1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. hobbidee

    hobbidee Membro Attivo

    Inquilino/Conduttore
    Mi trovo in questa situazione:
    sto conducendo una causa per la divisione di un terreno, attualmente occupato totalmente da uno degli eredi.
    Il giudice ha nominato un CTU, che ha provveduto alla perizia con ipotesi di divisione. Ha inviato la parcella con la divisione delle spese, che a parere del mio consulente di parte risulta poco corretta.
    La situazione e' la presente.
    La proprieta' e' di 17 persone, a causa di diversi passaggi ereditari. Di questi 17 solo 4 sono sono gli attori che promuovono la causa. Uno è la controparte e gli altri 12 sono contumaci, quindi interessati solo a ricevere denaro per le quote spettanti. Il CTU, ha diviso la sua parcella in 5 parti (quattro attori+1 controparte), addebitando l'80%(20% per ognuno degli attori) ed il 20% per la controparte. Il mio consulente di parte ha manifestato il parere che la divisione andrebbe fatta sulla base delle quote di proprieta'. In pratica se gli attori sono propretari del 25% devono pagare il 25% della parcella.La controparte, proprietaria del 25%, dovrebbe pagare il 25% della parcella. Il restante 50% dovrebbe essere a carico dei contumaci, che come tali non pagano niente, e la loro spettanza dovrebbe essere divisa il parti uguali tra gli attori (altro 25%) e la controparte (altro 25%). Chiedo se qualcuno ha idea precisa della prassi. Ringrazio chiunque voglia chiarirmi le idee.
     
  2. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Il CTU ha ragione.
    I contumaci, essendo tali, non concorrono alle spese di causa poichè non possono essere parte attiva nel procedimento (non essendosi costituiti).
    Sono però eredi e pertanto gli spetta una parte secondo la propria quota.
    Sembra assurdo ma diversamente non si può fare.
    Saluti
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Condivido l'opinione del CTP. La causa è stata promossa per staccare una quota di 4/17, mentre il restante resta unito, considerato che gli altri 12/17 non hanno fatto richiesta di stralciare la loro quota. Probabilmente, se il CTU dichiarerà divisibile il terreno, si dovrà procedere al frazionamento ed il giudice assegnerà la quota spettante agli attori. Sebbene il convenuto continuerà a possedere i 13/17 fino a quando qualche altro erede non rivendicherà la sua quota prima che trascorrano i vent'anni dal possesso.
     
  4. hobbidee

    hobbidee Membro Attivo

    Inquilino/Conduttore
    La questione della divisibilita' del terreno non e' in discussione. In questo casdo la perplessita' riguarda il riparto delle spese della perizia.
     
  5. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    La perizia dovrà dare un'ipotesi di divisione che se accettata dalle parti e dal giudice dovrà dare seguito ad un frazionamento e quindi alla chiusura della vertenza con l'assegnazione dell'area agli attori.
     
  6. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Il ctu non può decidere a suo piacimento come ripartire la sua parcella tra attori e convenuti, nel verbale d'incarico è scritto dal Giudice a chi competono le spese.
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se l'incarico l'ha dato il giudice, la parcella deve essere complessiva sul lavoro svolto. Poi sarà il giudice a ripartire il costo fra le parti. Addirittura le parti sono solidali e se uno non paga sarà l'altro a provvedere per l'intero importo per poi cercare di recuperare.
     
  8. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Concordo con Gianco.
    Normalmente la divisione delle spese di ctu, se non disposto diversamente dal Giudice, vengono divise fra attori e convenuti.
    Come dice Gianco c'è l'obbligazione solidale delle parti ed anche a me è capitato di dover far ricorso a tale obbligazione perchè una parte non voleva pagare.
     
  9. hobbidee

    hobbidee Membro Attivo

    Inquilino/Conduttore
    Il mio problema e' :come vengono divise? In proporzione alle quote di proprieta' o semplicemente dividendo l'importo per il numero dei partecipanti?
     
  10. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Normalmente le spese vengono poste a carico dell'attore.
    Salvo che il Giudice disponga diversamente.
    E' da leggere i verbali d'udienza e capire. questo.
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se il giudice ha disposto, il CTU si deve adeguare. In alternativa disporrà, o per dividere l'importo fra attore e convenuto, o richiedere solo all'attore il quale si dovrà rifare sulla controparte.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina