1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sandro1975

    sandro1975 Nuovo Iscritto

    Buongiorno,

    mi trovo in questa situazione :

    il 30/11/2011 scade un contratto ad uso transitorio sottoscritto il 29/11/2010.
    Il conduttore mi chiede di sottoscriverne un'altro per un altro anno .
    Corro il rischio che il contratto possa essere tramutato in un contratto di 4 anni + 4 anni ?
    Se si:
    Sono nella stessa situazione nel caso in cui facessi il nuovo contratto per 6 mesi (in modo tale che la durata complessiva del rapporto con questo conduttore sia di durata totale di 18 mesi )?
     
  2. Centro Immobiliare

    Centro Immobiliare Membro Junior

    Il contratto transitorio è rinnovabile per una sola volta, nel caso in cui invece dovreste proseguire il vostro rapporto di locazione con un contratto 4+4 e ha intenzione di occupare per un tempo inferiore l'immobile ti consiglio di inserire nel contratto l'opzione di disdetta anticipata da parte del conduttore con un preavviso di 2 mesi.
    Nel caso in cui dovessi risolvere anticipatamente il contratto le spese di risoluzione anticipata sono a tuo carico ed ammontano a 67.00 euro da versare con un F23.
    Spero di aver risposto alla tua domanda :basito:
     
    A ChiaraB di Solo Affitti piace questo elemento.
  3. sandro1975

    sandro1975 Nuovo Iscritto

    grazie infinite
     
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa, ma a quale norma ti riferisci quando dici che il contratto ad uso transitorio è rinnovabile per una sola volta? Non ho mai letto nulla in proposito.
    Secondo me il contratto, se rifatto ad uso transitorio secondo i dettami espressi dagli "accordi territoriali", non può venire trasformato in 4 + 4 solo se in esso è specificata un'esigenza particolare, del locatore o del conduttore, legata ad una data certa.
    Infatti, cito dal D.M. 10/03/2006 "Condizioni per la stipula dei contratti di locazione transitori e dei contratti per studenti universitari, ai sensi dell'articolo 5, commi 1, 2 e 3 della legge 9 dicembre 1998, n. 431, in assenza di convocazione, da parte dei comuni, delle organizzazioni della proprieta' edilizia e dei conduttori ovvero per la mancata definizione degli Accordi di cui all'articolo 2 comma 3, della medesima legge n. 431/98"
    "Gli Accordi territoriali come individuati nei commi 1 e 2 del presente articoli s'intendono richiamati anche nelle loro altre previsioni e specificatamente ai fini della determinazione delle fattispecie che consentono la stipula dei contratti di natura transitoria. In ogni comune le parti possono comunque stipulare, indipendentemente dalle esigenze individuate negli Accordi locali, contratti di locazione di natura transitoria per soddisfare qualsiasi esigenza specifica, espressamente indicata in contratto, del locatore o di un suo familiare ovvero del conduttore o di un suo familiare, collegata ad un evento certo a data prefissata."
     
    A masagu piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina