1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Tempo addietro avevo postato un quesito, che ha avuto risposte si ma non soddisfacenti, al quesito stesso. LO RIPROPONGO, mm. scala e ascensore di un condominio di 5 piani di 5 appartamenti per piano, 2 appartamenti del primo piano non utilizzano la scala ne l'ascensore, avendo l'entrato separata, i mm. del valore del primo piano a chi vanno addebitati, ai 3 dello stesso piano a su tutti gli utilizzatori dei servizi (cioè tutto il condominio meno i 2, in attesa delle risposte ringrazio, Carlo
     
  2. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Su tutti gli utilizzatori dei servizi.
    Trattandosi di beni condominiali le spese vanno ripartite tra tutti gli utilizzatori, per il 50% in funzione del piano e per il 50% in funzione dei millesimi di proprietà generale (art. 1124 C.C.).
    Ovviamente solo per quanto riguarda l'ordinaria manutenzione.
    Le spese per la ricostruzione delle scale o la sostituzione dell'ascensore (se presente già al momento della costruzione) sono invece a carico di tutti i Condomini, se non utilizzatori anche in misura ridotta, trattandosi di parti costitutive dell'edificio (art. 1117 C.C.).
    Vedi Corte Cassazione n. 2328 del 06/06/1977
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Merit 56---- ma i mm. del primo piano dei 2 non utilizzatori i valori del piano a chi vanno caricati ai 3 rimanenti del piano primo o su tutti e 5 i piani ????
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Scusa, ma per quel che ho capito c'è una contraddizione di merito. Se il piano primo non utilizza ne scale ne ascensore, i millesimi a cui tu fai riferimento sono i millesimi generali o i millesimi di scale e ascensore?. Mi spiego, se il costruttore o chi in origine ha fatto la tabella di ripartizione millesimale, voleva escludere il piano primo, perchè dotato di accesso autonomo, nella tabella scale e ascensori lo avrebbe dovuto esentare. Se viceversa, per comodità le unità del Ià piano usano l'accesso indipendente, ma dalle scale transitano per raggiungere la cantina, la buca lettere, il garage, o quant'altro, sono tenuti anche loro a pagare ciò che si configura come spazi comuni. Di fatto avranno un'incidenza inferiore nell'uso scale e ascensore in quanto solo al I° PIANO.
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    solo 2 degli appartamenti non utilizzano le scale, ma i mm. di pp. del piano sono stati caricati agli altri 3 è questo il problema, spero di aver chiarito il quesito
     
  6. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    scusa ma non colgo il problema. Infatti, come ho cercato di spiegare, dovresti adottare una ripartizione scale e ascensore, ripartendo le spese sui appartamenti, esclusi i due del i° piano, se questa è la volontà riconosciuta, come dire che i millesimi del 100% meno i due appartamenti, per ipotesi 80% li ragguagli a 10 e con questa nuova tabella "scale" fai le ripartizioni. Di fondo c'è la valutazione se effettivamente, i due appartamenti non usano queste scale e d ascensore. Non devono avere la chiave di accesso, non devono avere nessun motivo per transitare anche solo saltuariamente.
     
  7. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sì, adesso è chiaro. Riterrei equo suddividere i mm. relativi al piano dei due non utilizzatori tra tutti condomini, in proporzione rispetto ai millesimi di ciascuno. Ma che lo ritenga io non vuol dir molto, non posso suffragare la mia idea con articoli di legge e/o sentenze.
     
  8. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Caro Adime, già tempo fa avevo cercato di aiutarti nel busillis. Ora lo riproponi asserendo che hai ricevuto delle risposte ma non tanto soddisfacenti. Forse, non ti ho detto (o ti abbiamo) quelle che tu volevi sentire.
    La domanda sorge spontanea: i due appartamenti del primo piano come fanno ad accedere alle loro proprietà? volano?. Non credo. Così, allora i casi sono due: o hanno una scala ed un ingresso indipendente e l'uso della scala ed ascensore "condominiali" gli sono preclusi ed impediti, o se non hanno "questa" scala e "questo" ingresso indipendente, va da sè che debbano pagare le quote millesimali per la tabella scale ed ascensore. Tabella che, come saprai, è diretta emanazione dalla tabella di Proprietà Generale.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    nel mio post se l'hai letto evidenziava che i 2 appartamenti avevano accesso privato da altra scala personale, il problema è il valore del primo piano dei 5 appartamenti va caricato sui 3 che utilizzano la scala o su tutti i condomini dei 5 piani spero di averti chiarito il quesito e nulla di personale ma solo come va ripartito il consuntivo:daccordo:
     
  10. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo di avere già risposto in precedenza. Però te lo dico, magari in altra forma, se l'altra volta non fossi stato sufficientemente chiaro.
    La tabella di Proprietà Generale include tutti, ma proprio tutti gli appartamenti.
    Supponendo che i due alloggi abbiano in totale 50 millesimi di p.g., i restanti appartamenti (23, se non sbaglio...) sopporteranno la ripartizione scala ed ascensore facendo riferimento ad una tabella che sarà costruita dicendo che la metà della spesa andrà ripartita in ragione dell'altezza di piano. L'altra metà, sarà invece ripartita in ragione dei 950 mill.mi di p.g. residuati.
    Ok?;)
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Il problema è che il riparto è stato portato a 1000 e i mm. del piano 1° dei 2 che non utilizzano le scale sono stati caricati ai 3 appartamenti del 1° piano che utilizzano le scale aumentando i mm. di pp., così appartamento di 100 mq. del piano primo porta 40. mm. l'appartamento del piano secondo ne porto 35, questo è il problema che nessuno mi ha ancora chiarito, se non avete capito il quesito e preferibile non rispondere:daccordo:
     
  12. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Veramente, il quesito credo di averlo capito alla perfezione. Se è come dici tu, l'unica strada è quella di ricalcolare le tabelle millesimali per un palese errore di attribuzione di valori. L'unica strada, credo che sia quella di indire un'assemblea con solo quel punto all'O.d.G fare presente ai Condomini la sussistenza dell'errore e procedere con la delibera necessaria. Anche alla luce delle maggioranze richieste per tale operazione. Ce se non sbaglio, sono state modificate dalla recente legge che però andrà in vigore solo fra qualche mese.
     
  13. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Chi ha fatto questo calcolo ha senz'altro sbagliato. I millesimi di proprietà generale non possono variare solo per i proprietari del primo piano. In pratica i millesimi di proprietà generale rappresentano la "percentuale" di possesso di un bene condominiale, se il bene era in origine diviso in 1000 parti mentre ora i proprietari utilizzatori rappresentano, che so, solo 900 parti, bastava rapportare a 1000 i millesimi dei proprietari utilizzatori, oppure utilizzare una tabella zoppa con somma 900 anzichè 1000. Certo i tre proprietari utilizzatori del primo piano non debbono subire il fatto di rappresentare anche i millesimi dei due "autonomi".
    Se poi non si trova un accordo tra i Condomini, perchè non affidarsi ad un tecnico e rifare ex novo la tabella scale?
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    questo problema è stato discusso in assemblea e come il solito la maggioranza a votato contro;) dicono che il valore del piano va caricato e diviso solo al 1° piano e non su tutti i piani, e l'amministratore per non dover rifare la tabella delle scale, fa gnorry, avrei bisogno prima di prendere una decisione con un legale esperto di propblemi condominiali di un supporto del forum con eventuali sentenza, ringrazio anticipatamente e di aver chiarito il problema che era abbastanza ostico da capire ciao:fiore:
     
  15. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    C'è pocoda aggiungere. Se non che i 3 codomini penalizzati, del primo piano, dovrebbero coalizzarsi e instaurare una causa.
    Come si suol dire.....chi perde ne paga le spese. Certo, con i nostri tempi giudiziari.....
     
  16. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    purtroppo l'errore fatto tanti anni fa dal tecnico che ha stilato i mm. della scala, secondo me ha CANATO, :daccordo:
     
  17. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Forse volevi dire che si era fatto una canna prima di eseguire i calcoli?:risata::risata::daccordo:
     
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il problema adesso è far modificare questi mm. di pp. gli altri certamente non voteranno a favore, ma solo i 3 interessati, ci proverò ciao
     
  19. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certamente, ma come già detto, i 3 a favore potranno sempre instaurare un giudizio per farle cambiare d'autorità. E se ben giocata la minaccia, può essere che i riottosi vengano a più miti consigli.
     
  20. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa Adime,
    ho dovuto interrompere di corsa e quindi la mia riflessione è stata parziale.
    Dicevo che i 3 interessati dovrebbero minacciare l'assemblea (i 22 renitenti....) che -ferma restando l'inesattezza delle tabelle millesimali- con questi argomenti:
    1) la causa andrebbe per le lunghe con esborso continuo di denaro da una parte e dall'altra;
    2) il giudice darebbe l'incarico di controllare le tabelle millesimali ad un C.T.U. con notevole esborso di denaro. Ciò in quanto, il tecnico dovrebbe rifare le tabelle in modo da dimostrare al giudice che l'errore c'è ed è sostanziale;
    3) che alla fine della fiera, i "renitenti" si troverebbero comunque a pagare il CTU, tutta la causa spese ed il rimborso a chi la causa l'ha promossa, peraltro, nell'interesse di tutto il Condominio.

    la conclusione è che se insieme ai 3 proponenti se ne aggiungessero magari un'altra dozzina, potrebbero incaricare un tecnico di revisionare le attuali tabelle e dividersi in 25 una spesa che se sostenuta da soli può essere pesante. Sostenuta dal Condominio, per la pace del medesimo, si rivelerebbe senz'altro meno devastante per i portafogli di ognuno.....Io la vedo così. Speriamo che in quel consesso ci sia abbastanza sale sparso nelle cervici. Auguri.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina