1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. arabella

    arabella Membro Attivo

    Nel mio condominio si è manifestata la necessità di un intervento di risanamento del sottotetto per eliminare guano, carcasse di animali e altri depositi lasciati dai volatili che spesso vi si installavano. Il sottotetto è a struttura in travi di legno, mentre la superficie, non calpestabile, è costituita dalla cosiddetta "incannucciata", vere canne assemblate. Questa superficie costituisce in pratica il soffitto del mio appartamento. L'amministratore ha parlato di un intervento con operai che, in mancanza di un accesso al sottotetto, dovrebbero calarvisi attraverso i lucernai e poi creare una base calpestabile temporanea per operare.
    Non ho ancora ricevuto il preventivo con la descrizione dei lavori, ma sono assalita da un dubbio fondamentale: un intervento del genere non rischierebbe facilmente di causare danni all'appartamento sottostante? e che accadrebbe se da fenditure apertesi nel mio soffitto si riversasse dentro casa proprio quel guano, tanto pericoloso per la salute?Sono veramente preoccupata...
    Potete offrirmi alcune indicazioni al riguardo? Grazie!
     
  2. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    La situazione è davvero delicata.
    Di fatto se ho capito bene, i problemi attuali del sottotetto derivano dal fatto che esistono delle aperture nel coperto che permettono ai volatili di entrare.
    Il resto è conseguenza.
    A questo punto credo di poter dire che il problema riguarda tutto il condominio, e l'intervento deve consistere non solo nel liberare il sottotetto dalla sporcizia, ma ne sistemare il coperto in modo da eliminare il problema definitivamente.
    Ora, considerando la possibilità di utilizzare gli sgrafi fiscali, potete valutare un intervento più esteso sul coperto e potete prendere in cosiderazione la rimozione del soffitto "incannucciata" già esausto e sostituirlo con un controsoffitto coibentato.
    Parte della spesa andrà a tutto il condominio e parte solo all'appartamento dell'ultimo piano.
    E' solo una proposta.
     
    A Marco Costa e arabella piace questo messaggio.
  3. arabella

    arabella Membro Attivo

    Grazie del suggerimento! Purtroppo, però, il mio è un condominio in cui non si è molto propensi a fare spese, anche se razionali. Desidererei però in questo momento sopra tutto accertare se il solo intervento di risanamento può essere richioso per gli appartamenti sottostanti, perchè da ciò dipende il mio voto ,favorevole o meno, alla prossima assemblea. Mi occorrerebbe perciò un parere tecnico da qualcuno a cui siano note le tecniche di intervento in questi casi.
     
  4. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    I lavori come li descrivi tu prevedono lo sfruttamento della struttura portane in legno costruendo su questa un piano di lavoro, non interessando direttamente lo strato di canne e gesso. La soluzione senza aver visto la truttura è corretta!
    E anche vero che il peso degli operai e del tavolato per i lavori e le vibrazioni sicuramente interesseranno la struttura in arelle e gesso con l'apparizioone di crepe o con il distaccamento di alcune parti. Se si prevede una protezione sottostante, la massimo finiti i lavori di bonifica si dovrà intervenire ripristinando i soffitti degli appartamenti interesati.
    Un po' di disagio e un piccolo costo aggiuntivo.
    Consiglio: oltre alla bonifica del sottotetto fate chiudere tutti i fori sul coperto che permettono l'entrata dei volatili.
     
    A arabella piace questo elemento.
  5. arabella

    arabella Membro Attivo

    ringrazio ancora per le rassicurazioni fornitemi. mi è però sorto un nuovo dubbio: i prodotti che vengono utilizzati per la disinfestazione (nel preventivo si parla genericamente di insetticidi e di prodotti PETRIN'S) non potrebbero essere dannosi anche per le persone che abitano negli appartamenti sottostanti, dal momento che la separazione con il vano sottotetto è costituita appunto da una semplice incannucciata? come si fa a conoscere qual è la normativa tecnica di riferimento per tali prodotti? insomma, come verificare che i prodotti impiegati offrano garanzie di non essere tossici anche per le persone?
     
  6. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Bisogna richiedere le schede tecniche dei prodotti alla ditta e verificarne la compatibilità con l'ambiente residenziale. Meglio sarebbe individuare un'impresa che sia specializzata in questi tipi di lavori, una che sviluppi la parte di base di appoggio per intervenire (quindi un'impresa edile capace ed esperta in queste lavorazioni) poi individuate un'altra impresa specializzata in disinfestazioni.
    Non conosco le norme specifiche ma le disinfestazini vengono fatte normalmente anche in ambienti quali scolastici, pertano esistono sicuramente prodotti compatibili e non dannosi per l'essere umano.
     
    A arabella piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina