1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Plutonia

    Plutonia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La riunione per l'approvazione del bilancio di gestione 2012/2013 si è tenuta la settimana scorsa (e già questa è una situazione criticabile visto che l'esercizio si è chiuso il 30 aprile!) e dopo le solite discussioni tipiche di qualunque riunione, è stato approvato dai presenti ad eccezione di 5 condomini tra i quali mi ritrovo.
    Il punto è il disaccordo sulla modalità di ripartizione delle spese di consumo acqua fredda: il fabbricato è stato costruito in due tempi: questa però per il secondo fabbricato è la prima rilevazione dei consumi fatta dall'ente gestore in quanto - sigh - non trovavano più il contatore.
    Trovato il fantasma, l'amministratore che a suo tempo con un gruppetto ristretto di condomini del primo lotto, aveva definito una modalità di ripartizione, ha fatto i conteggi sulla stessa base definita allora. Il fatto è che chi ha acquistato l'appartamento nel 2011 si ritrova addebito di spese acqua (consumi non di cantiere) riferite al 2009 e 2010. Le richieste di chiarimento in riunione non hanno avuto risposte dall'amm. che si è trincerato dietro l'accordo fatto a suo tempo ma, visto che si tratta di circa 15000 euro sono assolutamente contraria.
    I verbali delle riunioni devono essere rese disponibili ai condomini ed in che tempi? Perché nel frattempo questi ha già provveduto alla richiesta dell'anticipo spese per il prossimo anno.

    Ora non avendo io approvato dovrei avere 30 gg di tempo per formalizzare le motivazioni (raccomandata o altro?). Come dovrei procedere? E' preferibile attivarsi unitamente agli altri?[​IMG]
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non avendo approvato non servono le raccomandate, ma è necessario impugnare la delibera al Tribunale con l'assistenza di un legale, ed è meglio che siano più condomini per dividere e sostenere le eventuali spese.

    cc art. 1137. Impugnazione delle deliberazioni dell'assemblea
    Le deliberazioni prese dall'assemblea a norma degli articoli precedenti sono obbligatorie per tutti i condomini.
    Contro le deliberazioni contrarie alla legge o al regolamento di condominio ogni condomino assente, dissenziente o astenuto può adire l'autorità giudiziaria chiedendone l'annullamento nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti.
    L'azione di annullamento non sospende l'esecuzione della deliberazione, salvo che la sospensione sia ordinata dall'autorità giudiziaria.
    L'istanza per ottenere la sospensione proposta prima dell'inizio della causa di merito non sospende né interrompe il termine per la proposizione dell'impugnazione della deliberazione. Per quanto non espressamente previsto, la sospensione è disciplinata dalle norme di cui al libro IV, titolo I, capo III, sezione I, con l'esclusione dell'articolo 669-octies, sesto comma, del codice diprocedura civile.
     
    A Plutonia piace questo elemento.
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    impugnare una delibera approvata a maggioranza lo puoi fare, ma devi avere dei motivi validi, altrimenti ti trovi a pagare anche le spese del legale, chi ha consumato l'acqua la deve pagare sempre se si riesce a fare un riparto equo, altrimenti l'amministratore, su consiglio della maggioranza fa un riparto da approvare in assemblea, e da quella si puo determinare eventuali errori o conguagli:stretta_di_mano:
     
    A Plutonia piace questo elemento.
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La tua contrarietà è stata verbalizzata? Io per essere più sicuro manderei una R.R. scritta da un legale entro 30 gg dal ricevimento del verbale.
    La maggioranza può deliberare quello che vuole sempre che non vìoli le norme del c.c. e del c.p. e gli art. delle leggi che riguardano in qualche modo il condominio e gli articoli delle leggi comunali concernenti le costruzioni per civile abitazione.

    Quando si fa la domanda di allaccio, nella domanda bisogna allegare le planimetrie e le sezioni di come è fatto l'allaccio alla condotta di alimentazione e dove è ubicato il contatore ( il contatore condominiale è di proprietà del gestore dell'acqua potabile mentre i contatori presso le abitazioni sono di proprietà dei singoli condomini). Disegni che bisogna allegare anche quando si fa domanda per l' abitabilità bisogna indicare il punto di prelievo ed il punto di scarico. Mi sembra strano che non si trovasse. Ad ogni buon conto siccome quando si installa un contatore si provvede a fare una lettura iniziale il palazzo più giovane ha un punto di riferimento sul quale iniziare il conteggio dei propri consumi.
     
  5. Plutonia

    Plutonia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    E' proprio il gestore dell'acqua che ha chiesto ai condomini dove fosse il contatore - sembra fantascienza ma è solo fantozziana questa storia e l'amm. non intende fornire la bolletta al singolo condomino: le risposte in assemblea non sono state esaustive e le modalità di calcolo sembra non tengano conto del fattore "tempo" per il secondo lotto completato. Per quanto tempo andrà avanti questa storia?
    E se io mi facessi un riparto equo ed anche temporale dei consumi e pagassi la quota risultante da questo attendendo che anche gli altri che non hanno approvato facciano altrettanto? Sicuramente seguendo i suggerimenti di Condobip e Adimecasa alla fine potrei ritrovarmi con un addebito anche di spese legali piuttosto consistenti.
    Il punto è sempre lo stesso: i furbetti non sono solo del quartiere, ma anche del condominio, senza contare la rottura di ..... che in estate proprio non ci sta.
    Ma gli amministratori sono tutti indisponenti e altezzosi come il mio? mah! staremo a vedere[​IMG]
     
  6. Plutonia

    Plutonia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Nel verbale l'Amm. non ha evidenziato le varie obiezioni che sono state fatte verbalmente ed è talmente scarno che sembra che non esista un genio paragonabile; non solo aggiungo che a domanda specifica di rendere disponibile (a pagamento) fotocopia della bolletta acqua, questi mi ha risposto citando quanto contemplato dall'art.113o b del codice aggiornato al 18/6/2013.
    Ma, se non sono rincitrullita in un solo colpo, quell'articolo non vieta, anzi, dichiara la trasparenza dei conti e quindi l'onere per l'amm. di mettere a disposizione la documentazione. A me questa cosa puzza proprio:maligno: infatti nella ripartizione ha tenuto conto solamente della lettura dei singoli contatori (ma non sa nemmeno se sono metri cubi o altri indici) e quindi il famoso 30% dei consumi da dividere fra tutti non tiene conto del tempo di utilizzo dei vari condomini ( tra l'altro nel 2009 è cambiata la società di costruzione e guarda caso si sono verificate delle notevoli perdite nelle condutture incustodite).
    Gli ho inviato un ulteriore sollecito per prendere visione del dettaglio bolletta e questo insiste nel dichiarare tale documento riservato e non duplicabile.
     
  7. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Salvo non sia stato nominato Segretario, l'amministratore non scrive il verbale, il verbale va scritto dal Segretario sotto dettatura del presidente e in concertazione con i presenti e se questi hanno fatto delle obiezioni a tema, avevano tutto il diritto che siano scritte, infine per regolarità e prima delle firme di rito sarà bene rileggere ai presenti questo verbale.
     
  8. Plutonia

    Plutonia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Un segretario c'era, ma vista l'ora- le 23,45- ed i pochi rimasti, nessuno ha eccepito sulla sintesi del verbale: il giorno successivo l'amm. ha ribadito che se si vuole che rimanga traccia, deve essere esplicitamente richiesto che venga messo a verbale.
    Ma se non vengono inserite le obiezioni e le richieste varie che non sono mai inserite in agenda, quando possono essere discusse ? a me sembra che si vogliano solo complicare le cose: in azienda privata i verbali fanno testo e ci si può appellare a quanto verbalizzato indipendentemente dalla richiesta o meno dei presenti.
    Altro che telenovela..........:shock:
     
  9. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se un condomino ha l'interesse deve eccepire subito :)
     
  10. Plutonia

    Plutonia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Le obiezioni sono state fatte prima del verbale, ma se questo facesse le cose "trasparenti" non ci sarebbe bisogno di chiedere specificatamente la messa a verbale visto che la ripartizione acqua è nota dolente sa oltre 2 anni - per me - di più per gli altri. Con questa ripartizione però credo se ne siano avvantaggiati i primi!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina