1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ANTONIETTA UTZERI

    ANTONIETTA UTZERI Nuovo Iscritto

    avendo speso nel 2010 euro 15000 per la ristrutturazione del mio aappartamento e avendo diritto alla detrazione del 36% in che modo e da chi mi sarà rimborsata detta somma? Tony
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Non è un rimborso ma una detrazione che potrai utilizzare nell' ambito della dichiarazione dei redditi. :daccordo:
     
  3. pretta antonella

    pretta antonella Nuovo Iscritto

    Ti verrà rimborsato in sede di dichiarazione dei reddito, ma diviso in 5 anni se hai un'età superiore ai 70 anni altrimenti i tempi si allungano.
     
    A ANTONIETTA UTZERI piace questo elemento.
  4. ANTONIETTA UTZERI

    ANTONIETTA UTZERI Nuovo Iscritto

    Grazie per avermi risposto, ma avendo 81 anni e un reddito di 32.000 euro annui non potrò usufruirne completamente.
    Cosa ne pensate? Anticipatamente ringrazio .Tony
     
  5. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    hai comunicato il tutto all'agenzia delle entrate prima dell'inizio dei lavori? hai pagato le fatture delle imprese con bonifico bancario? porta il tutto al tuo commercialista (o chi per lui) e potrai detrarre il tutto dalle tasse
     
    A ANTONIETTA UTZERI piace questo elemento.
  6. ANTONIETTA UTZERI

    ANTONIETTA UTZERI Nuovo Iscritto

    ho portato tutto al commercialista, ma dato che i lavori di ristrutturazione non sono terminati anche per i prossimi due anni
    dovrò pagare altri 30.000 euro di spese ( x copertura tetti e facciata edificio), avendo un reddito di euro 32.0000 non sono
    sufficienti per poter detrarre dette somme , almeno così ho capito. andrebbero a fondo perduto? C'è qualche possibilità che
    questo non accada? Grazie Tony
     
  7. bernad

    bernad Nuovo Iscritto

    leontino ha ragione, è fondamentale aver spedito al Centro Operativo di Pescara tramite raccomandata la dichiarazione di inizio lavori scaricabile dall'Agenzia delle Entrate prima dell'inizio dei lavori, di solito i CAAF richiedono copia della lettera e ricevuta della raccomandata inviata. Fondamentale anche la modalità di pagamento con bonifco bancario e specifica che il bonifico viene eseguito per ottenere la detrazione fiscale del 36% (c'è da specificare la legge finanziaria ma di solito la banca già sa cosa scrivere), inoltre nella fattura dell'impresa è necessario inserire il costo della manodopera. Avendo 81 anni è possibile ripartire la detrazione fiscale in 3 o 5 anni, che vuol dire: 15.000/3 = 5.000€/anno; 15.000/5 = 3.000/anno, oppure 15.000/10 = 1.500€ anno (inoltre signora Antonietta tenga conto che i 15.000 devono essere già comprensivi di IVA, nel senso che anche l'IVA e le spese tecniche - se le ha avute - possono essere detratte). Ora non sono un commercialista, non so quanto spende di IRPEF con un reddito di 32.000€ ma se dovesse pagare in totale più di 5.000€ annui (cioè se le detrazioni che le fa in automatico l'INPS e che vengono conteggiate nel suo 730 + quello che deve pagare per essere proprietaria di casa è maggiore dei 5.000€) allora le conviene suddividere in 3 rate annuali la detrazione e quindi recupererà tutta la spesa annua IRPEF, cioè credo che nella pensione successiva a quella della dichiarazione dei redditi le verranno rimborsate le trattenute. Se invece dovesse pagare di meno allora le converrà scegliere la modalità di rateizzazione o in 5 anni o in 10 anni perché tutto quello che supera il quantum che paga annualmente non lo potrà più recuperare, viene perso.
     
    A ANTONIETTA UTZERI piace questo elemento.
  8. ANTONIETTA UTZERI

    ANTONIETTA UTZERI Nuovo Iscritto

    Grazie per la spiegazione, ma vorrei sapere : avendo 81 anni, si può scegliere la modalità di rateizzazione in 5 anni o in 10 anni ? (sperando nella salute......), perchè se ho ben capito dopo gli 8o anni le rate sono 3. E nel caso di morte prematura, mia figlia potrebbe ereditare l'eventuale rimborso? Ringrazio anticipatamente. Antonietta
     
  9. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    I contribuenti di età non inferiore a 75 e 80 anni possono ripartire la detrazione rispettivamente
    in cinque o tre rate annuali di pari importo. Possono optare per questa diversa ripartizione
    della detrazione anche per le spese sostenute in anni precedenti.
    Vedi pagina 6 di :
    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...ERES&CACHEID=b817df80426dc23e98b59bc065cef0e8
    +
    Le detrazioni ancora non fruite sono eventualmente godibili dagli eredi. :daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina