• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

gerardo schiavone

Membro Attivo
Salve a tutti

Nel nostro condominio è marcito il vecchio allaccio idrico, precisamente il tratto interrato che va dal contatore dell' acquedotto alla colonna montante che serve tutti i condomini.
Il problema è stato risolto installando una nuova tubazione partendo da un altro attacco, più vicino del vecchio, quindi abbandonando il vecchio attacco.
La domanda è, come vanno ripartite le spese, secondo i millesimi di proprietà o dividendo in parti uguali ?

Grazie per l' attenzione.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Il titolo della discussione mi aveva fatto pensare ad una diversa situazione. E allora anche se OT la propongo.
Supponiamo che un caseggiato sia privo di allacciamenti oggi ritenuti essenziali (telefono, elettricità, gas, ... fate voi), e che il distributore per portare il servizio in prossimità chieda un consistente contributo all’allacciamento.
Come si ripartirebbe questo onere iniziale?
Io presumo in questo caso , la ripartizione per teste. È corretto?
 

gerardo schiavone

Membro Attivo
E' quel che penso anch' io. Non credo che il distributore vada a guardare i millesimi di proprietà di ogni utente. Inoltre non è detto che chi ha più millesimi consumi più di chi ha meno millesimi. Penso però che dovrebbe esserci una norma di legge.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
E' quel che penso anch' io.
Non interpretare a rovescio il mio intervento: un conto è la predisposizione alla fornitura (il mio esempio): come si divide per teste la centralina di ricezione Tv, così considererei il costo per ottenere il contatore generale. Ma la manutenzione della tratta dei collegamenti, specie quelli a valle si dividerà per millesimi; e lo specifica il C. C.
 

gerardo schiavone

Membro Attivo
Mi spiego meglio: la spesa di allaccio, cioè la tratta fino al contatore generale compreso, installata a cura dell' acquedotto, andrebbe ripartita in parti uguali.
Le derivazioni dopo il contatore generale verso i vari utenti, da ripartire a seconda della distanza dal contatore generale.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Mi spiego meglio: la spesa di allaccio, cioè la tratta fino al contatore generale compreso, installata a cura dell' acquedotto, andrebbe ripartita in parti uguali.
Qui condivido
Le derivazioni dopo il contatore generale verso i vari utenti, da ripartire a seconda della distanza dal contatore generale.
Qui dipende: hai parlato di condominio e di collegamento alla (unica) colonna montante: divisione per millesimi
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Solamente se esista un accordo in tal senso tra tutti i condòmini, che deroghi a quanto prescrive l'art. 1123, primo comma c.c.
Si, ho pensato ad un esempio ricordato a rovescio.

In caso di installazione di centralina TV, o Citofono (nuovi o sostituzione), la centralina è la distribuzione impiantistica sono suddivisi a millesimi: le singole prese TV ed i singoli apparecchi citofonici interni sono addebitati a ciascuno: è in effetti il contrario di ciò che avevo scritto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
Alto