1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Angelica888

    Angelica888 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Salve a tutti, sono nuova nel forum, vi racconto la mia storia e vorrei dei consigli da parte vostra.
    Piccola Premessa mio padre è deceduto tanti anni fa, io essendo unica figlia subentro come erede legittima per rappresentazione.
    Nel 2010 muore mio zio( fratello di mio nonno paterno), non sposato e senza figli, gli eredi chiamati all eredità sono:
    Io (Angelica) nipote
    Caio ( fratello di mio padre)
    Sempronio ( fratello di mio padre)

    Conoscendo per bene i miei zii decido di rivolgermi ad un avvocato per evitare di farmi ingannare.
    I miei cari zii ( in particolare Caio) mi fa vedere il libretto ( una fotocopia preciso) intestato a mio zio defunto dove ci sono un 70000 mila euro..
    Oltretutto mio zio defunto aveva anche una villetta.
    Caio mi dice che sarebbe meglio se io e Sempronio rinuciassimo all eredità per pagare meno spese di successione, con la certezza che la nostra parte di eredità ci venisse data.
    Io contatto subito l'avvocato raccontandogli il tutto e mi dice che non è così. Perfetto mi sento tutelata. Dopo due giorni l'avvocato mi dice che in realtà ha ragione mio zio, l'unico modo è fare così. Mio zio defunto anni indietro aveva espressamente dichiarato a mia madre di avere fatto un testamento a nome mio e di mia madre.
    Chiedo al mio legale cosa dovevo fare per sapere se c'era un testamento, la sua risposta è stata di andare io di persona per i vari notai della zona e chiedere.
    Risultato sono andata saltanto da un notaio con esito negativo.
    Oggi invece so per certo che l avvocato poteva benissimo chiedere all archivio notarile l'esistenza di un testamento.
    Risultato della vicenda: ho rinunciato all eredità e ho preso la mia parte di soldi.

    Oggi però qualcosa non torna:
    La ricerca del testamento non è stata fatta;
    Mi hanno convinto nel rinunciare per pagare meno spese di successione;

    Vorrei sapere se posso in primis impugnare la rinuncia all eredità nonostante siano passati 7 anni?
    Posso chiedere all'archivio notarile la ricerca di un testamento anche se ho rinunciato all eredità?

    Purtroppo nel 2010 in materia di successione sapevo poco e niente, anzi non sapevo nulla.

    Grazie anticipatamente a chi mi risponderà ;)
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non per rappresentazione.
    Art. 525 c.c.:
    Fino a che il diritto di accettare l'eredità non è prescritto (*) contro i chiamati che vi hanno rinunziato, questi possono sempre accettarla, se non è già stata acquistata da altro dei chiamati, senza pregiudizio delle ragioni acquistate da terzi sopra i beni dell'eredità.
    (*) il termine è decennale, dall'apertura della successione.
    Quindi, una volta intervenuta l'accettazione degli altri chiamati, non puoi più assumere la qualità di erede, che è ormai definitivamente perduta.
    Dubito che tale ricerca darebbe un risultato utile (la conferma dell'esistenza di un testamento che è stato poi pubblicato).
     
    A Angelica888 piace questo elemento.
  3. Angelica888

    Angelica888 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Posso sapere il perché non darebbe un risultato utile?
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Secondo te, se fosse esistito un testamento olografo, il suo possessore l'avrebbe consegnato a un notaio per la pubblicazione?
     
    A Angelica888 piace questo elemento.
  5. Angelica888

    Angelica888 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Certamente no! Ma io non parlo di testamento olografo ma testamento pubblico. Potevano mie ziei insieme all avvocato nascondere l esistenza di in testamento facendomi rinunciare?
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In tal caso il notaio che l'avesse ricevuto, appena gli era nota la morte del testatore, avrebbe dovuto comunicarne l'esistenza agli eredi e ai legatari di cui conosceva il domicilio o la residenza.
     
    A Angelica888 piace questo elemento.
  7. Angelica888

    Angelica888 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Quindi un testamento pubblico laddove esista sarebbe impossibile non portarlo a conoscenza degli eredi?
    Nonostante tutto posso chiedere all archivio notarile la ricerca di un testamento pubblico? Oppure avendo perso la qualità di erede in quanto ho rinunciato, mi verrebbe negata la possibilità di effettuare questa ricerca?
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Certamente sì.
     
    A Angelica888 piace questo elemento.
  9. Angelica888

    Angelica888 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Grazie mille per tutto :)
     
  10. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Secondo me ti sei scelta un avvocato che segue principalmente le vertenze automobilistiche.
     
  11. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E forse scambia pure i diritti di precedenza. Poi è oltremodo sospetto il repentino cambio di opinione sull' accettazione o rinuncia dell' eredità. Secondo me, sempre in tema automobilistico, ha fatto una "conversione ad U " ........pilotata!
     
  12. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    in un caso simile del quale avevamo anche discusso sul forum, era emerso che è pur vero che gli eredi si ritengono tali fino al 6° grado di parentela ma esistendo in vita parenti di grado superiore, gli eredi sono loro, quindi Angelica non ha diritto di ereditare, gli zii si. Nel mio caso eravamo una quantità di figli di cugini del decuius, vivi però 2 primi cugini, loro sono risultati gli eredi, noi figli degli altri cugini no, se fossero mancati anche i 2 cugini in vita l'eredità sarebbe stata spartita fra tutti i figli dei cugini. E' stata l'occasione per conoscere una quarantina di secondi cugini che non sapevo di avere
     
  13. Angelica888

    Angelica888 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Come io non rientro nell eredità? Subentro nella quota che spettava a mio padre. Erede per rappresentazione nel mio caso.
     
  14. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    anche noi pansavamo di essere eredi del cugino di mio padre per rappresentanza ma non è così
     
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La rappresentazione (e non la "rappresentanza") ha luogo nei casi previsti dall'art. 468 c.c.
    Occorre che il primo chiamato (che non può o non vuole accettare l'eredità o il legato) sia figlio, oppure fratello o sorella del defunto. Soddisfatta questa condizione, i discendenti del primo chiamato subentrano per rappresentazione.
     
  16. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si la "rappresentanza" nel caso in cui un erede diretto rinuncia all' eredità. Per cui essa si devolve al discendente diretto del rinunciante. Oppure, nel caso in cui l' erede diretto è già deceduto e quindi è improprio parlare di rappresentanza ma è un "subentro" .
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Anche a te: leggi gli artt. 467 e 468 c.c.
     
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
  19. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ok, ho seguito le parole di Angelica per evitare equivoci ma la storia mia e dei miei secondi cugini è stata così
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina