1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. haohao

    haohao Nuovo Iscritto

    salve,

    volevo sapere se uno degli eredi(non parente)decide di rinunciare all'eredita

    1)Puo rinunciarvi uno soltanto(non parente)o anche gli altri?
    2)il rinunciante,puo indicare chi tra, i nomi presenti nel testamento, chi deve gestire l'eredita o resta priorita esclusiva dell' esecutore testamentario nominato?
    3)Un foglio firmato e non depositato di rinuncia con la tassa di 168euro ha qualche valore legale?

    ciao

    grazie

    HAOx
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    La rinuncia all'eredità è l'atto con il quale il chiamato all'eredità dichiara di non voler acquistare l'eredità. Deve farsi necessariamente per mezzo di una dichiarazione ricevuta da notaio o dal cancelliere del tribunale del circondario in cui si è aperta la successione, altrimenti si ha come non avvenuta.
    chiunque degli eredi puo' rinunciare all'eredita'.
    L'esecutore testamentario è la persona di fiducia del testatore.
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    in merito al punto 1) all'eredità possono rinunciare uno, o più o anche tutti i chiamati a succedere che siano o meno parenti non ha alcuna importanza, possono rinunciare anche coniuge e figli;
    2) chi rinuncia non può decidere alcun che;
    3) per la forma vale quanto detto da acquirente.
     
  4. akillea

    akillea Ospite

    l'argomento m'interessa,una volta che si è rinunciato con atto presso il tribunale ,la quota di rinuncia spetta in ordine all'asse ereditario,ma è vero come ho sentito che bisogna rifare la successione con assegnazione nuovamente delle quote? o chi ha rinunciato può recarsi al catasto e con modulo di voltura fare personalmente i cambiamenti?
     
  5. haohao

    haohao Nuovo Iscritto

    Mah!non credo che il rinunciante debba fare alcunche, semplicemente pagare la tassa per la rinuncia che dovrebbe essere da quello che ho capito 168euro piu qualche bollo.
    HAOx
     
  6. akillea

    akillea Ospite

    giusto x quel che riguarda la tassa,ma trattandosi d'immobili,se le quote variano per rinuncia, la trascrizione al catasto è automatica o bisogna farla personalmente?credo che il tribunale trasferisca solo l'atto all'agenzia delle entrate che poi viene restituito per il rinunciante ma ora i miei figli non sanno cosa bisogna fare per riscrivere le quote..........:disappunto:
     
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    la rinuncia di uno determina l'accrescimento della quota degli altri ma per le procedure credo occorra far riferimento al notaio che ha seguito la successione.
     
  8. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    La quota di eredità rinunciata accresce proporzionalmente le quote di coloro che hanno accettato l'eredità. Normalmente si rinuncia all'eredità per non accolarsi i debiti del de cuius che risultano maggiori dei vantaggi che si acquisirebbero con l'accettazione, o perchè, avendo dei creditori, si teme che la quota ereditata venga sottoposta ad esecuzione.
     
  9. akillea

    akillea Ospite

    O perchè non si è riusciti a risalire alla situazione patrimoniale del de cuius al momento del decesso.......
     
  10. fausto manca

    fausto manca Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se, dopo aver presentato la dichiarazione di successione, uno o più dei chiamati rinunciano all'eredità, bisogna presentare una dichiarazione di successione modificativa per far risultare la diversa devoluzione dell'eredità. L'Agenzia delle Entrate provvederà alla trascrizione della nuova dichiarazione mentre sarà cura del contribuente effettuare la voltura della stessa.
     
  11. akillea

    akillea Ospite

    quindi se ho capito bene,l'atto di rinuncia fatto in tribunale non serve ai fini della nuova situazione ereditaria ma bisogna fare una nuova successione con nuove spese,ma chi determina le nuove quote,e a chi vanno assegnate,il notaio o comunque chi fa la successione?
     
  12. fausto manca

    fausto manca Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    L'atto di rinuncia, ricevuto dal notaio o dal cancelliere, in copia conforme, deve essere allegato alla dichiarazione di successione. In sede di liquidazione dell'imposta e di trascrizione, le quote vengono determinate dall'Agenzia delle Entrate; in sede di voltura, invece, vengono determinate dal contribuente. E' superfluo precisare che i due adempimenti devono coincidere.
     
  13. akillea

    akillea Ospite

    chiedo scusa, se la rinuncia è stata fatta DOPO la successione, successione che un coerede ha fatto senza avvertire gli altri, se accettavano o rinunciavano,bisogna ripetere la stessa successione ? e chi la deve fare,il rinunziante o gli altri coeredi?
     
  14. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Se leggi con un pò più d'attenzione capirai che la successione è ancora aperta! Occorre dare il suo peso alle parole, e non presumere!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina