• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Lumacone

Membro Attivo
1 - quale è la normativa per il riparto delle spese di un aggetto che risulta il proseguimento di un terrazzo che forma la copertura di uno stabile.
2 - come viene considerato un aggetto che risulta interrotto da un muro divisorio di un terrazzo che forma la copertura di uno stabile.
Grazie, Mario Baratti.
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
non è chiaro di cosa si stia parlando ......si un aggetto, ossia una sporgenza di un qualcosa.....
ma non è chiaro il contesto, di chi sia la parte in aggetto etcc etcc
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
come viene considerato un aggetto che risulta interrotto da un muro divisorio di un terrazzo che forma la copertura di uno stabile.
l'aggetto se non fa parte della proprietà di un appartamento diventa parte comune cioè condominiale.
quale è la normativa per il riparto delle spese di un aggetto che risulta il proseguimento di un terrazzo che forma la copertura di uno stabile.
quella della suddivisione delle parti comuni di un condominio.
 

Lumacone

Membro Attivo
Potresti spiegare meglio...
Scusate cerco di spiegarmi meglio: gli 8 terrazzi siti all'ultimo piano dell'edificio formano copertura dell'edificio stesso e si prolungano anche intorno alle 8 abitazioni per una lunghezza di mt. 10 e una profondità di mt.1,20 e nella loro sporgenza non coprono parti dell'edificio. Stiamo ristrutturando la palazzina e il D.d.L. nella ripartizione della spesa nel suo capitolato prezzi ha addebitato la spesa per la superficie di mt.10,00 x mt 1,20 come spesa individuale separandola dalla spesa di 1/3 e 2/3 prevista dalle norme per i lastrici solari. E' giusta questa interpretazione, Grazie.
Mario Baratti detto LUMACONE
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
gli 8 terrazzi siti all'ultimo piano dell'edificio formano copertura dell'edificio stesso e si prolungano anche intorno alle 8 abitazioni per una lunghezza di mt. 10 e una profondità di mt.1,20 e nella loro sporgenza non coprono parti dell'edificio.
quindi la parte sporgente rappresenta il cornicione del palazzo; quindi è condominiale, cioè ognuno paga la spesa diviso mille x i millesimi di ciascun condomino.
Mentre i lastrici solari ad uso esclusivo 1/3 al proprietario 2/3 da dividere tra tutti coloro che giacciono sotto la proiezione verticale della parte di lastrico.
 

Lumacone

Membro Attivo
quindi la parte sporgente rappresenta il cornicione del palazzo; quindi è condominiale, cioè ognuno paga la spesa diviso mille x i millesimi di ciascun condomino.
Mentre i lastrici solari ad uso esclusivo 1/3 al proprietario 2/3 da dividere tra tutti coloro che giacciono sotto la proiezione verticale della parte di lastrico.
grazie della risposta, mi rendo conto di essere poco chiaro ma quando parlo di ristrutturazione intendo il rifacimento del pavimento della parte stretta del terrazzo.
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
diciamo che sin ad ora si auspicava chiarezza ......che non è proprio giunta

> vi è un terrazzo a livello, che è o di proprietà o concessa in uso esclusivo al condòmino dell'ultimo piano.
> il detto terrazzo presenta delle sporgenze che vanno oltre il perimetro dell'edificio per una larghezza di 1.20 m. Osia la sporgenza (prosecuzione orizzontale del terrazzo) è perpendicolare alla facciata ed è larga 1.20 m.

ebbene vi sono 2 linee di pensiero ......ne la giurisprudenza ha fatto chiarezza sulla questione.
1) le sporgenze seguono la stessa ripartizione come per il terrazzo/lastrico, ossia 1126.
2) trattandosi di parti aggettanti, se il terrazzo è di proprietà o in uso esclusivo, le sporgenze sono a totale carico di chi ne fa uso.
Quindi una risposta sicura non è possibile darla per le sporgenze in questione
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
Certo, se vi fosse un parapetto che impedisce di usare la parte sporgente.
Allora in tal caso (con il parapetto) la parte sporgente sarebbe condominiale e seguirebbe la ripartizione per millesimi, non essendo ne un terrazzo e neppure un lastrico.
5413
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Grazie per aver chiarito maggiormente il mio schizzo esplicativo, che forse non lo era; ma scusa, perché non lo chiami cornicione?
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
ti prospetto anche altra ipotesi.
se quello che tu avevi chiamato "cornicione" fosse associato alla parte che indico e rappresento in Rosso, ......la parte in Rosso come la chiami ?
5416
 
Ultima modifica:

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Il cornicione è un elemento architettonico che svolge la funzione di terminazione superiore di un edificio. ....normalmente.... sporge in modo più o meno accentuato rispetto alla parete esterna dell'edificio, decorato con modanature e talvolta mensole . Può assumere la forma di una cornice (con o senza modiglioni) o di una trabeazione, pur mancando degli elementi di sostegno degli ordini architettonici (semicolonne, paraste o lesena).
Guarda questo disegno:
5415
e questa situazione pratica di solaio non cornicione
Cornicione condominiale B1.jpg
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
diciamo che ci siamo capiti un esempio è proprio l'immagine che hai messo,
5419

PS la scritta in rosso sarebbe stata più visibile
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Come faccio a leggere una risposta al quesito sottoposto
Alto