1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Mummolo

    Mummolo Ospite

    Salve,

    nel 2009 mio padre donò a me - unico e solo figlio - la nuda proprietà dell'appartamento in cui viveva da solo: questo rese mio padre formalmente nullatenente (con la sola eccezione di una vecchia auto).

    È venuto a mancare recentemente ed abbiamo scoperto che aveva un finanziamento attivo e la cessione del quinto della pensione, entrambi accesi prima della donazione di cui sopra.

    Domanda: posso rinunciare all'eredità, tranquillo che l'appartamento sia al sicuro?
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Chi richiede un prestito con cessione del quinto della pensione, non deve dare alcuna garanzia se non sottoscrivere una polizza vita, per cui il cedente prestito è rimborsato.
    Essendo venuto a mancare tuo padre, tu ora hai la piena proprietà sull'immobile, in quanto si è estinto l'usufrutto.
    A mio parere puoi stare tranquillo rinunciando all'eredità, tanto più essendo tuo padre nullatenente.
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  3. Mummolo

    Mummolo Ospite

    Ah, ecco. Questo ha senso.

    Per l'altro finanziamento (immagino un prestito personale, senza garante) vige lo stesso discorso?

    Vorrei evitare la rinuncia all'eredità, la reputo una extrema ratio: l'ultima spiaggia per evitare grane.
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Se anche il prestito era coperto da polizza si estingue, se l'eredità è zero rinuncia all'eredità.
    I beni donati non sono più di proprietà di tuo padre.
    Credo che nessuno possa rivalersi su beni che non sono suoi.
    Se l'eredità consiste in soli debiti puoi rifiutarla.
     
  5. Mummolo

    Mummolo Ospite

    Purtroppo non ho molte informazioni certe: so solo di questi due prestiti ma potrebbe esserci altro, magari anche di positivo (un libretto, un conto, ...).

    In più i documenti del finanziamento non sono stati trovati e quindi non i dettagli.

    Mannaggia...:triste:
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  7. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Effettivamente in presenza di tanti dubbi e forse.... senza essere certi di come stanno le cose quanto ad eventuali creditori, l'accettazione con beneficio di inventario è consigliabile se l'erede non ha già compiuto atti di gestione dei beni del de cuius.
    Chiaramente tutta la situazione va affrontata con la necessaria preparazione in materia.
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ma se tuo padre è nullatenente, se non per la vecchia auto, in cosa consisterebbe questa eredità?
    la riunine d'usufrutto non è cosa che puoi rifiutare, quindi?
    se ci fai capire
     
  9. Mummolo

    Mummolo Ospite

    Mio padre ha sempre vissuto da solo, e nel 2009 mi donò questa nuda proprietà, trattenendo a se il diritto di abitazione (e usufrutto, ovviamente). Oggetto della donazione era anche 1/2 della piena proprietà dove abito io.
    Dopo questa donazione mio padre non era più proprietario di alcun immobile, ed io sono l'unico figlio.

    Fatto sta che ci siamo accorti - dopo anni - che mio padre ha fatto un mare di debiti (cessione quinto, prestiti, ...) e non avendo rinvenuto alcun documento non sappiamo cosa diamine abbia fatto con questi soldi, ne se esistono altri debiti di altro genere.

    Ora, se rinuncio all'eredità mi chiedo: la donazione è al sicuro o è attaccabile/impugnabile dai creditori?

    Altra domanda: se rinuncio all'eredità e poi, MAGARI, esce fuori qualche bene o valore, che si fa? So che si può fare la revoca della rinuncia entro 10 anni, se nessun altro ha accettato tale eredità nel frattempo.

    Ogni informazione rilevante è davvero ben accetta...
     
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    per presentare la denuncia di successione hai un anno di tempo, cerca e poi regolati in bese a quanto trovi
    credo che per avere una panoramica della situazione debitoria di tuo padre potrai anche rivolgerti al CRIF, in qualità di erede potenziale credo ti possano dare le informazioni in loro possesso e già sarebbe un passo avanti importante
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina