1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In un condominio di 12 appartamenti con riscaldamento centralizzato furono installate le termovalvole e il sistema di contabilizzazione del calore nel 2012, stabilendo di addebitare il 30% della spesa in base ai millesimi di ogni appartamento (quota fissa) e il 70% in base al consumo.

    Per adeguarsi alla normativa UNI in oggetto (adeguamento obbligatorio in base al Dlgs n. 102 del 04/07/2014 che recepisce la direttiva europea EED n. 2012/27/UE) occorre incaricare un tecnico abilitato che calcoli le quote di consumo "volontario" e "involontario": dovrà fare un relazione con l'analisi energetica degli appartamenti, valutare le dispersioni ed altri parametri, ecc.

    Quale può essere indicativamente il costo di questa certificazione tecnica e relativi calcoli per ogni appartamento?
    E la ripartizione della spesa per riscaldamento sarà effettivamente più precisa rispetto al metodo precedente, oppure è solo un adempimento "burocratico"?

    Grazie per le vs risposte, opinioni ed eventuali esperienze di chi ha già provveduto ad adeguarsi a questa norma.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non sono un tecnico del settore, tuttavia essendo questo il dettato normativo:
    "quando i condomini sono alimentati dal teleriscaldamento o
    teleraffreddamento o da sistemi comuni di riscaldamento o
    raffreddamento, per la corretta suddivisione delle spese connesse al
    consumo di calore per il riscaldamento degli appartamenti e delle
    aree comuni, qualora le scale e i corridoi siano dotati di radiatori,
    e all'uso di acqua calda per il fabbisogno domestico, se prodotta in
    modo centralizzato, l'importo complessivo deve essere suddiviso in
    relazione agli effettivi prelievi volontari di energia termica utile
    e ai costi generali per la manutenzione dell'impianto, secondo quanto
    previsto dalla norma tecnica UNI 10200 e successivi aggiornamenti. E'
    fatta salva la possibilita', per la prima stagione termica successiva
    all'installazione dei dispositivi di cui al presente comma, che la
    suddivisione si determini in base ai soli millesimi di proprieta"
    se ne deve dedurre che lo spirito del legislatore sia quello di rendere coscienti i singoli circa l'effettivo consumo (quanto a variabile e quanto a fisso) e come esso dipenda neccessariamente dalle abitudini personali (mantenendo un riparto spese a livello millesimale si disincentiverebbe dal contenere i consumi); se il metodo precedente (30% - 70%) fosse stato del tutto "casuale" e non legato ad alcuna valutazione della situazione reale, di certo (salvo aver per fortuna indovinato il giusto rapporto in precedenza) post perizia, se ne dovrebbe ricavare un riparto più effettivo
     
    A uva piace questo elemento.
  3. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il metodo precedente era stato consigliato dall'impresa che aveva fatto i lavori (installazione termovalvole e contabilizzatori del calore) e tutti i condòmini ne erano (e sono) soddisfatti.
    Ora però pare che l'adeguamento alla norma in oggetto sia obbligatorio, al punto che "le delibere con le quali si suddividono i costi di riscaldamento con criteri diversi da quelli indicati dalla norma citata sarebbero nulle, e non annullabili" (Il Sole del 29/06/15).

    Grazie della risposta. Sarei anche curiosa di sapere se c'è qualcuno che, dopo aver fatto fare la perizia e adottato il nuovo criterio, abbia constatato che il riparto è realmente più effettivo.
     
  4. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Concordo sulla necessità di modificare il vecchio criterio di riparto ove non coincidesse con i risultati conseguiti post perizia. Riterrei nulla la delibera che prevedesse un criterio di riparto non conforme a quello legale ex Uni (eccezzion fatta per il primo anno di transitorietà)
     
  5. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    in un condominio in montagna dove abbiamo un appartamento l'amministratore ha concordato con l'ingegnere € 120 ad appartamento (all'inizio ne aveva chiesti € 150)
    i certificati saranno pronti a breve, nel frattempo l'amministratore ha chiesto ai condomini un acconto per pagare le prime bollette di riscaldamento (in montagna è già acceso), poi preparerà il preventivo per tutto l'anno in base al risultato dei certificati
    sono curiosa anch'io perchè noi abbiamo doppi vetri e perlinatura totale, due lati esposti (altri ne hanno tre), insomma qualche differenza dovrebbe risultare
     
  6. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Anche a me pare che l'esposizione dovrebbe essere presa in considerazione.
    Invece l'azienda che gestisce l'impianto di riscaldamento centralizzato condominiale e la conseguente ripartizione della spesa ha scritto, nella lettera in cui invita l'amministratore ad adeguarsi alla nuova normativa, che "la norma UNI 10200 non consente l'utilizzo di coefficienti correttivi (o di compensazione) legati all'esposizione o alla posizione dell'appartamento".
    Grazie @gattaccia per le info sul costo. E speriamo che sia una spesa utile, non il solito adempimento ad imposizioni di carattere più burocratico che pratico!
     
  7. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sullo stesso argomento circa l'adeguamento alle nuove regole avevo postato in altra discussione e ripropongo:
    Pensate di installare anche il "contatore condominiale" ? Qualcuno lo ha installato ? Quali i costi ? Ci sono stati benefici sulla contabilizzazione dei consumi ?

     

    Files Allegati:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina