1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. abontempi

    abontempi Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ho acquistato di recente un appartamento in un condominio, non ho ancora avuto il regolamento condominiale che mi sarà consegnato al momento in cui porterò il contratto all'amministratore, ora stanno per iniziare dei lavori di manutenzione straordinaria delle parti comuni che sono state stabilite dall'assemblea condominiale a cui partecipava il precedente proprietario. devo sostenere interamente l'importo di mia competenza o una parte deve essere pagata dal precedente proprietario?
    grazie per la risposta
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Tutto dipende dagli accordi che avete stipulato in fase di rogito, ovvero tra te e il venditore (ex proprietario), comunque per il condominio se tu l'attuale proprietario e probabilmente sarà a te che verrà chiesto il pagamento, perchè sei debitore in solido con l'ex, ma portai richiedere al precedente secondo l'accordo, oppure secondo questo principio formulato dalla CdC;

    In caso di vendita di un’unità immobiliare in condominio, nel quale siano stati deliberati lavori di straordinaria manutenzione o di ristrutturazione o innovazioni, in mancanza di accordo tra le parti, nei rapporti interni tra alienante e acquirente è tenuto a sopportarne i relativi costi chi era proprietario al momento della delibera dell’assemblea. Ne consegue che, ove tali spese siano state deliberate antecedentemente alla stipulazione dell’atto di trasferimento dell’unità immobiliare, ne risponde il venditore, a nulla rilevando che tali opere siano state, in tutto o in parte, eseguite successivamente, e l’acquirente ha diritto a rivalersi, nei confronti del proprio dante causa, per quanto pagato al condominio in forza del principio di solidarietà passiva di cui all’art. 63 delle disp. att. c.c. (Cass. Civ., Sez. II, n. 24654 del 3 dicembre 2010)
     
  3. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    il vecchio proprietario paghera' TUTTE le pendenze e spese condominiali straordinarie decise et iscritte nell'ultima riunione condominiale....le spese condominiali rateali (di solito) in via NON straordinaria (riscaldamento,scale etc) solamente fino all'atto del rogito
     
  4. pinomaga

    pinomaga Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Quando si acquista un immobile si acquista in TOTO, ossia al momento del rogito notarile chi compra si accolla debiti e/o crediti del venditore fino a quel momento, a meno che non sia esplicitato diversamente nel rogito.
    Il fatto che l'assemblea abbia deciso di eseguire i lavori tempo prima del suo acquisto non obbliga il venditore a pagare alcunchè. Lei deve pagare tutto quanto di sua spettanza dalla data del rogito mentre il venditore dovrà pagare le pendenze fino alla data del rogito. Se per caso il venditore avesse già dato un anticipo per i lavori da effettuare, Lei non gli dovrà dare alcun rimborso.
     
  5. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    :-o Scusate, ma non c'è scritto da qualche parte ( intendo una legge ) che chi ACQUISTA è responsabile sino ad un anno prima?
     
  6. pinomaga

    pinomaga Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    No, la legge (non ricordo il numero) afferma che il venditore paga fino alla data del rogito tutte le pendenze fino a quella data, mentre il compratore paga a partire dalla data del rogito. E' successo a me personalmente.
     
  7. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti è così, è debitore in solido;

    Disp. Att. Cod. Civ. Art. 63
    ..
    Chi subentra nei diritti di un condomino e' obbligato, solidalmente con questo, al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e a quello precedente.
    ...


    Ovviamente tra i due potrebbe esserci un altro accordo alla stipula del Rogito, però di solito l'amministratore in caso di debito si rivolge all'attuale condomino, il quale per forza dovrà pagare ma potrà far valere l'accordo stipulato, oppure l'art 63 sopradetto, rivalendosi (per l'accordo e/o le spese comuni) sul precedente condomino il quale non ha pagato la sua parte.
     
  8. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Cercando l'argomento per essere più preciso ho trovato delle affermazioni a riguardo, nel senso, una volta acquistato l'immobile il compratore deve rispondere dei debbitoi, nei confronti del condominio, fino a due anni prima ( io sapevo un'anno ) fermo restando che poi chiederà il rimborso al vecchio proprietario, anzi e l'amministratore non si è mosso e sono passati più di due anni l'ammanco lo anticipa lui per poi rifarsi sul vecchi proprietario, del resto mi sembra anche giusto se è un professionista non può non chiedere l'ingiunzione di pagamento come è previsto, poi ogni eccezione conferma la regola che come sappiamo in Italia c'è nè sono a bizeffe.
    Ma ritornando al problema principale, ( pensiero personale ) se anche i lavori sono stati decisi in precedenza, e io acquirente per inesperienza, per la foga di comprare ecc. non ho controllato le pendenze, cosa avrebbe cambiato? se i lavori cosidetti straordinari si devono fare, si devo fare, o decisi anche con il mio favore o con il mio diniego ma la maggioranza non avrebbe deciso comunque? e poi chi godrà dei lavori per il futuro? il vecchi proprietario o il nuovo? è chiaro che chi acquista già deve spendere un bel po di soldi ma, ma, ma, la realtà e che nel condominio non si è mai d'accordo al 100% per 100% Vi lascio una buona giornata a tutti :D
     
  9. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusate nella mia precedente nella fretta di scrivere ho mancato qualche consonante le trovate qui aaaa,eeee,iiii,ooo, uuuu :^^::^^::^^:
     
    A condobip piace questo elemento.
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La chiarezza delle spese condominiali da affrontare da parte del proprietario in caso di compravendita dipende molto dalla buona fede di chi vende nel rispetto di chi acquista, c'è per questo un altra sentenza precedente a quella che io avevo postato;

    La deliberazione dell'assemblea condominiale riguardante l'esecuzione di opere straordinarie all'edificio, precedente di qualche giorno la vendita di unità immobiliari, determina che gli acquirenti debbono pagare le spese relative, trattandosi di obligationes propter rem. Non esclude il debito degli aventi causa verso il condominio la mancanza di informativa tra le parti circa la deliberazione stessa e gli acquirenti sono chiamati a rispondere delle spese solidalmente con l'alienante, non al suo posto. E,dal momento che la buona fede avrebbe voluto che l'obbligazione fosse dichiarata nelle trattative e indicata nei contratti, poichè rilevanti nel sinallagma, la parte venditrice è tenuta alla manleva per tali spese. (Trib. civ. Milano, sez. VIII, 14 settembre 2006, n. 10141)
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se i lavori li stanno facendo adesso anche se deliberati prima, li devi pagare tu perchè sei tu che li godi, a meno che nel prezzo di acquisto non avete messo oltre al valore dell'immobile visto questi miglioramenti? ciao:daccordo:
     
    A hanton21 piace questo elemento.
  12. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    adime : :ok:chiaro e semplificativo....ed e' esattamente così....
     
  13. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Però la CdC dice una cosa differente ;)
    Ed io personalmente non dubito su una decisione delle Suprema Corte di Cassazione.
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    l'interpretazione de c.c. e varia e tutta interpretativa?????
     
  15. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Per nulla, tanto è vero che la CdC, ne ha preso atto;

    ... e l’acquirente ha diritto a rivalersi, nei confronti del proprio dante causa, per quanto pagato al condominio in forza del principio di solidarietà passiva di cui all’art. 63 delle disp. att. c.c. (Cass. Civ., Sez. II, n. 24654 del 3 dicembre 2010)
     
  16. ziogreg

    ziogreg Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti e grazie per l'aiuto che quotidianamente ci date nel confuso mondo del condominio!
    Mi inserisco perchè solo oggi scopro che anche a me è capitato di pagare i lavori di ristrutturazione esterna del palazzo, senza sapere che toccava al vecchio proprietario! L'immobile però è stato rogitato il 28-12-05, sono ancora in tempo per rivalermi??
    Grazie!!
     
  17. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    per darti una risposta equa ci sarebbe tanto da discutere e da chiarire, primo la spesa era esterna al condominio, se così è hai visto che non era fatta e hai dato la tua valutazione del bene così come si presentava al momento della visita, secondo i lavori sono stati fatti dopo il rogito e allora l'abbellimento te lo godi tu e non chi ti a venduto e ceduto l'immobile, terzo se il venditore ti aveva messo al corrente della delibera e ti ha evidenziato il nuovo valore a lavori terminati allora puoi farti rimborsare le spese deliberate e eseguite dopo il rogito e da te pagate, ciao:daccordo:
     
  18. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Un consiglio.
    Prima di acquistare un immobile, possibilmente prima di firmare il preliminare ma almeno prima di fare il rogito, farsi dare dal proprietario e/o dall'amministratore del condominio... SEMPRE:
    1. Copia delle delibere delle assemblee degl ultimi due anni
    2. Copia del riparto delle spese degli ultimi due anni, con situazione debiti/crediti
    3- Copia del regolamento di condominio.
    Solo così si evitano spiacevoli sorprese e discussioni.
     
  19. ziogreg

    ziogreg Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta.
    Effettivamente il bene l'ho veduto prima dei lavori e quindi l'ho acquistato cosi com'era. E' ovvio che ne "godo" io. Il mio discorso però era legato a cosa dice la Giurisprudenza che, come ben si sa, non sempre collima con il godimento...
     
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se stai cercando capra e caprina con la lana puoi continuare all'infinito:disappunto:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina