1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. olsensylt

    olsensylt Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,
    il mio quesito riguarda il fatto che possiedo in comproprietà assieme a mio fratello un immobile al mare ereditato dai genitori e fino al 1997 ci trascorrevo le ferie anch'io, ma da allora non ci sono più andato. Chiarisco che pago la metà delle spese di manutenzione straordinaria, ho pagato la mia quota di ICI e di IMU quest'anno, ma mio fratello paga totalmente le manutenzioni ordinarie e le utenze. Siamo entrambi anziani e in buoni rapporti ma non vorrei che in caso del decesso di mio fratello i figli/e rivendicassero diritti totali sulla proprietà.
    Grazie e Buon Natale a tutti (Maya permettendo )
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    - Usucapione della quota indivisa della cosa comune - Presupposti di un'attività apertamente ed obiettivamente contrastante con il possesso altrui che riveli in modo certo ed inequivocabile l'intenzione di comportarsi come proprietario esclusivo.

    Il coerede o il partecipante alla comunione può usucapire l'altrui quota indivisa della cosa comune soltanto allorché il comportamento materiale - continuo ed ininterrotto - attuato sulla res sia accompagnato dall'intenzione resa palese a tutti di esercitare sul bene una signoria di fatto corrispondente al diritto di proprietà, sicché - in materia di usucapione di beni oggetto di comunione - il comportamento del compossessore, che deve manifestarsi in un'attività apertamente ed obiettivamente contrastante con il possesso altrui, deve rivelare in modo certo ed inequivocabile l'intenzione di comportarsi come proprietario esclusivo. Il coerede che eserciti un possesso separato sul bene facente parte della comunione, utilizzandolo ed amministrandolo, non può invocare l'usucapione se non fornisce la prova di aver tenuto un comportamento atto a dimostrare l'intervenuto mutamento dell' animus possidendi, inconciliabile con la possibilità di godimento da parte degli altri.
    Tribunale di Padova, Sezione 1 civile, Sentenza 27 agosto 2012, n. 2213

    Pertanto, a mio parere, anche una semplice visita ogni tanto, se possibile, data l'età e gli acciacchi; oppure da parte di eventuali figli qualche visita e permanenza nella casa in vacanza.
    Ultima chance, una lettera R/R reclamando l'affitto del 50% relativo alla quota di proprietà.
    saluti
    jerry48
     
    A hanton21 piace questo elemento.
  3. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    Jerry : ma che dirti di piu'? sei una "luminescienza " ! (= luminare della scienza !)
    ma forse qualcosa da dire ho:
    SPERO e ti auguro (come a tutti gli altri) un OTTIMO (speriamo) Natale ed un migliore anno nuovo (=con tutto quello che ci aspetta !):applauso::applauso::daccordo::amore::fiore:
     
  4. olsensylt

    olsensylt Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Jerry48, terro conto di quanto mi hai suggerito. Di nuovo auguri
     
  5. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Già solo questo, comunque, dovrebbe porti al riparo da brutte sorprese.:D
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina