1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. elenau

    elenau Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    l'amministratore ha inviato i bollettini per creare un "fondo per debito equitalia" calcolando l'importo in base ai millesimi del condomino. poichè il debito è composto da contributi del portiere e tasse e imposte non versate dal precedente amministratore è giusta la ripartizione millesimale o dovrebbe essere calcolato "pro rata". che dice la legge?
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Il tutto, salvo diversa convenzione, deve esser suddiviso per millesimi.
     
  3. elenau

    elenau Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Quindi dovrebbe essere deciso in assemblea?
     
  4. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Certo che sì; nessuno può chiedere quote aggiuntive ai condòmini, nemmeno l'amministratore; lo facesse può legittimamente rispedire al mittente la richiesta priva di supporto assembleare.
     
  5. elenau

    elenau Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
  6. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Formalmente niente da eccepire: ma un debito equitalia non credo sia discutibile, e solitamente ha scadenze con sanzioni ulteriori in caso di ritardo.

    Anche una assemblea straordinaria costa: una telefonata all'amministratore per qualche verifica e dettaglio in più mi sembrerebbe più che sufficiente.
     
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Dubito che un'assemblea possa determinare tal ritardo, o forse sì e ove l'amministratore abbia tenuto chiuso nel cassetto l'atto notificato...
    Le verifiche e i dettagli vanno dati in assemblea, soprattutto se si tratta di chiedere fondi ulteriori non messi a bilancio; ritardare ciò sarà solo foriero di problemi:
    - per il Condominio, che non potrà agire giudizialmente verso chi non verserà la sua quota (nessun D.I. potrà far emettere l'amministratore) ed allora sì che vi saranno sanzioni per il ritardato pagamento ad Ade (sanzioni l'amministratore dovrà pagare di tasca propria)
    - per i condòmini che, non a conoscenza delle cause del debito con Ade, provvederanno a ripianare di tasca propria la passività, perdendo così del tempo prezioso a scapito di possibile azione contro l'ex amministratore per responsabilità professionale.
    Diffido sempre degli amministratori troppo solerti nel chieder denari senza l'avvallo assembleare. Probabile una mia deformazione professionale :sorrisone:
    Saluti.
     
    A basty piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina