1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maria marzoli

    maria marzoli Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno!
    ho una questione da risolvere che Vi sottopongo per un chiarimento:
    Si deve riparare con relining una fognatura privata a cui sono allacciati immobili di 3 proprietari e specificatamente:

    - un negozio con 1 bagno

    - 4 appartamenti con 1 bagno per unità immobiliare

    - 1 villetta con 2 bagni

    Come deve essere correttamente fatta la divisione della spesa di risanamento? Vi sono parerei diversi!

    1) Considerando il numero dei bagni che scaricano nella fognatura(7) o
    2) considerando le unità immobiliare (6) allacciate?
    Vi ringrazio anticipatamente.
     
  2. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La ripartizione più 'giusta' sarebbe secondo me quella basata sui residenti delle u.i.
     
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Con la tecnica del relining si mette un tubo dentro alla condotta da risanare. Al di là della tecnica scelta (penso che in questo caso si usi l'inversione della calza feltro) c'è da risolvere il problema del ripristino degli allacci. Una volta messo in posto il nuovo controtubo si usa una fresa robot per aprire un foro esattamente dove c'é l'inserrimento dello scarico e si provvede alle operazioni di sigillamento della immissione.
    Con questa premessa, io il costo lo dividerei in questo modo:
    - condotta centrale in parti uguali
    - ripristino degli allacci ognuno si paga il suo; chi ne ha due ne paga due.
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Fra le due soluzioni proposte ritengo più equa quella di Luigi. Nella prima soluzione resta l'incognita del negozio. Se fosse un bar?
     
  5. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sentiamo che dice chi ha posto il quesito. Tra l'altro i bar che hanno l'obbligo di avere un bagno per i clienti sono quelli con i tavolini.
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    dividere per numero di bagni, anche se il negozio fosse un bar, poco importa, con la sostituzione delle fosse biologiche gli scarichi sono tutti uguali
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Però gli scaricanti sono diversi, come numero!!!
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    sono diversi come numero si ma non puoi contare gli sciacquoni, ;) no
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Ci sono 7 bagni allacciati, immagino anche 7 cucine ma ci sono anche delle lavanderie nelle cantine??
    Perchè anche le lavanderie vanno a scaricare, esistono utenze comuni?? (fontane o simili)?? perchè anch'esse necessitano di scarico.
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il postante ci chiede come ripartire l'onere dei lavori fra i condomini. Sulla base delle precedenti discussioni, desumo che la soluzione più equa sia quella di ripartirlo per il numero delle unità immobiliari allacciate.
     
  11. maria marzoli

    maria marzoli Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buonasera!
    Ringrazio tutti per le risposte.
    Da quanto discusso sembra che le opzioni possano essere divise tra
    - 6 quote o
    - tra "allacci" la villa ne ha 1, i 4 appartamenti ne hanno 2 il negozio 1!
    Come giustificare il criterio corretto da adottare?
    Ho cercato nel C.C.
    Le spese di riparazione relative all’impianto di fognatura vanno ripartite in base al 1° comma dell’art. 1123 del codice civile, cioè in base ai millesimi di proprietà generale.
    Quindi vanno ripartite in misura proporzionale alle superfici degli immobili(mq abitazioni e negozio), non avendo i millesimi di proprietà delle singole unità immobiliari autonome( vedi Corte di Cassazione n. 5331/79) ?

    Il negozio è attualmente in attesa di locazione.
    Il proprietario del negozio non vorrebbe pagare assolutamente il risanamento perché scarica nel pozzetto di inizio del relining (all'interno del negozio )... i
    Il negozio che quota pagherebbe?
    Avendo egli richiesto il pozzetto iniziale da fare ex-novo (diverso dall'attuale), con chiusura a vite( da fare) tale pozzetto sarebbe a suo carico?

    Grazie ancora!
     
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sembra che voi non siate un condominio ma "comunisti" quindi si applicano gli artt. cel c.c. previsti per la comunione.
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quale norma prevederebbe che siano soggetti all'obbligo solo i bar con i tavolini?
     
  14. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non esiste il " cacoMETRO" ? :) nel mio condominio si è ripartito in base agli allacci non in base ai consumi se si hanno due innesti paga due quote perché si devono ripristinare due allacci o controllarli ecc. poi chi aveva la parte da ripristinare dai suoi servizi alla fogna principale si è pagato il suo lavoro a parte.
     
  15. maria marzoli

    maria marzoli Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve. un tecnico ci ha proposto di dividere il 50% dell'importo del lavoro secondo il numero dei bagni( in un caso 1 allaccio corrisponde a 2 bagni, ed il proprietario dell'immobile non è daccordo!) ed il restante 50% in proporzione alla distanza dei singoli allacci dal pozzetto a valle. Che ne pensate? Grazie dell'attenzione!
     
  16. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Credo che sia un'ottima soluzione quella prospettata, dovete solo determinarne la distanza.
     
  17. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    No però se ognuno ha un contatore proprio dell'acquedotto sei in grado di ottenere (bolletta alla mano) i mc d'acqua consumati come acquedotto e di conseguenza hai quelli svernati in fogna (tanti li usi e poi tanti li butti in fogna).
     
  18. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le sorti dell'acqua che entra in casa sono due:
    - la fogna
    - i vasi di fiori (d'estate la quota percentuale non è trascurabile)
     
  19. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ????
    e dove metti l'acqua minerale che ormai tutti bevono al posto dell'acqua del sindaco?
     
  20. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    il negozio se non gli cambiano il pozzetto non è interessato dai lavori di relining in quanto scarica, se ho ben capito, nel pozzetto di valle.
    Alla luce di spiegazione date da @Ollj in un altro post non siete "comunisti" ma condomini; pertanto si devono impiegare le norme del c.c. che riguardano la suddivisione delle spese in funzione dell'uso: quindi il relining della condotta la paga che usufruisce della condotta: quindo il negozio è escluso Se ri ricostruisce il pozzetto di valle contribuiscono tutti, anche il negozio.
    Per gli artt. cel c.c. leggi qua
    Titolo VII - Della comunione (artt. 1100-1139) - LIBRO TERZO - Codice Civile - Brocardi.it
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina