1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pigica

    pigica Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Abito in un palazzo facente parte di un supercondominio (4 palazzi). Durante l'ultima assemblea condominiale è stato sollevato il problema della ripartizione delle spese del supercondominio. Attualmente tutte le spese sono ripartite per millesimi. Esistono condizioni per le quali le spese possano/debbano essere ripartite per unità abitative e non per millesimi? Ovviamente i proprietari con molti millessimi desidererebbero di sì, quelli con meno, ovviamente no. La regola qual'è?
    Grazie in anticipo. Paola.
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Ciao pigica
    Il riparto delle spese è quello che è in essere adesso e cioè per i millesimi.
    Ciao salves
     
  3. pigica

    pigica Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ma non c'è nessun tipo di spesa che possa essere ripartita per unità abitative? :triste:
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Poche sono le spese che vanno ripartite per unità abitative o parti uguali, tra queste ci sono il citofono e le spese per l'antenna televisiva, ma vanno ugualmente per stabile e non per supercondominio, per il resto vale la ripartizione dell'art. 1123 cc.
     
  5. ale1977

    ale1977 Membro Attivo

    Perchè, non reputi che sia giusto che chi ha 100 mq paghi di più di chi possiede 40 mq?
     
  6. pigica

    pigica Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Per alcuni aspetti si, ma per altri decisamente no, e non perchè io abbia un appartamento con molti millesimi. Per esempio abbiamo pagato un tecnico per stabilire una migliore ripartizione dei parcheggi interni. La ripartizione è stata fatta per millesimi, anche se credo che l'utilizzo del piazzale sia del tutto indipendente dalla metraura del mio appartamento. E le spese per il giardiniere? Forse che io godo di un uso maggiore del giardino solo perchè ho più millesimi?! Così come la manutenzione del cancello elettrico. Se il principio fosse quello dei millesimi, allora per assurdo avrei diritto ad uno spazio maggiore, anche doppio di altri, per parcheggiare la mia auto. La mia era solo una domanda di chiarimento su una materia che non conosco, avendo avuto la fortuna (sfortuna) di avere prima una casa indipendente. Vorrei solo rispettare e regole, ma anche non passare per fessa. :risata:
     
  7. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Considera che la ripartizione delle spese segue nella maggior parte dei casi dei precisi criteri dettati direttamente dal codice civile. In alcuni casi possono apparire (ed essere) assurdi, ma qualunque amministratore deve attenersi ad essi, a meno che non siano derogati da una norma contrattuale del regolamento di condominio.
    I tuoi dubbi sono (purtroppo) comuni a molti condomini e sono basati su una distorta idea del motivo per cui si debbono pagare le spese. Tale motivo non è principalmente legato all'uso di un bene comune, ma al fatto stesso che se ne sia comproprietari.
    Ovviamente la mia è una semplifcazione estrema e non risolve tutte le questioni che possono essere sollevate sull'argomento, ma se come linea di principio fosse più presente nelle menti dei condomini, molte discussioni sarebbero evitate a priori.
     
  8. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Pigica non confondere i millesimi di proprietà con le parti comuni ed il loro uso. Seguendo il tuo ragionamento che abita a piano terra non dovrebbe pagare le spese dell'ascensore. Il cancello di ingresso fa parte delle parti comuni; il giardino è una parte comune ( se non è ad uso esclusivo di uno o dei soli condomini di piano terra) e le spese della sua manutenzione vanno ripartite secondo i millesimi di proprietà. Nel condominio dove abito in origine c'erano tanti posti auto coperti quanti appartamenti. Con il frazionamento di alcuni appartamenti si è creata la situazione che ci sono 4 condomini che non hanno il posto auto. Questo non li ha esonerati dal pagare le spese di rifacimento della pavimentazione dei posti auto e l'imbiancatura dei muri.
     
  9. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La ripartizione delle spese condominiali segue la disciplina del Regolamento di Condominio. Purchè i criteri in esso contenuti non siano in contrasto con il Codice Civile.
    Normalmente gli appartamenti aventi più millesimi degli altri hanno un valore maggiore, pertanto contribuiscono maggiormente alle spese comuni. Il discorso dei posti auto però può anche essere fatto su base egualitaria. Ovviamente devono avere la medesima superficie. Vale comunque ciò che recita il Regolamento.
     
  10. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    E' un altro modo di dirlo, ma in chi è digiuno di "vita di condominio" potrebbe generare più dubbi di quanti ne avesse all'inizio.
    Bisognerebbe infatti specificare che il regolamento deve avere al suo interno norme contrattuali che deroghino gli articoli del codice civile dal 1123 al 1126... poi spiegare la differenza tra una norma contrattuale e una regolatrice... evidenziare che anche se il regolamento è di origine esterna non è detto che sia applicabile ai condomini subentrati e, viceversa, una norma approvata con i 1000/1000 in un regolamento assembleare è vincolante al pari di una inserita nel regolamento "del costruttore"...
    ... insomma, entrare nel merito del fantastico "casino" che è il condominio!:D



    Questa, francamente, non l'ho capita... ma gli scenari che possono crearsi con i posti uto sono talmente tanti che probabilmente avevi in mente una situazione che al momento mi sfugge.


    Quindi ci sono posti auto a uso esclusivo posizionati su (o in) un'area comune. Fossi al posto dei condomini privati del posto chiederei immediatamente all'amministratore di stabilire un criterio di turnazione nell'uso di quelli disponibili... ma, anche qui, bisognerebbe vedere cosa c'è scritto sugli atti di compravendita.:^^:
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Negli atti di vendita dei vari frazionamenti è incluso solo una volta il posto auto, che ovviamente è stato considerato nel prezzo di vendita dell'appartamento. Chi ha comprato la parte residua degli appartamenti, senza il posto auto, evidentemente ha ritenuto ugualmente congruo l'acquisto. Comunque avevo portato questo esempio limite solo per far capire meglio a Pigica la differenza tra proprietà e parti comuni.
     
  12. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Questo chiarisce già un po' il quadro... ma fa sorgere un'altro dubbio: Se i posti auto sono su proprietà comune e il venditore se ne è riservato la proprietà, gli acquirenti, di riflesso, non hanno acquisito la proprietà di quel bene comune... e allora perché sono stati chiamati a pagare? A meno che nei rogiti non si parli solo del "diritto di parcheggio" piuttosto che della proprietà....:occhi_al_cielo:

    Non voglio fare polemica, ma la situazione è piuttosto singolare e sono solo curioso di scoprire per quali percorsi si sia sviluppata
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Per Ergobbo
    I posti auto coperti sono stati ricavati (ma dovrei dire più correttamente progettati perchè in origine la coperativa che ha costruito il condominio per usufruire di tutti gli incentivi doveva far figurare una palazzina non di lusso ed i posti auto erano considerati all'epoca della costruzione un lusso; poi c'è stata la sanatoria per cambiamento di destinazione d'uso) nel piano interrato sotto al fabbricato al quale si accede sia dalle scale interne che da apposito passa carraio. Nel medesimo ambiente si aprono anche le cantine che, ovviamente, come i posti auto ora sono n-4. Cosa facciamo la turnazione anche delle cantine? Ritornando ai posti auto; i 4 notai che hanno redatto gli atti non si sono accorti che l'assegnazione della proprietà del posto auto poteva essere invalidata in quanto lo spazio sul quale parcheggiare la vettura era in origine una pertinenza di tutto l'appartamento?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina