1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mariad

    mariad Nuovo Iscritto

    Nel 2010 ho dichiarato un immobile indicando parzialmente il canone di affitto perche'
    c'era una pratica di sfratto resosi esecutivo.
    Successivamente l'inquilino ha pagato sia la parte del 2010 che il 2011
    nella dichiarazione di quest'anno 2011 inserisco anche il canone del 2010??


    Grazie
     
  2. celefini

    celefini Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Entro giugno di quest'anno dovrai presentare la dichiarazione dei redditi relativa all'anno fiscale 2011. Per i redditi comunque non dichiarati del 2010, dovresti adottare un ravvedimento, e pagare la dovuta sanzione, anche se minima in questi casi. Non puoi mettere i redditi del 2010, nella dichiarazione 2011.
     
  3. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non penso debba fare un ravvedimento e pagare le relative sanzioni, lui ha dichiarato nel 2010 ciò che ha percepito e, secondo le istruzioni di unico, non i canoni non percepiti in virtù della sentenza di sfratto per morosità, quindi è in regola. Per dichiarare somme inerenti all'anno 2010 penso debba chiedere all'ADE, sicuramente gli daranno indicazioni.
     
  4. celefini

    celefini Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Da quanto penso di aver capito, è che il locatario, ha pagato diciamo il primo semestre del 2010, al locatario, avendo uno sfratto esecutivo. Il locatore ha dichiarato regolarmente detto importo al fisco. A seguito di transazione, con il locatore, il locatario è rimasto nell'immobile, e quindi non è stato più sfrattato. Successivamente il locatario, ha pagato, penso nel 2011, la parte restante del 2010 ed il 2011. Siccome il 2010, non è più fiscalmente dichiarabile, per trascorsi termini, l'unica via è il ravvedimento operoso, ed oltretutto conviene, prima che il fisco si accorga della mancanza, ed arrivi il famoso accertamento.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se è un contratto di locazione di immobile a uso abitativo e il locatore ha dichiarato i canoni che gli erano dovuti fino al momento della conclusione del procedimento giurisdizionale di convalida di sfratto per morosità del conduttore, non ha commesso nessuna mancanza. Ma semplicemente ha seguito quello che prevedono le norme. Quindi non v'è nulla da ravvedere.
     
  6. celefini

    celefini Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Come già evidenziato, ammesso che il contratto scadeva per sfratto il 30 Giugno 2010, il locatore, ha dichiarato al fisco , l'importo relativo ai primi 6 mesi del 2010. Il contratto era praticamente scaduto . Ammesso che il locatario chiede, al locatore di poter continuare la locazione, e paga a posteriori, i canoni del secondo semestestre 2010, ed il 2011. almeno a me sembra che questo voglia dire Mariad, i canoni del 2010, non si possono cumulare a quelli del 2011, poichè appartenenti a due anni fiscali diversi. Mariad, infatti dice, : Successivamente, l'inquilino, ha pagato sia la parte del 2010, che il 2011. Se così non fosse, chiedo a mariad, di spiegare meglio la situazione venuta a crearsi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina