1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Sono proprietaria di un locale affittato a un privato con un garante (il convivente).
    Il contratto prevedeva un preavviso di rilascio di almeno 3 mesi.
    Ieri l'inquilino mi comunica che rilascerà il locale il 31 di questo mese quindi con 15 giorni di preavviso.
    Dice anche che provvederà a dare disdetta del contratto così le clausole contenute non sarannbo più valide.
    Sono basita.
    A parte la faccia tosta della gente, è stato gratis il primo mese, ci eravamo accordati per un canone agevolato il primo anno ed ecco il risultato.
    La domanda è:
    - se l'inquilino fa la disdetta del contratto questo cessa di valere?
    - se mi riconsegna il locale non posso fargli causa per morosità quindi si tratterebbe di una causa civile di quelle che durano una vita?
     
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    La disdetta minima anche per legge è di 3 mesi non meno, per cui avresti eccome il diritto d'impugnare.
    A me quest'anno era capitata una cosa simile, nel contratto firmato c'erano 6 mesi, questo si è appellato alla legge ( alle tabelle che gli avevano dato quelli del SUNIA) che prevedevano proprio 3 mesi...fatto sta che lui il contratto che aveva firmato c'era la disdetta di 6 mesi. Alla fine gli inquilini fanno quel vogliono, anche con contratto firmato alla mano...chiamare un avvocato non conveniva, per cui ho lasciato perdere ed ho tenuto i 3 mesi.
    Certo che oltre alla parola, ormai anche un contratto regolare con determinate persone proprio non basta più...mi chiedo a questo punto cosa un proprietario possa fare.
     
  3. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Daniele e lo dici a me? Io ho due locali uno con uno sfratto lunghissimo, e ora questo. Vedrai appena torno in possesso dei mie beni li vendo entrambi. Non ne posso più.
     
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Il problema è che non è facile vendere anche al giusto prezzo devi veramente svendere.
     
  5. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Qui in zona ci sono molte abitazioni in vendita ma pochi locali commerciali, conto su questo per non rimetterci l'osso del collo.
    Il problema dei locali è che se non c'è passaggio pedonale i commercianti non riescono a pagare l'affitto. Prima era diverso, magari un agenzia immobiliare riusciva a campare, adesso neanche quella.
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Guarda ormai è una guerra tra poveri.
     
  7. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Ormai? E' così da tempo, incluso il fenomeno degli inquilini morosi per professione (il famoso 'diritto alla casa': anche se non lavoro ho diritto alla casa, con il relativo 'Comitato per la casa per tutti').
     
  8. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Già, gli inquilini si sono organizzati e tra un po' terranno lezione all'Università su come fregare i proprietari, farsi beffa dei contratti e delle normative senza spendere il becco di un quattrino. Aggratise come si dice a Roma.
     
  9. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    sotto gli occhi amorosi del tribunale civile, della giustizia esercitata in nome del popolo.
     
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Giusto, però mentre prima era anche molto più facile avere l'inquilino moroso con un contratto a nero, oggi se utilizzi lo stesso sistema proprio perché senza contratto (ma tutto stabilito oralmente comunque senza un contratto registrato), trovi subito quello che lo viola e che non paga dopo tot tempo arrivando a minacciare di denunciarti all'Ade. Nel momento in cui c'è un contratto vien meno almeno il ricatto denuncia, ma non pagano. Purtroppo noi abbiamo 2 inquilini che pur con contratto se ne fregano, uno è indietro di 4 mesi l'altro invece che oltre a pagare l'affitto paga anche una quota per diventare il nuovo proprietario dell'immobile, un po' paga e un po' no. Ripeto con contratto registrato. La verità è che sta diventando un derby tra poveri, però esistono poveri che comunque non si fanno mai mancare nulla (ferie, uscite con gli amici). Io per risparmiare sto rinunciando a ferie e a tante tantissime cose, per cercare di stare in piedi ma veramente è una tribolazione immane. L'italiano è abituato malissimo, si lamenta molto e spesso però non si rende conto che se non fa rinunce avanti non va. Io ho dovuto farne, per me le ferie vuol dire stare a casa o andare da amici...non di sicuro andare sul Mar Rosso, Sharm o ai Caraibi o da altre parti. Tanti si lamentano ma credimi al momento delle ferie non stanno a casa come me...poi a pagare l'affitto ci pensiamo. L'amore proprio ed un briciolo d'onore o la riconoscenza per chi "non ti a sbattuto fuori a pedate" visto che non hai pagato non esiste. Vendere l'alloggio vuol dire svendere (il nuovo edificio è soggetto allo stesso meccanismo). In pratica devi svendere un bene, ma se è vero che l'affitto è una forma d'investimento (e di risparmio) capisci che svendere un risparmio non ha senso... .

    Con il passare del tempo, e delle scuse, l'aiuto che prima davi quasi incondizionatamente...ora si trasforma in risentimento...anzi direi proprio Rancore.
    Appena puoi e la legge ti lascia lo spiraglio, ed hai l'occasione favorevole, prendi la palla al balzo per "dare un pedata nel deretano alle sanguisughe" e cacciarli...
     
    Ultima modifica: 17 Luglio 2014
  11. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Una volta i proprietari erano dei privilegiati, oggi sono dei polli da spennare. Gli inquilini non hanno nulla da perdere dopotutto e si comportano da tiranni.
    Sinceramente sono stanca di rimetterci il sonno e di arricchire gli avvocati. Venderò con calma, locare un immobile commerciale oggi senza incappare nei morosi è quasi impossibile.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 18 Luglio 2014
    A tuonoblu piace questo elemento.
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    togli pure la parola "commerciale", Locare oggi è quasi impossibile. Ti assicuro che anche nelle abitazioni non funziona tanto meglio... anzi.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 18 Luglio 2014
    A tuonoblu piace questo elemento.
  13. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista

    E le "sanguisughe" vanno ad attaccarsi a un altro proprietario incolpevole per ripetere lo stesso copione...
     
  14. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    condivido:ok:[DOUBLEPOST=1405777221,1405777200][/DOUBLEPOST]
    :ok:
     
  15. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    condivido!:ok:

    Purtroppo è la triste realtà:disappunto: in cui i proprietari si trovano ad affrontare quando decidono di locare i propri beni immobiliari sia commerciali che abitativi, motivo per i il quale invito tutti quanti a segnalare sul sito:rabbia: web registro nazionale degli "INQUILINI INADEMPIENTI" , un data base di informazioni e se vogliamo una sorta di "registro nero"! per i conduttori morosi.
    Io che sono alle prese di uno sfratto per morosità nei confronti del mio conduttore, non appena viene convalidato lo sfratto (29 luglio) giuro che lo farò.
    Comunque, visto il momento storico, penso che in fase propedeutica di locazione ogni proprietario, prima di lasciarsi convincere al primo aspirante conduttore e concedere in locazione con superficialità e buonismo il proprio immobile dovrebbe fare, come primo passo, la faccia tosta a chiedere tutte le informazioni possibili e immaginabili sul tizio e successivamente tutelarsi con la firma di un garante o fidejussione bancaria altrimenti meglio tenerlo sfitto e aspettare!
     
  16. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Non sarebbe una cattiva idea.
     
  17. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Guarda, non serve. L'immobile di Roma (quello dello sfratto che ha superato abbondantemente un anno) era locato con fidejussione Bancaria Annuale!!! Quindi avevo le massime garanzie. Dopo sei anni una fidejussione bancaria scade e andrebbe rinnovata, se l'inquilino non lo fa, hai zero garanzie perché sono scoperte persino le mensilità per i danni che comunque erano comprese nella fidejussione.

    L'affitto dell'altro locale che invece l'inquilino mi restituirà (si spera) a fine mese senza preavviso!!!! era locato con garante (persona con reddito da lavoro). Purtroppo i costi e i tempi di una causa mi hanno fatto desistere, meglio riprendere l'immobile e perdere le tre mensilità di preavviso non pagate.

    Non esistono garanzie verso inquilini disonesti. Prima o poi ci fanno attraversare il mare con gli zoccoli.
     
  18. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    beh
    penso che sia stata una disattenzione:confuso: da parte tua a non assicurarti il rinnovo della fidejussione, dopotutto era un preciso compito che dovevi assolvere per tutelarti....:disappunto::disappunto:
    ovviamente il conduttore se non sente il fiato sul collo del proprietario, se ne infischia!:innocente::innocente::innocente:
     
  19. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista


    Anche se tu gli stai col fiato sul collo, se il conduttore non vuole più farla, o, peggio ancora, se la Banca non gliela rinnova....hai voglia a soffiare...!!!!
     
  20. Lizzie

    Lizzie Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Avoglia se non gli ho richiesto il rinnovo, con tanto di lettera raccomandata prima della scadenza. Non solo non l'ha rinnovata ma allo scadere della fidejussione ha smesso di pagare il canone, poi siamo andati in causa.[DOUBLEPOST=1405865812,1405865741][/DOUBLEPOST]
    Esatto. Quando il conduttore è disonesto, non c'è garanzia che tenga. Bisogna per forza andare in causa con spese e tempi legali che già sappiamo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina