• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

golfsuper2000

Membro Ordinario
Proprietario Casa
buongiorno vi pongo un quesito. Nel palazzo i contatori luce sono ubicati nell'androne però gli ingressi delle case non sono tutti da qui ma alcuni condomini entrano dal cortile direttamente nelle loro abitazioni.
Secondo voi è giusto escludere i condomini che entrano dal cortile nelle loro abitazioni alla pulizia dell'androne presupposto che nei contatori ci vadano anche una volta l'anno o tutti i giorni poco importa. Vi chiedo questo perchè l'amministratore dice che loro non devono pagare perchè non lo usano
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Le spese non competono solo perchè lo "dice" un amministratore (bisogna verificare RdC, consuetudini e caso specifico)...ma pretendere che l'eventuale accesso per il solo consulto/riaggancio dei contatori (tantopù che ormai le "letture" si fanno a distanza) comporti il dover sostenere quota delle pulizie ...non ti pare "azzardato"?
 

golfsuper2000

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Le spese non competono solo perchè lo "dice" un amministratore (bisogna verificare RdC, consuetudini e caso specifico)...ma pretendere che l'eventuale accesso per il solo consulto/riaggancio dei contatori (tantopù che ormai le "letture" si fanno a distanza) comporti il dover sostenere quota delle pulizie ...non ti pare "azzardato"?
io ho la casa disabitata da 5 anni e siccome ho il diritto a passarci sia che ci vado o che non ci vado devo pagare e li mi pare uguale come principio
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
io ho la casa disabitata da 5 anni e siccome ho il diritto a passarci sia che ci vado o che non ci vado devo pagare e li mi pare uguale come principio
La questione magari è un filo diversa.
Spiega bene se tale "tua casa" replica le condizioni di quelle cui tu vorresti addebito per la pulizia di scale cui non hanno alcun accesso diretto dalle loro abitazioni.

Spiega se il Condominio in cui vorresti tale criterio di addebito è appena "costituito" o utilizza se invece è da anni gestito secondo tale modalità di riparto.

Spiega se esiste un RdC, di che tipo sia e cosa prevede in tal punto.

Spiega se dagli atti di acquisto risulti la proprietà di androne e scale (centrali) anche di chi ha unità con accesso privato.
 

clemente

Membro Attivo
Professionista
Dipende da cosa prevede il regolamento condominiale e di conseguenza le tabelle millesimali
 

golfsuper2000

Membro Ordinario
Proprietario Casa
allora mi sono informato il condominio è da anni che ha questo tipo di riparto ma io ho acquistato casa e a me non sta bene questa ripartizione chiaramente vessatoria per alcuni. Le tabelle millesimali ci sono e vengono applicate per il riparto il problema è che taluni sono propio esclusi non pagano proprio. Inoltre ho scoperto che abbiamo delle antenne condominiali in terrazza e siccome siamo solo alcuni a pagare le spese delle scala mi sembra che sia giusto che le paghino tutti visto che le antenne sono in fruizione di tutti oppure anche riguardo il diritto all'accesso alle antenne è normale che loro non paghino?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
il condominio è da anni che ha questo tipo di riparto
Questo è un "problema" non indifferente per le tue ambizioni.

Premesso che non ho ancora capito se quanti accedono alle loro abitazioni passando per i giardini abbiano, o meno, anche ingresso "ufficiale" attraverso le scale comuni...solitamente i Giudici avallano un criterio utilizzato da anni come "consuetudine" e con lo stesso valore di un RdC che disponga in tal senso.

Se vuoi cambiare le cose non ti resta che citare in causa il Condominio per vedere cosa decide il Giudice.

Magari prima informa amministratore e condòmini che procederai in tal senso se non accettano di adeguarsi ai criteri di Legge...a volte funziona.
 

golfsuper2000

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Questo è un "problema" non indifferente per le tue ambizioni.

Premesso che non ho ancora capito se quanti accedono alle loro abitazioni passando per i giardini abbiano, o meno, anche ingresso "ufficiale" attraverso le scale comuni...solitamente i Giudici avallano un criterio utilizzato da anni come "consuetudine" e con lo stesso valore di un RdC che disponga in tal senso.

Se vuoi cambiare le cose non ti resta che citare in causa il Condominio per vedere cosa decide il Giudice.

Magari prima informa amministratore e condòmini che procederai in tal senso se non accettano di adeguarsi ai criteri di Legge...a volte funziona.
ti ho mandat un mess pvt
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
Alto