio Comune, e l'azienda dell'acquedotto pugliese che ha eseguito i lavori ma a tutt'oggi non ho ricevuto alcun riscontro in merito.
    Cosa mi suggerite di fare al fine di far chiarezza sulla tipologia di tratto di strada (privata/pubblica) e a mettere al corrente l'azienda per la condotta della ditta incaricata (lecito/illecito).
    Grazie
     
    Ultima modifica: 3 Agosto 2014
  2. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Guardia di finanza. Carabinieri. Esposto alla magistratura. Si aspetta fattura dalla società.
     
  3. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ok
    grazie
     
  4. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    fallo tutti insieme però. raccogli le firme e vediamo se ci sta un minimo di senso civico da girare a nostro favore
     
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    E' possibile che il tratto in allargamento della sede stradale non fosse di loro competenza, probabilmente non era nel progetto il rifacimento del manto di asfalto quindi nessuno lo avrebbe loro pagato, però se hanno ricevuto dei soldi, devono emettere la fattura
     
    A arciera piace questo elemento.
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Solo il Comune , tramite l'apposito ufficio dell'edilizia privata, può sapere se l'allargamneto della strada è di proprietà comunale (da sempre oppure acquisita) oppure è tuttora un' area privata perché all'interno del confine. Si potebbe anche andare a vedere la planimetria catastale (anche se non ha valore probante ai fini legali) della particella che rappresenta l'edificio.
    Comunque tutto questo bailamme per 200 euro da suddividere tra tutti i condomini, a fronte del fatto di avere l'asfaltatura paregggiata.
    Certo che io raggrupperei tutti i casi richiesta e chiamerei qualche giornalista del giornale di Bari in modo che sia resa pubblica questa notizia. Poi mandere copia dell'articolo al Presidente AQP ed al Capo della Procura.
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Consigliere Tuonoblu di andare all'ufficio tecnico del comune e chiedere informazioni eventualmente, previa richiesta di accesso agli atti, pretendere di vedere, con l'assistenza di un tecnico di sua fiducia, il progetto esecutivo dei lavori. E' bene sapere che se il tratto di strada o vicolo è attraversato dai sotto-servizi e se esistono i marciapiedi o la segnaletica stradale è usucapito dal comune per accessione invertita. Fino ad un paio d'anni fa l'Ente pubblico usucapiva il tratto di strada, trascorso un anno dall'occupazione. Credo che recentemente detta norma sia stata abrogata e non dovrebbe essere applicata al pregresso. Infine, contatterei il Direttore dei Lavori e gli chiederei se quei tratti in discussione facevano parte del progetto e se sono stati contabilizzati all'impresa. Evidentemente in tal caso ci sarebbero gli estremi per una denuncia per truffa.
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  8. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ok
    vedrò di seguire i tuoi consigli
     
  9. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Basterebbe anche vedere sul rogito se è indicata la quota proporzionale del foglio n..., particella n..., relativa alla parte della strada che l'impresa intende far pagare a Voi.
    La dichiarazione che la parte rientrante non è di loro competenza perché non compresa nei lavori non è accettabile se non documentata...!
     
  10. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A titolo di curiosità quanti mq è la rientranza che la ditta considera privata e non pubblica???
     
  11. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    é il punto forza con il quale la ditta ciurla nel manico........

    Effettivamente il tratto in allargamento non era interessato all'attaversamento delle condotte fognarie ma in ogni modo sulla fatidica rientranza hanno lavorato per circa 10 giorni per poter effettuare gli scavi con scavatori, cingolati ed altre attrezzature tale da indebolire e screpolare il manto stradale.
    Pertanto, a maggior ragione andava incluso nel rifacimento anche il tratto in allargamento della strada su cui sono avvenuti i lavori.[DOUBLEPOST=1407156496,1407156455][/DOUBLEPOST]
    circa 20 metri quadrati[DOUBLEPOST=1407156746][/DOUBLEPOST]
    è una verifica che farò subito, ma ripeto tale rientranza è adibita a spazioo pubblico, parcheggio pubblico e non privato.
     
  12. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Paga e non fare storie...per 100 mq di sistemazione di un tratto di una strada vicinale (quindi di proprietà privata ma di uso pubblico - possono passare tutti- ma la manutenzione tocca sfigatamente ai soli proprietari) ci hanno chiesto 3700 euro...Ho in mano i preventivi di 4 ditte ma sono tutti simili...
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  13. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    In effetti abbiamo già pagato!
    Ma se rappresenti il tuo pensiero in questi termini :disappunto:devo dire che si accomuna con la condotta degli attori di quanto mi è accaduto.....:affermazione:
    La mia reazione, al di là della spesa da ripartire tra i condomini, è finalizzata a smascherare questa gente spregievole e disonesta.
     
  14. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ho capito il concetto..e ti do ragione, in fin dei conti non avete chiesto voi di utilizzare quel tratto di terreno (fra l'altro non interessato ai lavori).
    Vi ritrovate comunque un parcheggio asfaltato a nuovo che si spera durerà parecchi anni e così per un po' tirerete avanti senza ulteriori spese.
     
  15. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    come ho già fatto presente nel precedente post
    effettivamente il tratto in allargamento non era interessato all'attaversamento delle condotte fognarie ma in ogni modo sulla fatidica rientranza hanno lavorato per circa 10 giorni per poter effettuare gli scavi con scavatori, cingolati ed altre attrezzature tale da indebolire e screpolare il manto stradale.
    Pertanto, a maggior ragione andava incluso nel rifacimento anche il tratto in allargamento della strada su cui sono avvenuti i lavori.
     
  16. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se posso fare ipotesi: il tratto in allargamento non è disciplinato in nessun modo su nessun atto, è semplicemente un arretramento della recinzione previsto nel progetto della costruzione dell'immobile ed imposto dalle norme, quindi la competenza sull'uso e le manutenzioni risulta dubbia. L'azienda che ha fatto i lavori aveva in progetto e previsto nei conti il rifacimento dell'asfalto della sola sede stradale e non era stato considerato l'allargamento. Chi ha lavorato ha utilizzato questo spazio per muovere i macchinari anche se non era nel suo diritto in quanto l'area non era considerata nei previsti spazi di occupazione. Questo ha prodotto una situazione nella quale la superficie in allargamento si è rovinata e non era inserita nelle superfici che il contratto prevedeva di ripristinare, probabilmente l'asfalto già non era proprio intonso quindi in chiusura si trattava di sistemare comunque a proprie spese o di provare a chiedere un contributo agli eventuali proprietari che poi hanno pagato questi 200 Euro:
    In conclusione, l'asfalto è nuovo davanti a casa, si sono spesi probabilmente non dovuti 200 Euro da dividere tra i condomini, l'alternativa era avere l'asfalto davanti a casa vecchio e rovinato e un'impresa da inseguire giuridicamente per farsi sistemare il manto stradale che era potenzialmente già un po' dissestato. Insistete per farvi fare una fattura e chiudete l'incidente, altrimenti se ne dovrà parlare per un tempo lunghissimo
     
    A arciera e Daniele 78 piace questo messaggio.
  17. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se l'area è privata, cosa della quale ho fondati dubbi, avreste dovuto pretendere la risistemazione visto che l'hanno stravolta con il loro intervento. Sarebbe stata opportuna una richiesta scritta all'Impresa e per conoscenza al Direttore dei Lavori ed all'Amministrazione comunale.
    Mi sa che non hai preso in considerazione il mio intervento precedente. Rileggilo.
     
    A arciera piace questo elemento.
  18. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    vuoi dire che hanno usato la rientranza come punto di appoggio per le loro lavorazioni e poi vi hanno chiesto i soldi per metterla a posto?
     
  19. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    in sostanza secondo me è andata proprio così.
    a fine lavori si sono accorti che la sistamazione di quel tratto non era in progetto e hanno chiesto i soldi per sistemarla, comunque, ribadisco, per quei soldi non starei tanto a sindacare: avete il vostro spazio rimesso a nuovo
     
  20. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    esatto:ok:[DOUBLEPOST=1407179918,1407179864][/DOUBLEPOST]
    beh sì
    è come vedere un bicchiere mezzo vuoto e mezzo pieno.........
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina