1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. leo dambrosio

    leo dambrosio Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Sono proprietario di un piccolo immobile affittato con regolare contratto a x. Per un anno, il compagno dell'affittuaria non intestario del contratto, (chiamiamo y), sottoscrive davanti al mio commercialista una fideiussione personale, per garantire il pagamento dell'affitto. Un anno passa rinnoviamo il contratto per un altro anno, l'inquilina diventa morosa e irreperibile, dopo il calvario arriviamo ad oggi alle porte dell'esecuzione. LA DOMANDA E': la fideiussione di y è utilizzabile per un contratto che si è rinnovato per naturale scadenza? Il fideiussore non risponde alla raccomandata dell'avvocato. L'avvocato mi dice che dovremmo fare causa civile dal notevole costo e dall'esito incerto è davvero così? Se non fosse così cosa mi consigliate di fare.
    Grazie per il prezioso aiuto che fornite in questo sito.
     
  2. tamara

    tamara Membro Attivo

    Ma la fideiussione che termine aveva?
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sicuro che quel contratto fosse "regolare? Vi era una clausola contrattuale che individuava l'esigenza della transitorietà o nel locatore o/e nel conduttore?
    Se l'esigenza transitoria era del conduttore, ne esisteva la prova, con apposita documentazione allegata al contratto medesimo?
    Mancando la prova dell'esistenza di tali requisiti, il contratto di locazione non poteva che essere sottoposto alla disciplina dei contratti previsti dall'art. 2, comma 1, della legge n. 431/1998 (durata di anni quattro + quattro).
     
  4. leo dambrosio

    leo dambrosio Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Il contratto è sicuramente valido è specificato per esigenze di natura transitorie abitative il conduttoresi si impegna a non trasferire la residenza.
    La fideiussione recita i dati dell'immobile i dati di tutti gli attori. Il sign Y presta garanzia personale e solidale nei confronti di X, poi recita che il proprietario accetta la garanzia, ed è legittimato a rivolgere le pretese creditorie evverso Y in caso di insolvenza di X.
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Secondo me comprati una bella bottiglia di Soluzione Schoum per curarti il mal di fegato e la prossima volta, quando rinnovi il contratto, richiedi una nuova fidejussione. E' il suggerimento meno costoso.
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Avrei qualche dubbio. Qual era la precisa esigenza transitoria?
     
  7. ing. Fachinat

    ing. Fachinat Membro Junior

    Professionista
    la prossima volta chiedi (scrivi nel contratto...) che la fideiussione sia rilasciata al conduttore da una banca (primario istituto) e che sia escutibile a tua semplice prima richiesta. Innanzitutto metti subito alla prova la solidità / solvibilità del potenziale conduttore e soprattutto, se sei nel giusto, la banca i soldi te li deve dare...altrimenti correre dietro alle persone diventa impossibile e inconcludente.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina